Per essere esclusi dalla graduatoria interna la disabilità del genitore deve avere carattere permanente

Cristina – Buongiorno,  sono stata immessa in ruolo quest’anno ed  ed ho goduto dei benefici della legge 104/92 per assistere mia madre. La certificazione dell’INPS richiedeva revisione nel mese di luglio e l’appuntamento è già fissato per il 30/07/2018. Posso essere esclusa dalla graduatoria per l’individuazione dei perdenti posto  anche se la certificazione di mia madre non è ancora permanente? Aspettando una cortese risposta le porgo distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Cristina,

Il comma 2 dell’art. 13 dispone che I docenti beneficiari delle precedenze previste ai punti I), III), IV) e VII) di cui al comma 1 del presente articolo e riconosciute alle condizioni ivi indicate… non sono inseriti nella graduatoria d’istituto per l’identificazione dei perdenti posto da trasferire d’ufficio, a meno che la contrazione di organico non sia tale da rendere strettamente necessario il loro coinvolgimento (es. soppressione della scuola, ecc.).

Tra le condizioni ivi indicate al punto IV è previsto che La particolare condizione fisica che dà titolo alla precedenza di cui al presente punto IV) nella mobilità a domanda deve avere carattere permanente. Tale disposizione non trova applicazione nel caso dei figli disabili.

Ciò è quindi confermato anche nella graduatoria interna di istituto dove si fa un’unica eccezione (oltre a quella già prevista per il figlio) che è per l’assistenza al coniuge.

ads ads