Quando i periodi di sospensione delle lezioni vanno inclusi nel contratto

Scuola – Buongiorno,si pone questo quesito relativo ad una supplenza. Docente assente per malattia fino al giorno 27/03 che presenta nuovo certificato di malattia, senza interruzione, dal giorno 28/03 fino al giorno 20/05. Al supplente, in carica fino al 27/03, andrà prorogato il contratto (per continuità didattica) fino al giorno 20/05. Tuttavia il dubbio è: siccome il giorno 28/03 è l’ultimo giorno di scuola prima delle festività, ma il docente ha il giorno libero, il nuovo contratto del supplente partirà comunque dal giorno 28/03 o dal primo giorno di rientro a scuola? Un grazie se vorrete fornire chiarimenti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

l’art 40/3 del CCNL/2007 dispone che “…qualora il docente titolare si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. Rileva esclusivamente l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo.”

Pertanto, se il docente titolare è assente da almeno 7 gg prima del 27, al supplente andrà prorogato il contratto, senza interruzioni, a decorrere dal 28/3 fino al 20/5 a nulla rilevando il cosiddetto giorno libero.

Se, invece, non ci sono i 7 gg. prima, va applicato il comma 5 dell’art. 7 del Regolamento delle supplenze e il nuovo contratto avrà decorrenza dal giorno di inizio delle lezioni dopo le festività pasquali senza includere i giorni di sospensione delle lezioni.

ads