Graduatorie III fascia ATA: il servizio che ha dato diritto alla pensione può essere valutato

Ci sono persone oggi pensionate con Ente Poste e in servizio quale coll. scolastico con contratto a tempo determinato.  premesso che  con la legge Dini si può lavorare anche dopo la pensione, io mi chiedevo se fosse legittimo considerare  gli anni di servizio presso Ente poste, che hanno dato diritto alla pensione , valutabili ai fini
della domanda di incarichi e supplenza personale ATA.

Si può rinunciare ad una proposta di proroga o conferma di una supplenza senza incorrere in sanzioni

Elena – Buongiorno, sto effettuando una supplenza breve in sostituzione di una maternità fino al 22/12/2018. La segreteria mi ha comunicato che dopo le vacanze natalizie verrei chiamata ancora io, probabilmente fino al termine delle lezioni a giugno. La mia domanda è questa: per motivi personali non voglio più prolungare questo contratto, ma non accettando il rientro dalle vacanze al 7/01/2019 incappo in sanzioni? Posso quindi rifiutare? In teoria il contratto termina al 22/12. In attesa di una Vostra gentile risposta Vi porgo Cordiali saluti

L’anno di prova si effettua una sola volta se si tratta dello stesso ruolo

Silvia – scrivo per avere un’informazione sui passaggi di ruolo e sui rispettivi anni di prova. Nel settembre 2016 sono entrata di ruolo per Lettere nella scuola superiore con il concorso terminato poche settimane prima. Purtroppo mi hanno mandata lontano da casa e lo stesso è stato fatto l’anno dopo. Così quest’anno ho deciso di passare nella scuola media e finalmente mi sono avvicinata a casa. Di nuovo sono nell’anno di prova. Ora la mia domanda è questa: se in futuro volessi ritornare nelle scuole superiori, dovrei sostenere di nuovo l’anno di prova, visto che sono già entrata di ruolo nelle superiori nel 2016? Grazie in anticipo!

Supplenza al 30/6 o al 31/8?

Scuola – Gent.ma Redazione. Si chiede cortesemente un Vostro parere in merito al quesito che segue. Su una cattedra di Scuola secondaria di primo grado resasi disponibile non in organico di diritto ma a fine mese di luglio 2018 in quanto il titolare ha potuto usufruire del pensionamento con i benefici previsti dalla normativa sull’Ape sociale, il supplente deve essere nominato fino al 30 giugno 2019 o fino aL 31 agosto 2019?  Si ringrazia fin da ora e si porgono cordiali saluti.

Insegnamento lingua Inglese nella scuola Primaria: quali sono i titoli necessari ?

M.S. – Sono di ruolo sostegno primaria, laureata SFP. Ho dato solo un esame annuale di inglese all’università corrispondente al livello b1. Vorrei sapere se superato il quinquennio obbligatorio posso insegnare inglese e chiedere:

1) passaggio di cattedra su posto inglese
2) passaggio su posto comune e poter insegnare anche inglese.
Grazie tante per la gentile risposta

Mobilità per docente di sostegno che ha superato il vincolo quinquennale: se chiede altra classe di concorso nello stesso grado è un passaggio di cattedra

Leo –  sono un docente di sostegno (classe di concorso di riferimento A47 ex A048) della scuola secondaria di secondo grado di ruolo dall’A.S. 2013-2014. Avendo superato il vincolo quinquennale, il prossimo A.S. vorrei chiedere il trasferimento su materia, ma non nella classe di concorso di riferimento, cioè la A47 ex A048, bensì nella classe di concorso A26 ex A047 precisando che anche per quest’ultima ho regolare abilitazione. Quale domanda dovrei presentare, trasferimento o passaggio cattedra? Grazie per l’attenzione

Mobilità in un Istituto di Istruzione Superiore: non si può esprimere preferenza per il singolo indirizzo

Antonietta –  Sono titolare di cattedra (A012) in un IPSIA che è stato accorpato ad un IIS di cui fanno parte  anche il Liceo Classico ed Artistico ubicati nello stesso comune. Vorrei chiedere il trasferimento al Liceo Artistico dove esiste, ovviamente, la mia stessa classe di concorso. Contestualmente, vorrei chiedere il passaggio di cattedra per i due licei su A19 nell’ambito dello stesso IIS. Avrei la precedenza, se ripristinata la fase comunale ed essendo già titolare nello stesso istituto, rispetto ad altri colleghi in fase provinciale? Grazie

Assegnazione provvisoria interprovinciale: si potrà chiedere dopo aver ottenuto il trasferimento interprovinciale?

Ferdinando – Sono un docente della scuola secondaria di secondo grado, sono entrato in  ruolo il 1 settembre 2014 sul sostegno a Bergamo, ho svolto l’anno di prova 2014, e nel 2015/16 ho ottenuto l’assegnazione provvisoria in Calabria,  successivamente nell’anno scolastico 2016/17 il trasferimento in Calabria (su scuola e non su ambito) (ricongiungimento: moglie e le mie due figlie risiedono in Calabria).

Mobilità e precedenza coniuge militare trasferito d’ufficio: vale solo per i trasferimenti, ma non per la mobilità professionale

Daniele – Sono un docente di ruolo di secondaria I grado. Ai fini della mobilità professionale ho visto che c’è una precedenza per i coniugi di militari  trasferiti d’autorità. Volevo chiedere se ai fini di tale precedenza bisogna essere  coniugi o basterebbe anche una convivenza di fatto. La ringrazio

Mobilità 2019/2020: quali tipologie di preferenze si potranno inserire nella domanda?

M.B. – Sono una docente di ruolo dal 2014 nella scuola secondaria di I grado. Per il prossimo anno scolastico vorrei chiedere il trasferimento all’interno della stessa provincia. Potrò esprimere solo la preferenza su scuola oppure dovrò scegliere un ambito? Avrò quindi il vincolo triennale? Grazie per tutte le informazioni.

Superamento dei primi 18 mesi di malattia e richiesta di ulteriori mesi. Procedura per la scuola

Scuola – Gentile Redazione,,un nostro docente con contratto a tempo indeterminato è in procinto di superare i 18  mesi di assenza per malattia nel triennio. Nel caso si verificasse il superamento del periodo di comporto, quale è la corretta procedura da seguire attualmente in vigore?,In un precedente post si fa riferimento ad una vecchia circolare ministeriale del 13 marzo 2000 n. 69, in base alla quale il Dirigente Scolastico, prima di procedere alla risoluzione del rapporto  di lavoro, deve “attivare la procedura per l’accertamento tecnico della sussistenza dell’eventuale inidoneità allo svolgimento del servizio” procedendo alla richiesta di visita medico – collegiale anche in caso di mancata esplicita richiesta da parte del dipendente interessato. Queste disposizioni sono tuttora valide? E in tal caso, sarebbe opportuno  avanzare la richiesta alla Commissione Medica di Verifica non appena  in possesso di una certificazione di assenza per malattia che vada oltre i 18 mesi? RingraziandoVi anticipatamente, porgiamo cordiali  saluti.

Supplenza ATA: è possibile lasciare una supplenza breve per una al 30.06

Gentile Redazione la scrivo per un quesito personale che potrebbe interessare anche altre persone. Il 02/10/2018 vengo chiamato per una supplenza breve di 21 ore su tre giorni (martedì mercoledì e giovedì)sino al 19/10/18 , l’08/10/2018 accetto un contratto al 30/06 di 36 ore e quindi lascio la supplenza breve. Volevo chiederle il contratto breve deve essere fatto solo di tre giorni lavorati oppure fino al 07/10/2018? Grazie per la consulenza