Istituto di Istruzione Superiore e assegnazione dei plessi: in che modo incide la legge 104/92?

Giuliana – Buonasera,vi sarei grata se poteste darmi alcuni chiarimenti riguardo l’applicazione della legge 104 nella particolare situazione di seguito illustrata. Ai fini dell’attribuzione delle cattedre, la scuola avente unico codice meccanografico con graduatoria interna unica risultante dall’accorpamento di due licei (classico e linguistico/scienze umane), ma con due edifici distanti 800 m l’uno dall’altro, viene considerata sede unica? La collega che ha minor punteggio di me ma usufruisce della legge 104, può essere assegnata a classi che non sono nell’edificio dove lei ha abitualmente insegnato o lo spostamento da un edificio all’altro deve essere considerato spostamento di sede e pertanto non compatibile con l’applicazione della legge 104? Grazie della vostra disponibilità e dell’aiuto prezioso che ci date

Giovanna Onnis – Gentilissima Giuliana,

il docente con precedenza  104 è tutelato da eventuale esubero in caso di contrazione nell’organico della scuola e, a tal fine, viene escluso dalla graduatoria interna di istituto.

Nello stesso modo la 104 tutela il docente dall’attribuzione, all’interno di un IIS o di un IC, di un plesso ubicato in comune diverso da quello di assistenza del familiare disabile.

Nel caso da te esposto, però, si tratta di plessi facenti parte dello stesso IIS, che sono ubicati nello stesso comune e questo non rappresenta alcun impedimento per eventuale assegnazione al docente beneficiario della legge 104/92 di un plesso oppure di un altro

ads ads