Docente titolare su cattedra orario esterna: il diritto ad essere riassorbito su cattedra interna non decade se presenta domanda di trasferimento

Patrizia – Insegno Inglese nella scuola superiore di primo grado, a causa di una prima classe che lo scorso hanno non si è formata, sono stata mandata, dall’Ufficio scolastico provinciale, per tre ore a completare il mio orario, in un’altra scuola, altra direzione , anche abbastanza scomoda per la verità. Per l’anno scolastico 2018 2019 c’è una collega di inglese che va in pensione dunque sarò riassorbita, così mi ha detto la preside .

Domanda n.1 : Dovrò fare domanda per ottenere  il riassorbimento o tutto si svolgerà automaticamente?

Nel frattempo però c’è una collega che va in pensione nella cittadina in cui risiedo e non mi vorrei fare scappare l’occasione di riavvicinarmi a casa.

Domanda n. 2: La richiesta di trasferimento relativa a questa ultima possibilità ( non so comunque se questo mio desiderio sarà esaudito) inficia la possibilità della domanda n.1 e cioè di essere riassorbita a cattedra completa nella scuola dia attuale titolarità?

Grazie per la risposta.

Giovanna Onnis – Gentilissima Patrizia,

come ti ha correttamente informata il Dirigente scolastico, in qualità di docente titolare nella scuola su una cattedra orario esterna, se il prossimo anno si renderà disponibile una cattedra interna,  hai diritto ad essere assorbita in questa cattedra e tale riassorbimento sarà automatico non richiedendo alcuna richiesta formale da parte tua.

Si tratta di una disposizione prevista nel CCNI sulla mobilità dove, nell’art. 11 commi 2 e 3, si stabilisce quanto segue:

2.Il docente titolare su cattedra articolata su scuole diverse, ove nella prima delle scuole si liberi una cattedra, sarà automaticamente assegnato su questa ultima cattedra.

3.Tali operazioni avverranno a condizione che la cattedra, prevista nell’organico, sia priva di titolare. Non sono necessari a tal fine ulteriori provvedimenti da parte dell’ufficio territorialmente competente.

Per quanto concerne il secondo quesito nessuno ti impedisce di presentare domanda di trasferimento per scuole del tuo comune di residenza e se non sarai soddisfatta nella richiesta conservi il diritto al riassorbimento automatico su cattedra interna nella scuola di attuale titolarità. La presentazione della domanda di trasferimento, infatti, non fa decadere questo tuo diritto.

 

 

ads