Docente soprannumerario: con domanda condizionata ha il diritto a rientrare con precedenza nella scuola di ex-titolarità

Silvia – Sono un’insegnante titolare di lingua francese con 10 ore  in una scuola media dove la titolare ne ha 18 e andrà in pensione nel 2019. Purtroppo pare che le ore l’anno prossimo diventeranno solo 6 per me in quanto c’è una diminuzione di classi (ne escono 5 e ne entrano 3). Ti vorrei chiedere, mantengo lo stesso la titolarità con 6 ore? Ho diritto a tornare anche se divento perdente posto quando si libererà la cattedra? Visto che quest’anno ho 3 sedi e mi trovo malissimo, l’anno prossimo posso fare domanda di utilizzazione su sostegno per avere una sola sede? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Silvia,

con uno spezzone di sole 6 ore non potrai conservare la titolarità nella scuola a meno che l’ufficio scolastico provinciale riesca a costituire una COE con sede principale nella tua scuola per salvaguardare la tua titolarità.

In assenza di COE sarai dichiarata soprannumeraria.

Se, come docente soprannumeraria, presenterai ogni anno per un ottennio domanda condizionata di trasferimento, avrai il diritto a rientrare con priorità nella scuola di precedente titolarità.

Se, quindi, per l’anno scolastico 2019/20 si dovesse liberare una cattedra per pensionamento della collega, questa cattedra verrà assegnata a te che chiedi con precedenza il rientro nella scuola.

Come docente soprannumeraria trasferita a domanda condizionata, se le regole per la mobilità annuale risulteranno confermate rispetto a quelle valide nel corrente anno scolastico,  potrai, inoltre, partecipare alla mobilità annuale chiedendo utilizzazione oltre che nella tua classe di concorso di titolarità anche o soltanto sul sostegno se sei specializzata

 

ads ads