Assegnazione provvisoria per docente che non ha svolto anno di prova: può essere chiesta solo nel grado di istruzione di titolarità

Caterina – Sono stata appena immessa in ruolo per l’anno scolastico 2018/19, ma sono in maternità obbligatoria dal 2 settembre. Rimandando l’anno di prova al 2019-20, potrò chiedere l’assegnazione provvisoria in altra sede più vicina per ricongiungimento alla famiglia (su stessa provincia e classe di concorso)? Se sì, è certo che la concedano o potrebbero anche non concederla? Grazie

Presa di servizio 2018/19: sono tenuti a farla anche i docenti in assegnazione provvisoria nel 2017/18

Antonietta – Sono una docente in attesa di assegnazione provvisoria, ho bisogno di sapere come devo comportarmi nel caso non riesca ad ottenerla, se andare o meno il 1 settembre per la presa di servizio, visto che la sottoscritta, nell’anno scolastico 2016/2017, ha fatto la presa di servizio e anno di docenza presso la scuola di titolarità. L’anno scorso invece ho ottenuto l’assegnazione provvisoria in altra provincia. Se non ottengo quest’anno scolastico l’assegnazione devo presentarmi cmq il 1 settembre presso la scuola titolare o posso evitare?

Assegnazione provvisoria in altro grado di istruzione: la domanda viene valutata se non è possibile soddisfare il docente nel grado di titolarità

Federica – Gentile redazione, sono una docente di ruolo della scuola primaria ed ho superato a giugno l’anno di prova. Sono abilitata per la classe di concorso A028. Ho chiesto assegnazione provvisoria sia per la primaria (poiché mi è stato detto che era obbligatorio) che per la secondaria di primo grado per un solo istituto comprensivo, quello di mio interesse. La mia domanda è: se ottengo per entrambi gli ordini di scuola l’assegnazione, posso scegliere dove accettare o sono obbligata ad accettare per la primaria? Grazie

Cattedra orario esterna confermata in organico: deve essere attribuita allo stesso docente a prescindere dal suo punteggio

Pierluigi – Sono docente di musica scuola media, titolare da sei anni. Dal 2016 ho una cattedra intera sul potenziamento. Stamattina mi hanno comunicato che una mia collega (dal 2016 titolare sulla stessa scuola con cattedra con completamento su altra scuola) ha diritto i avere cattedra intera mentre io devo prendere quella spezzata, questo perché lei ha più punti insegnando da più anni. Vorrei sapere se ha questo diritto. Da quello che ho letto io ha diritto a cattedra intera solo se libera. Grazie

Docente soprannumerario trasferito a domanda condizionata: per rientrare nella scuola di ex-titolarità deve liberarsi una cattedra nell’organico dell’autonomia

Silvia – A fine anno scolastico passato sono stata dichiarata perdente posto, ho compilato domanda di mobilità condizionata e nei trasferimenti usciti a fine giugno sono stata trasferita in una delle scuola che avevo messo tra le 5 preferenze. Ora accade che nella mia scuola di titolarità una mia collega, in data 24 agosto, sia stata convocata da altra graduatoria e abbia accettato, liberando di fatto un posto nella mia scuola di titolarità. La domanda è: è possibile che per il prossimo anno scolastico 2018-2019 venga richiamata nella mia scuola di titolarità? Se si è verosimile pensare che tale procedura avvenga già dai primi mesi di scuola? Grazie

Bonus 500 euro: i buoni generati e non utilizzati entro il 31 agosto saranno annullati e la relativa somma sarà disponibile per il prossimo a.s.

