Recuperare CFU per l’accesso alla classe di concorso: esame annuale da 9 o 12 crediti?

Stefania – mi ritrovo nella situazione alquanto delicata dei laureati in scienze politiche di vecchio ordinamento ai quali la legge del 2017 permette di accedere al concorso con tante incertezze e riserve. Occorre acquisizione crediti 24 per il prefit e presenza sul piano di studi di 4 diritti fondamentali. Dovrei sostenerne 2 (amministrativo e commerciale che non sono presenti nel mio vecchio piano di studi) per essere ammessa al concorso. Sono due corsi annuali. La mia domanda e’: ogni corso annuale di quanti crediti deve essere? 9, 12…? Perche’ in merito a cio ci sono pareri discordanti ne’ una normativa precisa. Grazie

risposta – gent.ma Stefania, a nostro parere una risposta al tuo quesito può essere rintracciata nella nota del Miur 25 ottobre 2017. Si tratta delle

Linee Guida di chiarimento sui 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche da conseguire per accedere al concorso 2018 per non abilitati nella scuola secondaria che, pur non essendo oggetto diretto del tuo quesito, in parte rispondono ad esso.

Uno dei quesiti più frequenti da parte dei laureati con titolo vecchio ordinamento infatti era quello di capire quanti crediti valesse un esame sostenuto nel periodo in cui non era ancora in vigore il sistema dei crediti.

La risposta del Miur è stata:

“Con particolare riferimento agli esami sostenuti nei diplomi di laurea del vecchio ordinamento si precisa che un esame semestrale può ritenersi pari a 6 CFU, mentre un esame annuale pari a 12 CFU.”

Di conseguenza, rovesciando il quesito, possiamo affermare che per il Miur un esame possa essere definito annuale se presenta 12 CFU.

Sappiamo che su tale quesito non c’è omogeneità nelle risposte, noi ti abbiamo fornito la nostra interpretazione.

ads