Trasferimento provinciale e assegnazione provvisoria interprovinciale: non c’è incompatibilità tra le due domande

Annamaria – Sono un’ insegnante di scuola primaria titolare su scuola  posto comune, nella provincia di Palermo, ma residente in provincia di Catania.Vorrei chiedere il trasferimento su sostegno nella mia stessa scuola di titolarità. Nel caso venisse soddisfatta la mia domanda, potrei chiedere assegnazione provvisoria interprovinciale nella mia provincia di residenza per ricongiungimento al  coniuge, oppure essendo stata soddisfatta la mia richiesta di mobilità non avrei più diritto a presentare domanda di assegnazione? La prego di delucidarmi in quanto è imminente la scadenza per l’inoltro della domanda di mobilità. Distinti saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Annamaria,

non esiste alcuna incompatibilità tra le due richieste.

Presentando ora domanda di trasferimento provinciale, anche se otterrai il movimento richiesto, potrai chiedere successivamente, nei tempi che saranno stabiliti nello specifico contratto, assegnazione provvisoria interprovinciale se hai i requisiti necessari per presentare la domanda, secondo le regole che saranno esplicitate nel CCNI sulla mobilità annuale 2018/19 che, al momento attuale, non è stato ancora predisposto

ads