Docente soprannumerario: il diritto al rientro con precedenza nella scuola di ex-titolarità spetta per la stessa tipologia posto

Claudia – Sono una docente di sostegno nella scuola media ormai da molti anni, risultata soprannumeraria lo scorso anno e costretta a produrre domanda condizionata di trasferimento. Prossimamente presenterò la domanda per rientrare nella sede di ex titolarità sapendo di avere precedenza per il rientro, vorrei un chiarimento in merito. Nella domanda di trasferimento c’è la sezione dedicata alla scelta del tipo di posto: normale oppure sostegno.

Cosa succede se, avendo insegnato sempre sul sostegno,  inserisco come prima preferenza il posto normale e come seconda il posto di sostegno? Rischio di perdere la precedenza nel rientro in sede? Il dubbio mi sorge perché nella domanda si indica la classe di concorso per cui si è abilitati e poi il tipo di posto. Aggiungo che nella domanda indicherò solo la scuola di precedente titolarità nella quale, peraltro si libereranno dei posti della mia materia, matematica, per i pensionamenti. Grazie mille

Giovanna Onnis – Gentilissima Claudia,

il diritto al rientro con precedenza nella scuola di ex-titolarità spetta al docente dichiarato soprannumerario che presenta ogni anno nell’ottennio domanda condizionata per il rientro nella scuola, ma nella stessa tipologia di posto.

Avrai, quindi, precedenza per rientrare nella scuola su posto di sostegno, mentre per il trasferimento su materia nella stessa scuola non hai alcuna precedenza e se tale richiesta risulta come prima scelta, la tua domanda non sarà condizionata , ma volontaria e questo, anche se non otterrai il movimenti richiesto, ti farà perdere il diritto a rientrare con priorità nella scuola e anche tutto il punteggio di continuità maturato

ads ads