Docente trasferito a domanda condizionata da posto comune a sostegno: non è soggetto al vincolo quinquennale

Francesco – Sono un insegnante di scuola primaria posto comune (entrato di ruolo su sostegno nel 2010). Quest’anno sono risultato perdente posto e ho dovuto fare domanda condizionata di trasferimento. Nel fare domanda condizionata ho inserito anche la possibilità di essere chiamato su sostegno(in quanto possiedo la specializzazione). Dalla mobilità è emerso che ora sono titolare su posto di sostegno in altra scuola. Le mie domanda sono queste: posso chiedere utilizzazione nella mia vecchia scuola? Se sì, su posto di sostegno o comune o entrambe? Inoltre il prossimo anno posso chiedere trasferimento su posto comune oppure devo ripetere nuovamente il vincolo dei 3 anni?
Grazie mille ti auguro una buona giornata.

Giovanna Onnis – Gentilissimo Francesco,

il vincolo temporale che deve essere rispettato da un docente  in seguito all’immissione in ruolo sul sostegno oppure al trasferimento da posto comune a sostegno è di 5 anni e non di 3 anni.

Tale obbligo di permanenza quinquennale sul sostegno non si applica, però, nei confronti dei docenti trasferiti a domanda condizionata in quanto soprannumerari da posto comune o cattedra a posto di sostegno. Questi docenti, come stabilisce l’art.23 comma 7 del CCNI sulla mobilità, conservano il diritto alle precedenze previste nell’art. 13 punti II) e V)

Nel tuo caso, quindi, essendo docente trasferito con domanda condizionata da posto comune a sostegno, non si applica il vincolo quinquennale sul sostegno e potrai chiedere utilizzazione nella scuola di precedente titolarità, anche su posto comune, così come il prossimo anno potrai chiedere trasferimento su posto comune

 

ads ads