Mobilità e precedenza 104 per assistenza a genitore disabile: non spetta per il trasferimento interprovinciale

Fabiola – Sono una docente di sostegno di ruolo nella secondaria di secondo grado. Vorrei chiedere il trasferimento da Torino a Lecce per assistere, in quanto figlia unica, mia madre con legge 104 art. 3 comma 3. Ho diritto di precedenza? Grazie, cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Fabiola,

la risposta al tuo quesito è negativa.

La precedenza per assistenza al genitore disabile con art.3 comma 3 della Legge 104/1992 viene riconosciuta  al figlio individuato come referente unico, limitatamente ai trasferimenti provinciali e non spetta per il trasferimento interprovinciale, che è il movimento che ti interessa.

Il riferimento normativo è l’art.13 comma 1 parte IV) del CCNI dove viene disposto quanto segue:

“[….] Nei trasferimenti interprovinciali è riconosciuta la precedenza ai soli genitori, anche adottivi, o a chi, individuato dall’autorità giudiziaria competente, esercita legale tutela e successivamente  al coniuge del disabile in situazione di gravità, obbligati all’assistenza. Il figlio che assiste il genitore in situazione di gravità ha diritto ad usufruire della precedenza tra provincie diverse esclusivamente nelle operazioni di assegnazione provvisoria, fermo restando il diritto a presentare la domanda di mobilità [….]”

ads