Assegnazione provvisoria: a parità di precedenze e punteggio prevale il docente più anziano

Alessandra – Gentile Personale di OS, io e una mia collega abbiamo fatto domanda di assegnazione provvisoria  (AP) provinciale, stessa classe di concorso di titolarità, stesso ordine di scuola, stessa indicazione di cattedre tra scuole dello stesso comune (opzione “A”). In riferimento alle preferenze abbiamo indicato entrambe, dopo la scuola del comune di ricongiungimento (due comuni diversi), la stessa scuola (in comune diverso, stessa provincia) in seconda posizione. Se ci fosse posto in questa scuola (indicata in seconda posizione), a chi spetterebbe tra me e lei?

Preciso che nessuna delle due ha una precedenza ed entrambe, al di fuori del proprio comune di ricongiungimento, siamo a punteggio zero. A parità di assenza di precedenze e a parità di punteggio, chi prevale? La continuità didattica nella scuola in questione potrebbe essere un requisito? Parto dal presupposto che non ci sia nessuna disponibilità nella scuola del proprio comune di ricongiungimento (inserita in prima posizione). Restando in attesa di una risposta, sentitamente ringrazio.

Giovanna Onnis – Gentilissima Alessandra,

in assenza di precedenze e a parità di punteggio, viene valutata prima la domanda del docente più anziano anagraficamente.

I 6 punti spettano solo per le scuole ubicate nel comune di ricongiungimento, mentre per le altre scuole, in assenza di figli minori, siete ambedue a punteggio zero

Non esiste il diritto alla conferma della scuola avuta in assegnazione provvisoria l’anno precedente, quindi non si considera il criterio della continuità didattica e, in sintonia con quanto prevede il CCNI, “[….] In caso di parità di precedenza e di punteggio, prevale chi ha maggiore anzianità anagrafica [….]”

ads ads