Graduatoria interna di istituto: è indispensabile per l’individuazione dei docenti soprannumerari

Leonardo – Nella mia scuola non é stata predisposta né pubblicata alcuna graduatoria interna. I termini sono decorsi e quindi scaduti e temo che si possa andare in contrazione. I giorni passano ma noi docenti non abbiamo notizie. Che fare?
P.S. Quest’anno sono arrivati da noi parecchi colleghi trasferiti quindi ora più che mai sarebbe necessaria tale graduatoria.
Grazie per la risposta che vorrete pubblicare.

Giovanna Onnis – Gentilissimo Leonardo,

la scuola è sicuramente inadempiente in quanto è tenuta a predisporre, aggiornare e pubblicare ogni anno scolastico la graduatoria interna di istituto.

Nello specifico, in base alla normativa vigente (CCNI mobilità), il  Dirigente scolastico deve provvedere, entro i 15 giorni successivi al termine fissato dall’O.M. per la presentazione delle domande di mobilità, alla formazione e pubblicazione all’albo dell’istituzione scolastica delle graduatorie comprendenti sia gli insegnanti titolari su scuola,  sia i docenti titolari su ambito con incarico triennale nella scuola.

In presenza di contrazione nell’organico della scuola gli eventuali docenti soprannumerari vengono dichiarati tali in base alla posizione occupata nella graduatoria e risulteranno in esubero i docenti in coda.

La collocazione dei docenti in graduatoria è determinata dal punteggio spettante, fatta eccezione per i docenti arrivati quest’anno nella scuola, in seguito a trasferimento o immissione in ruolo, che come “ultimi arrivati” saranno collocati in coda a prescindere dal punteggio e, in base a ciò, saranno loro a rischiare maggiormente l’esubero .

Sarebbe interessante capire, quindi, su quali basi , in presenza di esuberi, la scuola potrà ufficializzare ai docenti coinvolti di essere soprannumerari se non esiste una graduatoria, indispensabile per l’individuazione dei perdenti posto

ads ads