Computo del sabato e della domenica per assenze ricondotte a istituti giuridici diversi

Lucia –  insegnante di scuola primaria a tempo indeterminato. Due settimane fa ho chiesto 5 gg di congedo parentale avendo un bimbo di quasi 4 mesi. La scorsa settimana, essendo mio figlio malato, ho chiesto 5 gg di malattia bambino. Questa settimana essendomi ammalata io, ho presentato un certificato di malattia di altri 5 gg. Mi hanno chiamata dalla segreteria perché secondo loro dovrei coprire anche sabato e domenica scorsi. Chiedo gentilmente a Lei: sono tenuta a coprire questi due gg come richiesto dalla segreteria oppure essendo cambiata la tipologia di assenza, non sono obbligata? A quale normativa devo fare riferimento per capire come correttamente comportarmi? P.s.per i 2gg che mi chiedono di coprire, la segreteria ha chiesto 2gg di congedo parentale. In attesa di una Vostra cortese risposta, ringrazio e porgo cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Lucia,

La nota del Tesoro – Ragioneria Generale dello Stato prot. 108127 del 15/6/1999, afferma che se l’assenza è continuativa ma si riferisce a 2 istituti giuridici diversi (es. malattia e poi congedo parentale o viceversa), l’uno fino al sabato e l’altro dal lunedì, quindi con la domenica di mezzo ma senza quindi l’effettiva presa di servizio, la domenica non è da comprendere nel periodo di assenza.

Nel tuo caso si tratta di due istituti giuridici differenti, anche se fanno capo allo stessa legge, infatti hanno criteri diversi di fruizione e diversa è anche la retribuzione.

Pertanto, trattandosi di due istituti giuridici diversi il sabato e la domenica non possono essere ricompresi nell’assenza.

ads ads