Mobilità annuale sul sostegno senza specializzazione: non si devono confondere le utilizzazione con le assegnazioni provvisorie

Valeria –  Scusate ma non riesco proprio a capire alcuni vostri interventi in quanto in una risposta del 11 luglio viene detto che per l’utilizzazione sul sostegno, per il docente titolare su materia non soprannumerario, è indispensabile la specializzazione
In altre risposte viene invece detto che, per l’assegnazione provvisoria sul sostegno senza specializzazione, il docente deve allegare alla domanda specifica autocertificazione sul possesso dei requisiti e inoltre che l’assegnazione provvisoria sul sostegno senza specializzazione riguarda solo i docenti in ruolo e non i precari

Non riesco proprio a capire le contraddizioni  nelle vostre risposte

Io sono stata immessa in ruolo questo anno scolastico come vincitrice del concorso 2016 all’interno di un ambito di Torino per Scienze motorie. Vorrei sapere, quindi,  se è possibile essere utilizzata sul sostegno, pur non essendo specializzata, ma avendo lavorato sul sostegno per molti anni a tempo determinato  e non sulla materia , in un’altra scuola all’interno dello stesso ambito scelta già per la mobilità, nel caso in cui non ci fosse posto nell’organico di diritto.

Giovanna Onnis – Gentilissima Valeria,

esiste una notevole differenza tra utilizzazioni e assegnazioni provvisorie e ribadisco che per chiedere utilizzazione sul sostegno, come docente titolare su materia, senza essere soprannumeraria, devi essere specializzata su questa tipologia di posto.

La possibilità di ottenere il sostegno senza specializzazione riguarda esclusivamente le assegnazioni provvisorie interprovinciali come prevede il CCNI 2018/19 nell’art.7 comma 16, movimenti inseriti nell’operazione n.41 della sequenza operativa.

Non c’è, quindi, alcuna contraddizione nelle nostre risposte, ma si tratta semplicemente di movimenti annuali diversi

ads ads