Domanda di trasferimento e ricongiungimento familiare: il docente non coniugato può chiederlo per il figlio

Corinna – Sono una docente vincitrice del concorso 2016 e neoimmessa in ruolo nella scuola secondaria di I grado. Sono convivente e ho una figlia di due anni. Essendomi stata assegnata una scuola molto lontana dal mio comune di residenza, vorrei fare domanda di trasferimento. La mia domanda è: per l’assegnazione dei 6 punti vale più il ricongiungimento al coniuge rispetto al figlio o al genitore? In altre parole: mi conviene sposarmi o chiedere il ricongiungimento a mia figlia va bene lo stesso?

Giovanna Onnis – Gentilissima Corinna,

nella domanda di trasferimento  non è possibile chiedere ricongiungimento al convivente, possibilità prevista fino al corrente anno scolastico per l’assegnazione provvisoria.

Nel tuo caso, quindi, non essendo coniugata puoi chiedere ricongiungimento verso tua figlia per la quale ti spettano 6 punti per le scuole ubicate nel suo comune di residenza e  4 punti per figlia minore di 6 anni.

Ti informo che il punteggio per foglia minore, come previsto nella tabella A2 allegata al CCNI sulla mobilità, nella lettera B), ti spetta per tutte le preferenze che inserirai nella domanda e non solo per il comune di ricongiungimento

 

ads