Il perdente posto non gode di nessuna precedenza nel trasferimento a domanda

Docente –  c.d.c. A047. Quest’anno sono stato dichiarato perdente posto nella mia scuola di titolarità. Appena venuto a conoscenza della situazione ho compilato la domanda di mobilità condizionata, mettendo come prima scuola quella di attuale titolarità e successivamente le altre in base ad un ordine a me favorevole. Oggi, pubblicati i movimenti, risulto trasferito d’ufficio in una scuola da me non inserita tra le preferenze. Nello stesso tempo, un collega con un punteggio più alto del mio non perdente posto (che ha presentato domanda di mobilità ordinaria) risulta aver avuto il trasferimento in una scuola che io avevo messo tra le mie preferenze.

Paolo Pizzo – Gentilissimo docente,

nelle preferenze espresse, il docente, anche se perdente posto, si muove a domanda insieme a tutti gli altri docenti. Pertanto, se un altro docente, con punteggio più alto, ha espresso una sede verrà su quella accontentato.

Giova infatti ricordare che il perdente posto non ha alcuna precedenza sulle sedi espresse, e comunque si muove d’ufficio, qualora non dovesse trovare posto, sulle sedi che rimangono libere nel proprio ambito di titolarità e in ordine di prossimità.

ads ads