Primo anno del bambino: riduzione allattamento dopo un periodo di congedo parentale

Daniela – sono un’insegnante di scuola primaria, neo immessa in ruolo, ma con anno di prova gia’ fatto e superato   (una lunga storia)…. diventata madre l’11aprile.  Il quesito che vorrei porti è il seguente : posso usufruire del congedo parentale da settembre a novembre e della riduzione di orario per allattamento da dicembre in poi? Sono in crisi, non so che scelta fare perché il bambino è ancora piccolo e la sede assegnatami non è proprio dietro  l’angolo, purtroppo… Ringraziandoti per la cortese collaborazione porgo i miei più cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Daniela,

puoi farlo.

La riduzione oraria per allattamento è un tuo diritto fino al primo compleanno del bambino.

Nulla osta quindi che tu possa fruire di un congedo parentale (i cui primi 30 gg. sono retribuiti per intero) e poi, al rientro tu fruisca della riduzione oraria per allattamento, atteso che il bambino non abbia finito il primo anno di età.

Ti ricordo che il permesso è subordinato esclusivamente all’orario di lavoro giornaliero e le ore di riposo devono essere così ripartite:

  • Se la giornata di lavoro è pari o superiore a 6 ore il riposo sarà di 2 ore (anche cumulabili);
  • Se la giornata di lavoro è inferiore a 6 ore il riposo è di 1 ora.

Ti consiglio di metteti d’accordo col DS sull’orario da effettuare ancor prima di rientrare in servizio dal congedo, in modo che al momento del rientro tu possa immediatamente fruire della riduzione oraria.

ads ads