Trasferimenti provinciali: sono i primi movimenti nella sequenza operativa e vengono disposti su tutti i posti vacanti nella provincia

Maria – Sono entrata di ruolo quest’anno a 90 Km dalla mia residenza, ad aprile ho fatto domanda di trasferimento nella stessa provincia dove ho insegnato quest’anno e dove risiedo. Ho inserito come prima scelta una scuola dove quest’anno vi era una cattedra vacante, data ad assegnazione provvisoria. Vorrei chiederti, questa cattedra vacante sarà sicuramente disponibile per il trasferimento provinciale? Il trasferimento provinciale è il primo movimento che avviene? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria,

i primi movimenti che vengono disposti, in base alla sequenza operativa stabilita nell’allegato 1 del CCNI, sono i trasferimenti provinciali che precedono la mobilità professionale provinciale e tutta la mobilità interprovinciale.

Ai trasferimenti provinciali sono destinati tutti i posti vacanti nella provincia e sul residuo si applicano le aliquote del 10% per la mobilità professionale e del 30% per i trasferimenti interprovinciali.

Se, quindi, la cattedra di cui parli, assegnata nel corrente anno scolastico a docente in assegnazione provvisoria, risulta vacante, cioè non occupata da docente titolare, potrà essere sicuramente utilizzata per i trasferimenti

ads ads