Assegnazione provvisoria: il docente coniugato può chiedere ricongiungimento al genitore non convivente

Francesca –  Allo scadere delle domande di assegnazione provvisoria abbiamo dei dubbi con mio marito sui requisiti. Sono coniugata da circa un anno, ma mio marito per gravi condizioni di salute della madre non ha cambiato la residenza e risiede nello stesso  comune ma in un indirizzo diverso. Non essendo convivente con lui ho letto che non posso richiedere il ricongiungimento. Posso chiedere il ricongiungimento con mio padre che ha più di 65 anni ?  Cioè sono libera di decidere a chi ricongiungermi ? L’obbligo di ricongiungimento al coniuge esiste solo in caso ci siano i requisiti di convivenza ? Cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima Francesca,

sei libera di decidere a quale familiare chiedere ricongiungimento.

Per chiedere ricongiungimento al coniuge non c’è l’obbligo di convivenza, così come è stato stabilito anche per il genitore, contrariamente a quanto prevedeva il contratto dell’anno scorso applicato nell’a.s. 2017/18

Puoi quindi decidere senza vincoli se chiedere ricongiungimento a tuo marito o a tuo padre ultrasessantacinquenne , in ambedue i casi avrai diritto a 6 punti nel loro comune di residenza e dovrai inserire come prima preferenza una scuola ubicata in tale comune.

L’obbligo di convivenza sussiste, invece,  nel caso di ricongiungimento al convivente, ivi compresi parenti o affini, per i quali  la stabilità della convivenza deve risultare  da certificazione anagrafica, come chiarisce esplicitamente l’art.7 comma 1 del CCNI 2018/19

ads ads