Vincolo quinquennale: non si applica per il docente soprannumerario trasferito a domanda condizionata da posto comune a sostegno

Claudia – Per l’a.s. 2017/2018 sono stata trasferita, a seguito di domanda condizionata, da posto comune a posto di sostegno. Se partecipo alla mobilità 2018/2019 indicando la disponibilità sia per posto comune che per sostegno, e ottengo il posto sul sostegno, sarò soggetta al vincolo quinquennale? In tal caso è obbligatorio indicare la scuola di ex titolarità come prima preferenza? Cordialmente

Giovanna Onnis – Gentilissima Claudia,

come chiarisce l’art.23 comma 7 del CCNI, l’obbligo di permanenza quinquennale sul sostegno non si applica nei confronti dei docenti trasferiti a domanda condizionata in quanto soprannumerari da posto comune o cattedra a posto di sostegno. Questi docenti, quindi, hanno diritto alle precedenze previste nell’art. 13 punti II) e V) del contratto per il rientro con priorità nella scuola di ex-titolarità o nel comune di precedente titolarità.

Nel tuo caso, quindi, se continui a presentare domanda condizionata inserendo come prima preferenza la scuola di precedente titolarità e la tipologia di posto di precedente titolarità, cioè posto comune, anche se sarai trasferita sul sostegno il vincolo quinquennale non si applica per garantirti il rientro nella scuola su posto comune

ads ads