Cattedra orario esterna ex-novo: la sua assegnazione deve tener conto della graduatoria interna di istituto

Giuseppina – In caso di presenza di uno spezzone, con conseguente necessità di completamento in altra scuola (con creazione di COE), il dirigente debba rispettare la graduatoria interna per l’assegnazione della COE. La cattedra esterna é assegnata all’ultimo in graduatoria o é possibile una “discrezionalità” (per esempio, il più vecchio al primo posto può venire spostato)?  C’é una normativa precisa a riguardo? La ringrazio molto per l’attenzione e la disponibilità verso gli insegnanti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Giuseppina,

la cattedra orario esterna di cui parli è una COE ex-novo in quanto di nuova costituzione nell’organico poiché non presente l’anno precedente.

Si tratta, quindi, di una cattedra che si è creata in seguito a contrazione nell’organico della scuola, contrazione che ha determinato la scomparsa di una COI, diventata spezzone orario che per costituire cattedra deve avere uno spezzone esterno di completamento.

L’assegnazione di tale cattedra è regolata dal CCNI sulla mobilità dove, nell’art.11 comma 7, si stabilisce quanto segue:

“Qualora, a seguito di contrazione di ore nell’organico di diritto, si costituisca ex novo una cattedra orario con completamento esterno da assegnare ad uno dei docenti già titolari nella scuola ed in servizio su cattedra interna nel corrente anno scolastico, tale assegnazione avrà carattere annuale e dovrà avvenire tenendo conto della graduatoria interna d’istituto aggiornata con i titoli posseduti al successivo 31 agosto tenendo conto delle successive disposizioni riferite ai titolari trasferiti dal successivo 1° settembre e con la precisazione di cui all’art. 13, comma 3, lett. c del presente contratto. [….]”

Ti informo, inoltre, che in base a quanto stabilito nel citato art.13 comma 3 lettera c), anche ai docenti che hanno diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto, in quanto beneficiari di una delle precedenze indicate nel comma 2 (punti I), III), IV) e VII) come stabilite nel comma 1), può essere attribuita una cattedra orario esterna costituitasi ex novo se il completamento si realizza nello stesso comune. Il diritto all’esclusione, infatti, si applica esclusivamente per le cattedre orario esterne costituite tra scuole di comuni diversi.

Il docente che, il prossimo anno scolastico, lavorerà in questa nuova cattedra sarà, quindi, colui che si troverà in coda nella graduatoria interna di istituto

 

ads ads