Assegnazione provvisoria: quali conseguenze per la graduatoria interna nella scuola di titolarità?

S.C. – Sono docente di scuola secondaria di II grado. ottenendo l’assegnazione provvisoria desideravo sapere la situazione che si viene a creare nella graduatoria interna della scuola di titolarità. Chiaramente con l’assegnazione perdo il punteggio per la continuità ma il rimanente punteggio posseduto viene valutato interamente nella graduatoria interna oppure sono considerato, nel rientro della mia scuola, come ultimo arrivato e quindi posto in coda? La ringrazio della sua  attenzione. Cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissimo S.C.,

l’assegnazione provvisoria non determina alcuna modifica nella titolarità del docente, che non potrà essere considerato come “ultimo arrivato” nella scuola di titolarità dopo un anno scolastico in AP in altra scuola.

L’unica conseguenza per la graduatoria interna di istituto è la perdita del punteggio di continuità maturato nella scuola di titolarità, ad eccezione dei docenti trasferiti nell’ottennio quali soprannumerari che abbiano chiesto, in ciascun anno dell’ottennio medesimo, il rientro nell’istituto di precedente titolarità.

Risulterà confermato, invece, tutto il punteggio derivante dai titoli posseduti e dal servizio ruolo e pre-ruolo svolto.

La collocazione del docente nella graduatoria interna di istituto seguirà normalmente il criterio del punteggio e in base a questo sarà collocato a pettine nella graduatoria.

Saranno in coda, a prescindere dal loro punteggio, i docenti “ultimi arrivati” per trasferimento, passaggio di ruolo, passaggio di cattedra o per immissione in ruolo, ma sicuramente non i docenti titolari che l’anno precedente erano in assegnazione provvisoria

ads ads