Il perdente posto che partecipa al trasferimento a domanda non ha nessuna precedenza. Chiarimenti

Silvana  – Non mi è molto chiaro: se il docente soprannumerario partecipa al trasferimento a domanda alla pari  con  chi ha prodotto domanda volontaria. Quali sono i vantaggi del docente soprannumerario? In che modo può precedere chi fa domanda volontaria?  Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Silvana,

il perdente posto che condiziona la domanda ha una sola priorità: rientrare automaticamente nella scuola di attuale titolarità qualora, durante i movimenti (pensionamento..trasferimento in uscita), si dovesse ricreare il posto.

Nel momento in cui ciò non accade e abbia indicato delle sedi nella domanda, parteciperà al movimento a domanda insieme a tutti gli altri docenti che partecipano al movimento senza alcuna precedenza, quindi col proprio punteggio.

Solo se non dovesse esprimere preferenze, o pur avendole espresse non dovesse essere soddisfatto, si muoverà d’ufficio, in questo caso prima dei movimenti a domanda, partendo però dalla prima scuola dell’ambito di titolarità (il sistema valuterà tutte le scuole dell’ambito, partendo dalla prima dell’elenco dell’ambito, fin quando non troverà un posto).

Stessa cosa ovviamente per il docente perdente posto che non abbia condizionato la domanda (movimento a domanda e d’ufficio avviene allo stesso modo).

ads ads