Assegnazione provvisoria: non è mai stato previsto il ricongiungimento al promesso sposo

Enza – Sono un’insegnante scuola primaria di ruolo da venti anni a Roma, ho esigenza di chiedere l’assegnazione provvisoria in un comune della provincia di Monza Brianza per ricongiungermi al mio futuro marito, residente dal 3 luglio 2017  in quel comune. Potrei chiedere l’assegnazione provvisoria  a seguito della promessa di matrimonio (pubblicazioni), ovvero con la sola promessa di matrimonio? Ringraziando anticipatamente, porgo cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Enza,

la promessa di matrimonio non è mai stato un requisito sufficiente per il ricongiungimento nella domanda di assegnazione provvisoria.

Il ricongiungimento, infatti, è stato sempre possibile chiederlo al coniuge o parte dell’unione civile o al convivente, ma non è stato mai contemplato il promesso sposo.

Il CCNI per la mobilità annuale 2018/19 non è stato ancora predisposto, ma, personalmente ritengo che non possano esserci modifiche in tal senso. Sarà utile, comunque verificare dopo la pubblicazione

ads ads