Malattia del bambino. Criteri di fruizione. Chiarimenti

Agnese – Buonasera, Sono una supplente di religione alla scuola secondaria di primo grado, ho preso servizio a fine febbraio fino alla fine dell’anno per sostituzione di una maternità. Ho un bimbo di 16 mesi per il quale non ho preso la maternità in quanto le supplenze fatte fino a quel momento erano state poche e di breve durata, mi chiedevo se (facendo i dovuti scongiuri 😅) in caso di malattia del bambino ho diritto ai giorni di permesso per il c.d. Allattamento che spettano fino al compimento dei 3 anni del bambino e in caso positivo se devo avviare qualche procedura con l’INPS per richiederli. Grazie per il supporto.

Paolo Pizzo –  Gentilissima Agnese,

parliamo di malattia del bambino e non di permessi del c.d. allattamento.

Fino a tre anni del bambino le assenze per malattia dello stesso possono essere illimitate, mentre oltre i tre anni e fino agli otto è fissato un limite individuale di cinque giorni lavorativi all’anno per ciascun genitore.

Pertanto, entrambi i genitori hanno diritto, alternativamente, di astenersi dal lavoro in caso di malattia del bambino. Il congedo spetta al genitore richiedente anche qualora l’altro genitore non ne abbia titolo o non ne possa usufruire perché già in congedo parentale.

Per la retribuzione e la documentazione:

  • i primi trenta giorni di assenza in ciascuno dei primi tre anni di vita del bambino spetta l’intera retribuzione 

Gli ulteriori periodi di assenza usufruiti allo stesso titolo fino al compimento del terzo anno di età del bambino, nonché i cinque giorni annui spettanti per la malattia dei bambini con più di tre anni e fino agli otto, non sono invece retribuiti ma sono comunque utili ai fini dell’anzianità di servizio e quindi del punteggio;

  • Ai fini della fruizione del congedo per malattia del figlio, la lavoratrice madre e il lavoratore padre sono tenuti a presentare una dichiarazione sostitutiva (ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000) attestante che l’altro genitore non sia in congedo negli stessi giorni per il medesimo motivo. La richiesta deve inoltre essere corredata dal certificato di malattia del bambino rilasciato da un medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale o con esso convenzionato

La richiesta e il relativo certificato devono essere presentati esclusivamente alla scuola di servizio

ads ads