Graduatoria interna di istituto: quali criteri per punteggio di continuità e per figlio minore?

N.L.  – Sono un docente in ruolo dal 2013/14 che ha ottenuto l’assegnazione provvisoria nell’attuale scuola di titolarità (II grado) nel 2015/16 e poi la titolarità dal 2016/17. Inoltre i primi giorni di marzo 2018 è nata la mia prima figlia. A proposito della Graduatoria interna di Istituto la segreteria sostiene che: 1) non mi spetta il punteggio (2 punti) di continuità nella scuola per l’anno di servizio svolto in assegnazione provvisoria “perché hanno sempre fatto così”, (a mio avviso spettano in quanto la tabella di attribuzione recita “… anni di servizio di ruolo nella scuola di attuale titolarità senza soluzione di continuità…”, cioè la titolarità deve necessariamente sussistere per l’anno in cui si effettua la dichiarazione, mentre non lo richiede esplicitamente per gli anni pregressi svolti nella medesima istituzione); 2) non mi può essere riconosciuto il punteggio per il figlio (4 punti) perché nato dopo il 31/12/2017. E’ corretta la non attribuzione di questi 6 punti operata dalla segreteria?

Giovanna Onnis – Gentilissimo N.L.,

la segreteria della tua scuola agisce correttamente per quanto riguarda il punteggio di continuità, ma sbaglia non attribuendoti il punteggio per il figlio nato nel mese di marzo.

Nel primo caso non ti spettano i 2 punti di continuità per il servizio svolto nella scuola di attuale titolarità nell’a.s. 2015/16, in quanto in quell’anno scolastico non eri titolare nella scuola, ma in assegnazione provvisoria. Il punteggio, di continuità, infatti, si valuta per il servizio continuativo svolto nella scuola di titolarità, come docente titolare nella scuola per la stessa tipologia di posto o classe di concorso.

Per la continuità non si valuta l’anno in corso e ti spettano, quindi, solo 2 punti per l’anno scolastico 2016/17 dal quale decorre la titolarità nella scuola

Il punteggio per figlio minore di sei anni ti spetta poiché per la graduatoria interna di istituto si valutano i titoli e le esigenze di famiglia possedute dal docente entro il termine per la presentazione delle domande di mobilità che, in base all’ordinanza ministeriale, è stato fissato per il 26 aprile 2018, per il personale docente di tutti gli ordini e gradi di istruzione.

Tua figlia è nata nel mese di marzo 2018, quindi prima di tale termine, conseguentemente ti spetta, nella graduatoria interna di istituto,  il relativo punteggio di 4 punti

 

 

ads ads