Monica – Vorrei porre un quesito ancora non chiaro riguardo le somme non spese del bonus docenti a.s. 2017/2018. Ho stampato il bonus di 500 euro nel mese di maggio ma non sono riuscita a spenderlo perché il mio intendo è quello di prendere un pc con delle caratteristiche che non ho ancora trovato. Se non lo spendo entro il 31 agosto 2018 verrà perso ? Se al contrario verrà cumulato con quello dell’a.s. 2018/2019 avrò a disposizione una doppia somma per un unico prodotto da acquistare o dovrò spendere i due bonus per forza separatamente? Grazie

Precedenza nella mobilità con legge 104 per assistenza genitore disabile: è indispensabile la connotazione di gravità certificata dall’art.3 comma 3

D.D. – Io che sono figlio di una donna portatrice di handicap (comma 1 art. 3), con percentuale dell’80%, posso accedere a qualche beneficio per graduatorie scolastiche? Penso, per esempio, a trasferimenti, assegnazioni provvisorie, o casi di soprannumerarietà. Ringrazio in anticipo per la risposta

Immissioni in ruolo ATA: i casi di rinuncia o assenza alle convocazioni

Giuseppe – Gentile redazione, pongo due quesiti in merito alla graduatoria 24 mesi personale ata. Qualora una persona facente parte del personale ata, inserito nelle graduatorie personale ata di Prima fascia con almeno 24 mesi idi servizio in  qualità di assistente amministrativo,  rinunci per iscritto o non si presenti alla convocazione con valore di notifica per l’inserimento in ruolo, cosa comportano  la rinuncia stessa ovvero la mancata presenza delle persone convocate.

Assegnazione provvisoria : a parità di precedenza si valuta il punteggio

L.M. –  Io e la mia collega abbiamo fatto entrambe richiesta di assegnazione provvisoria nella stessa scuola ubicata nel comune di assistenza a figlio disabile, (entrambe abbiamo tale precedenza). La differenza tra le due è che mentre io dallo scorso anno ero già in provincia, lei ha avuto solo questo anno il trasferimento da altra provincia. Il mio quesito è il seguente: per il calcolo del punteggio si deve tener conto solo dei 6 punti per figlio disabile (dato che la collega ha eccezionalmente potuto fare domanda, in quanto ricorre tale condizione) o bisogna sommare anche il punteggio per altri figli? Nel suo caso, costituendo la precedenza la sola condizione per poter richiedere l’ assegnazione in seguito a trasferimento in provincia, mi sembrerebbe logico non sommare le altre eventuali esigenze di famiglia. Ma non trovo ancora risposta al mio dubbio. Grazie

Bonus 500 euro: nessuna rendicontazione con scontrini o fatture per a.s. 2017/18

Marco –  Volevo saper se, per le spese sostenute con il bonus da 500 euro nell’a.s. 2017-2018, fosse importante conservare gli scontrini degli acquisti, seppur questi siano stati fatti generando il buono digitale con la carta docente. Lo chiedo perché non ho conservato le ricevute in questione. Nel vostro sito si parla di rendicontazione “centralizzata” e non più di quella da presentare alle segreterie. Saluti

Trasferimento scuola secondaria I grado: è nell’ Istituto Comprensivo e non nel singolo plesso

Giovanna – Ho chiesto trasferimento su scuola media dove sapevo essere andata in pensione docente di lingue nella succursale della suddetta scuola. Mi trovo ad avere avuto il trasferimento nella sede centrale dato che nel frattempo un docente ha chiesto di essere spostato dalla sede centrale alla cattedra in succursale..Cosa posso fare per avere il posto per cui ho fatto domanda? Grazie

Primo anno del bambino: riduzione allattamento dopo un periodo di congedo parentale

Daniela – sono un’insegnante di scuola primaria, neo immessa in ruolo, ma con anno di prova gia’ fatto e superato   (una lunga storia)…. diventata madre l’11aprile.  Il quesito che vorrei porti è il seguente : posso usufruire del congedo parentale da settembre a novembre e della riduzione di orario per allattamento da dicembre in poi? Sono in crisi, non so che scelta fare perché il bambino è ancora piccolo e la sede assegnatami non è proprio dietro  l’angolo, purtroppo… Ringraziandoti per la cortese collaborazione porgo i miei più cordiali saluti.

