Graduatoria interna di istituto: sono inseriti sia i docenti titolari nella scuola che i docenti con incarico triennale

Elisabetta – Sono una docente di Scienze motorie  nella scuola secondaria di primo grado, entrata in ruolo in fase A nel 2015. Dopo l anno di prova, ho ottenuto la titolarità su scuola dove ho preso servizio dal 1 settembre 2016. Insieme a me,  è  arrivata con il potenziamento di scienze motorie una collega che era entrata di ruolo anche lei nel 2015 , ma in fase C. Nella graduatoria interna  io risulto ultima poiché lei ha più punti di servizio di me. Attualmente la scuola ha avuto un calo di iscrizione, per cui per il prossimo anno scolastico ci sarà una riduzione di classi.  Vorrei sapere chi  tra le due sarà perdente posto . Il fatto di essere entrata su titolarità di scuola, può valere qualcosa rispetto a chi è  entrato sul potenziamento?  Ringrazio per la vostra disponibilità.  Cordiali saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Elisabetta,

in presenza di contrazione nell’organico dell’autonomia diventa soprannumerario il docente in coda nella graduatoria interna di istituto a prescindere dalla sua titolarità che può essere nella scuola o nell’ambito territoriale.

In base a quanto stabilisce il CCNI sulla mobilità (art.14 comma 4 e art.21 comma 3), infatti, vengono inseriti nella graduatoria interna di istituto, in base al loro punteggio, sia i docenti titolari che i docenti con incarico triennale nella scuola.

Nel tuo caso, quindi, se la collega ha un punteggio superiore, mi dispiace, ma sarai tu a diventare soprannumeraria

ads