Proroga della supplenza e scuola che adotta la settimana corta. Chiarimenti

Dirigente scolastico   – Buongiorno, vorrei un chiarimento in merito ad una supplenza temporanea conferita per le giornate di giovedì, venerdì e lunedì successivo. La scuola ha la settimana corta con conseguente sospensione delle lezioni il sabato. Come considerare sabato e domenica nel caso in specie? Dal momento che la supplente non completa l’orario settimanale, ha comunque diritto al pagamento del sabato e della domenica? Grazie per il prezioso servizio che garantite alle scuole.

Paolo Pizzo  – Gentile dirigente,

l’art 7/4 del DM 131/07 dispone che Per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto.

Nella nota delle supplenze del 29 agosto, punto 3 disposizioni comuni, è indicato che Ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto da giorno festivo, o da giorno libero, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizioa decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto.

Pertanto, nel caso di specie, anche quando si tratta di settimana corta non vi è dubbio che al supplente già in servizio vada prorogata la supplenza a partire dal sabato, che viene considerato quindi un giorno di chiusura al pari della domenica, o comunque un giorno in cui comunque il titolare non rientra in servizio.

Giova infatti ricordare che la proroga contrattuale, che è diversa dall’art. 40 del CCNL/2007 che regolamenta il pagamento del sabato e della domenica, è istituto per il quale, a fronte del verificarsi di un nuovo periodo di necessità di sostituzione del docente titolare, invece di scorrere nuovamente la graduatoria, si dà luogo alla proroga nei riguardi del supplente già in servizio, ai fini precipui della salvaguardia della continuità didattica in favore degli alunni.

Il contratto del supplente ha quindi decorrenza da sabato indipendentemente dall’orario settimanale.

ads ads