Cattedra interna trasformata in cattedra orario esterna: non è possibile chiedere assegnazione provvisoria solo per le ore di completamento

Maria – Sono un’insegnante di scuola secondaria di secondo grado a tempo indeterminato. Con molta probabilità, per il prossimo anno scolastico sarò dichiarata soprannumeraria per 6 ore settimanali d’insegnamento. La domanda che volevo porvi è la seguente: qualora venissi assegnata ad un comune diverso dal mio di residenza per lo svolgimento di queste 6 ore di insegnamento, posso chiedere l’assegnazione provvisoria per queste 6 ore? Premetto che le restanti 12 ore continuerei a svolgerle in una scuola ubicata nel mio comune di residenza. Grazie per la risposta che vorrete fornirmi, vi auguro buon lavoro e buone feste pasquali.

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria,

non hai ancora la certezza di essere dichiarata soprannumeraria in quanto  la tua cattedra, in seguito a contrazione nell’organico della tua scuola di titolarità, potrà essere trasformata dall’Ufficio scolastico provinciale in una cattedra orario esterna  nell’organico 2018/19.

Mi sembra di capire che nella scuola ci sarà una contrazione di 6 ore, per cui, in presenza di spezzone orario disponibile in altra scuola, sarà possibile la costituzione di una COE 12 +6 che permette di salvaguardare la tua titolarità nella scuola.

Soltanto se non vi è disponibilità di spezzone orario per il completamento esterno della cattedra, sarai dichiarata soprannumeraria.

In presenza di una COE, rimarrai, invece, titolare nella scuola e non potrai in ogni caso chiedere assegnazione provvisoria soltanto per le 6 ore di completamento.

Per modificare la sede di completamento, se per te è una scuola scomoda, potrai, se la contrattazione integrativa della tua Regione lo prevede, presentare domanda di miglioramento cattedra con la quale puoi chiedere di modificare la scuola di completamento lasciando invariata la sede principale della COE che è la tua scuola di titolarità

 

ads ads