Graduatorie III fascia ATA: il servizio che ha dato diritto alla pensione può essere valutato

Ci sono persone oggi pensionate con Ente Poste e in servizio quale coll. scolastico con contratto a tempo determinato.  premesso che  con la legge Dini si può lavorare anche dopo la pensione, io mi chiedevo se fosse legittimo considerare  gli anni di servizio presso Ente poste, che hanno dato diritto alla pensione , valutabili ai fini
della domanda di incarichi e supplenza personale ATA.

Io ricordo che in passato, compilando un modello di inserimento in 1 fascia personale ATA, c’era espressamente scritto che non potevano essere valutati i servizi già riscattati ai fini pensionistici. Peccato che non riesco a trovare questo modello.

Gradirei un parere in merito perchè le graduatorie di terza fascia ATA – sono piene di ex dipendenti delle Poste.  Grazie

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, l’U.S.R. Veneto in una FAQ del 2014 afferma quanto segue:

n. 39 ‐ Il servizio prestato da un collaboratore scolastico attualmente cessato ed in pensione può essere valutato sia ai fini dell’accesso (30 giorni) che ai fini del punteggio ?

Risposta ‐ I DD. MM . 716 e 717 del 5.9.2014, norme di riferimento per la valutazione dei titoli, non precludono la valutazione dei servizi che hanno dato luogo a trattamento di pensione, fatta eccezione per i candidati che sono stati collocati a riposo in applicazione di disposizioni di carattere transitorio o speciale che non hanno titolo a partecipare alla procedura in esame (v. art. 3 DM 717/2014).

Naturalmente tale disposizione è applicabile anche all’ultimo D.M. 640/2017 e anche al servizio prestato presso Poste Italiane.

La cosa importante è invece, valutare in modo corretto il servizio di poste. Secondo la circolare ministeriale prot. n. 1293 del 22 febbraio 2012, i servizi prestati presso Poste e Telecomunicazioni; Ferrovie dello Stato; Azienda di stato Servizi Telefonici sono considerati come servizi prestati presso le Amministrazioni Statali se prestati rispettivamente fino al 31.12.1993 (Poste e telecomunicazioni), 13.06.1985 (Ferrovie dello Stato), 13.12.1992 ( Azienda di Stato Servizi Telefonici).

Pertanto occorre valutare unicamente il servizio poste prestato entro il 31.12.1993.

ads ads