Docente soprannumeraria: domanda di trasferimento volontaria o condizionata?

Eleonora – In previsione delle domande di mobilità mi pongo alcuni quesiti. Sono titolare su scuola per una COE ed è probabile che possa perdere due ore proprio sulla scuola di titolarità. Vi chiedo: è più conveniente che chieda di mia iniziativa trasferimento oppure aspettare, eventualmente, di presentare domanda in quanto perdente posto? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Eleonora,

la perdita di 2 ore non determina necessariamente la tua soprannumerarietà se l’Ufficio scolastico provinciale riesce comunque a ricostituire la tua COE con un altro spezzone orario di completamento che garantisce le 18 ore di cattedra.

Se sei interessata a rimanere nella scuola di titolarità, non è consigliabile, quindi, presentare domanda di trasferimento se non sai con certezza di essere soprannumeraria.

Se sarai dichiarata, invece, soprannumeraria oltre i termini di presentazione della domanda di mobilità, potrai presentare, comunque, domanda di trasferimento  entro 5 giorni dalla notifica della tua soprannumerarietà.

Se, prima di essere informata ufficialmente di essere soprannumeraria, hai presentato entro i termini domanda di mobilità volontaria, la nuova domanda annullerà quella precedentemente presentata.

Come docente in esubero potrai presentare domanda volontaria o domanda condizionata e, in quest’ultimo caso, potrai essere assorbita in automatico nella scuola di titolarità se in questa dovesse liberarsi una cattedra in fase di mobilità. Tale opportunità non sarà possibile con domanda volontaria.

ads ads