Rientro anticipato del titolare. Si rispetta la scadenza del contratto al supplente in servizio

Scuola – Gentilissimi, un’insegnante ha chiesto congedo biennale fino al 31/05/2019. Viene stipulato il contratto con il supplente dal 17/09/2018 al 31/05/2019. Se durante l’anno scolastico dovessero venire meno le condizioni per usufruire del congedo (decesso dell’assistito) il supplente dovrà essere revocato o rimarrà in servizio fino alla scadenza del contratto? Si ringrazia per la consulenza e si porgono distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

non è possibile revocare la supplenza per un eventuale rientro anticipato del titolare.

La stessa ARAN in un orientamento applicativo per la Scuola ha affermato:

“Si fa presente che l’art. 18 comma 2 lett c) del CCNL 04/08/1995 prevedeva espressamente la risoluzione del contratto stipulato con il supplente a seguito del “rientro anticipato del titolare”, questa norma non è stata più ripresa dai successivi CCNL per cui si deve considerare non più applicabile.”

Si ricorda inoltre che l’art. 41 del nuovo CCNL prevede un solo caso di risoluzione del contratto ovvero quando si nomina e successivamente viene pubblicata una nuova graduatoria.

Pertanto, il contratto fino al 31/5 dovrà essere rispettato e nel caso vengano meno i presupposti del congedo il titolare rientrerà a scuola a disposizione e il supplente, per continuità didattica, rimarrà in servizio nelle classi fino a scadenza naturale del contratto.

ads ads