Assegnazione provvisoria: prima si valuta la tipologia di posto di attuale titolarità

Anna – sono una docente di Scuola Secondaria di I Grado , in ruolo su posto di sostegno, che ha superato il vincolo quinquennale. Quest’anno, non avendo ottenuto il trasferimento , ho presentato domanda di assegnazione provvisoria sia su posto di sostegno e sia su posto comune. Nella graduatoria relativa al posto comune mi precedono due colleghe  più giovani, che hanno lo stesso mio punteggio, sono dello stesso grado di istruzione ( I Grado), ma sono titolari su posto comune. Vorrei sapere se tutto questo sia corretto.Grazie Cordiali saluti.

Assunzione in ruolo: per la docente in maternità non vi è l’obbligo della presa di servizio

Docente – Buongiorno, Tra qualche giorno mi verrà assegnata la cattedra a tempo indeterminato e vorrei sapere se dato che mi trovo in maternità obbligatoria fino a novembre devo presentarmi fisicamente per la presa di servizio presso la scuola che mi verrà assegnata o posso intanto inviare il certificato di nascita di mio figlio e rinviare di qualche giorno la pressa di servizio.

Recupero debiti: il docente fino al 30/6 non può essere obbligato alla partecipazione.

Rossella – Buongiorno. Le vorrei porre un quesito.  Sono docente in danza contemporanea al liceo coreutico con contratto sino al 30 giugno, per 4h settimanali.  Ora vengo convocata telefonicamente per prender parte allo scrutinio/giudizio sospeso che si terrà prossima settimana per alcuni allievi rimandati in altre materie.  Dopo aver scritto al dirigente che mi trovavo impossibilitata ad accettare, mi si dice che il consiglio di classe deve avere stessa composizione di giugno e posso mancare solo x motivi di salute. Vorrei sapere se mio diritto non accettare e nel caso come comportarmi. Ovviamente non abbiamo invece ancora ricevuto convocazione per l’a.s. 18/19 cosa che probabilmente avverrà nella seconda metà di settembre.

DDL Pittoni, subito in ruolo docenti con 36 mesi di servizio. Conteggio parte da 1° settembre 2016

Relativamente al DDL del Senatore riguardo le assunzioni a tempo indeterminato per chi ha tre annualità su posto vacante e disponibile nelle statali, vedo che su un articolo di Orizzonte Scuola tale conteggio parta dal 2016. Leggendo attentamente il DDL non mi sembra di aver letto questa data di partenza relativa al calcolo annualità. La ringrazio.

Bonus 500 euro: il docente che non ha utilizzato il bonus 2017/18 lo cumulerà con quello erogato per il 2018/19

Antonella – Sono un’insegnante di ruolo che anche quest’anno usufruirà del bonus dei 500 euro per l’anno scolastico 2018/2019. Non avendo speso il bonus dell’anno precedente avrei bisogno di sapere se i due buoni, essendo cumulativi, fossero spendibili per lo stesso oggetto da acquistare. Grazie e arrivederci

COE ex-novo e sua attribuzione: quali criteri devono essere seguiti?

Francesca  – A seguito di una contrazione di ore, io e la mia collega, entrambe docenti di arte e immagine, abbiamo a disposizione 32 ore nella scuola di servizio. Si tratta di un Istituto Comprensivo su due comuni A+B con lo stesso codice meccanografico. Nella sede A sono disponibili 30 ore e nella sede B 2 ore. Una delle due colleghe possiede la legge 104, può quest’ultima avere 18 ore nella sede A per tutelare il diritto all’assistenza e l’altra completare su tre comuni A+B+C e cioè le rimanenti 14 ore più un terzo comune C? Grazie

Mobilità annuale 2018/19: il docente in attesa di assegnazione provvisoria dove dovrà prendere servizio il 1° settembre?

P.P. – Gentilissima redazione di Orizzonte scuola, sono un docente titolare in una scuola media in cui ho appena ottenuto trasferimento è quindi il 1 settembre dovrei fare la presa di servizio.
Tuttavia, a luglio, ho anche chiesto AP per le scuole superiori.
Se il 31 agosto risulterò assegnatario di AP, dove dovrei andare a firmare sabato 1 settembre? Nella scuola media in cui sono stato appena trasferito, oppure nella scuola superiore in AP? Grazie