Utilizzazione interprovinciale: il requisito indispensabile è sempre stato quello di appartenere a classe di concorso in esubero provinciale

Anna – Sono una docente di ruolo, titolare su scuola sulla classe di concorso A028. Sto facendo domanda di trasferimento interprovinciale volontaria per l’anno 2018/19, nella mia provincia di residenza. Qualora la domanda di trasferimento non dovesse andare a buon fine, come docente titolare su posto comune e specializzata su sostegno, potrei chiedere oltre l’assegnazione provvisoria, anche l’utilizzazione su sostegno interprovinciale- nella mia provincia di residenza- essendo figlia referente unica per l’assistenza al genitore ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92. L’eventuale domanda di utilizzazione potrebbe essere fatta indipendentemente dal fatto di poter essere perdente posto nella mia scuola di titolarità. Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna,

la precedenza 104 per assistenza a genitore dusabile non è un requisito valido per chiedere utilizzazione interprovinciale.

Sulla base delle regole valide fino al corrente anno scolastico, considerando che il CCNI sulla mobilità annuale 2018/19 non è stato ancora predisposto, per chiedere utilizzazione interprovinciale il requisito indispensabile è quello di appartenere a classe di concorso in esubero provinciale.

Non è sufficiente , quindi, essere stati dichiarati soprannumerari o essere stati trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata, ma è indispensabile che dopo tutti i movimenti l’esubero non risulti totalmente assorbito e vi siano ancora docenti soprannumerari senza sede in provincia.

Chiaramente sarà indispensabile verificare se nel CCNI 2018/19 questa regola sarà confermata

ads