Assegnazione provvisoria: non può essere disposta su scuola non richiesta nella domanda

Alessandro –  Sono un docente di ruolo scuola secondaria di II grado che ha inoltrato per l’ A.S. 2018/2019 domanda di Assegnazione Provvisoria per altra provincia diversa da quella di titolarità.
In quest’ultima provincia di destinazione sono state inoltrate per la specifica medesima classe di concorso due domande di AP provinciale ed una (la mia) di AP interprovinciale.
A nessuna delle tre ha fatto seguito l’ assegnazione provvisoria sulle due uniche cattedre disponibili perchè nelle domande non sono state indicate le sedi in cui queste ultime cattedre si sono rese disponibili.
A questo punto queste due cattedre sono ancora libere.
E’ possibile per me riuscire ancora ad avere una di queste cattedre?

Giovanna Onnis – Gentilissimo Alessandro,

la risposta al tuo quesito è negativa.

Non hai ottenuto l’assegnazione provvisoria nella provincia richiesta in quanto non hai espresso la preferenza in nessuna delle due scuole dove risulta disponibile una cattedra.

L’assegnazione provvisoria è, infatti, un movimento annuale a domanda e, come tale, non può essere disposta d’ufficio in sedi non richieste dal docente.

Avresti potuto ottenere AP in una delle due scuole con disponibilità di cattedra, anche se non richieste analiticamente nella domanda, se tra le preferenze territoriali avessi inserito la preferenza sintetica sulla provincia.

 

ads ads