Punteggio di continuità maturato: si perde in seguito a trasferimento e non è più valido nella nuova scuola di titolarità

Luca – Insegno per il terzo anno di fila nella stessa scuola, ma quest’anno intendo chiedere il trasferimento. Potrò far valere almeno per l’anno scolastico 2019-2020 il punteggio di continuità, pur trovandomi in una sede diversa da quella in cui ho esercitato la docenza nel precedente triennio? Spero di essere stato chiaro. In sostanza, a partire da quando posso vedermi riconosciuto il predetto punteggio? Grazie

Passaggio di ruolo: il neoimmesso potrà chiederlo dopo aver superato anno di prova

Antonella  – Sono entrata di ruolo come docente di scuola primaria dopo aver superato il concorso titoli ed esami DDG 82/2012 con decorrenza giuridica 1/9/2014 e decorrenza economica 1/9/2015. Abilitata all’insegnamento della lingua inglese nelle scuole medie e superiori (ho conseguito il TFA nel 2015 per le classi di concorso A345 e A346) mi interesserebbe fare il passaggio da scuola primaria a scuola secondaria di primo o secondo grado. Potrei cortesemente sapere di quanti anni è il vincolo temporale dopo essere stati immessi in ruolo prima di poter tentare il passaggio di ruolo? Ringrazio anticipatamente. Distinti saluti

Bonus 500 € per docente in pensione con decorrenza 1/09/2018: per il corrente anno scolastico spetta intera somma

L.S. – Spettabile redazione, chiedo gentilmente un chiarimento in merito all’utilizzo del bonus docenti di 500 euro. Io sono una docente di scuola secondaria superiore e andrò in pensione l’anno prossimo con decorrenza 1 settembre 2018. Posso usufruire dell’intero importo per l’anno scolastico in corso o dovrò calcolare gli 8/12 del totale? Grazie

Docente su Cattedra Orario Esterna: quando rischia di diventare soprannumerario?

Donatella – Quest’anno, a seguito della contrazione delle classi nella scuola secondaria di I grado in cui sono titolare di cattedra di matematica e scienze, mi sono vista assegnare una cattedra a completamento esterno, 6 + 6 + 6. Venendo a perdere nella scuola di titolarità le residue 6 ore, sarò perdente cattedra o devo considerare anche la mia posizione nelle altre due scuole che mi sono state assegnate d’ufficio per completare la cattedra? Grazie

Passaggio di ruolo per “ritornare” nel precedente grado di titolarità: il docente non dovrà svolgere una seconda volta l’anno di prova

Giulio – Sono un docente di Italiano assunto in ruolo nel 2015 alle superiori fuori dalla provincia di residenza e ho svolto con decreto di conferma in ruolo l’anno di prova. Per avvicinarmi a casa ho fatto nel 2017 un passaggio di ruolo alle medie e sto svolgendo anno di prova. Adesso vorrei sapere, avendo abilitazione per insegnare italiano alle scuole superiori e avendo già svolto l’anno di prova in quel l’ordine di istruzione, posso fare domanda per l’anno 2018/2019 di passaggio di ruolo alle scuole superiori?

Passaggio di ruolo: è un movimento tra ordini o gradi diversi di istruzione

Riccardo – Ho avuto il passaggio di ruolo dalla scuola secondaria di 1° grado (A049) alla scuola secondaria di 2° grado (A048). Due anni fa ho fatto l’anno di prova e formazione per la A049. Chiedo se devo fare ancora l’anno di formazione oltre all’anno di prova, visto che il mio passaggio di cattedra è un passaggio di grado e non di ordine, rimanendo nella scuola secondaria. Per precisare meglio il mio pensiero, se avessi fatto un passaggio dalla scuola primaria alla secondaria capirei il dover ripetere l’anno di prova e formazione, ma rimanendo sulla scuola secondaria, non basta solo l’anno di prova? Grazie

Mobilità per docente con incarico triennale: potrà chiedere passaggio di ruolo per il 2018/19?

Fabio – Sono un docente di Lingua Inglese, immesso a ruolo l’anno scolastico scorso. Ho un contratto triennale presso la scuola secondaria di I grado in cui sto lavorando ma sto pensando di passare a una secondaria di II grado. Come presento domanda di mobilità? Con che tempistiche? Dove trovo la modulistica? Grazie in anticipo

Attività funzionali all’insegnamento 40+40: il conteggio riguarda le ore di attività effettivamente svolte dal docente

G.S. – Usufruisco della legge 104 per assistenza a mia suocera, sono insegnante di religione in un istituto alberghiero con orario di cattedra a tempo indeterminato. Chiedo se si intendono raggiunte le 40 ore alla partecipazione dei consigli di classe anche quando non sono stata presente perché utilizzavo un giorno di permesso per la legge 104. Grazie

Docente soprannumerario: si individua nell’organico dell’autonomia senza distinzione tra docente in servizio sul potenziamento o sull’organico di diritto

Maria Rosaria  – Sono una docente  che ha ottenuto quest’anno il passaggio di ruolo su scuola, nella classe di concorso A054. Nella mia scuola attualmente c’è un’altra docente che copre 18 ore di Storia dell’Arte, le altre 2 ore disponibili sono state assegnate a me, per le restanti 16, sono a disposizione. In segreteria mi hanno detto che la mia cattedra è su potenziamento, pertanto, se fra due anni la scuola si dovesse dotare di un altro PTOF e dovesse ritenere non più necessarie le ore di potenziamento di Storia dell’Arte,  io dovrei perdere la cattedra. A me risulta che, facendo ormai parte dell’organico dell’autonomia di quella scuola, non corro questo pericolo. Chiedo pertanto: Corro il rischio tra due anni di perdere la cattedra? Faccio parte o no dell’organico di potenziamento?  In attesa di un vostro gentile riscontro, porgo cordiali saluti.

Passaggio di ruolo all’interno di un Istituto Comprensivo: nessuna garanzia di ottenere il movimento richiesto per docente titolare nello stesso Istituto

Liliana – Sono un’insegnante della scuola dell’infanzia che vorrebbe fare il passaggio di ruolo alla primaria nel medesimo Istituto comprensivo, nel quale il prossimo anno scolastico si libereranno 5 posti. Essendo già insegnante presso questo circolo, per continuità ho qualche sicurezza sull’ assegnazione?

Trasferimento da sostegno a materia: nessuna precedenza per il docente che chiede la stessa scuola di titolarità

Doriana – Farò domanda di trasferimento sulla singola scuola, sono una docente di Ed. Fisica,  ho la L.104 con invalidità del 67% e 230 punti di anzianità,  le chiedo, se un docente interno alla scuola da me chiesta, attualmente su sostegno chiede il trasferimento su materia, ma a meno punti di me, chi ha la precedenza? La ringrazio

Cattedra vacante per trasferimento del titolare: la sua assegnazione (mobilità o supplenza) è competenza dell’Ufficio Scolastico Provinciale

Rosa –  Mia figlia, insegnante della scuola dell’infanzia,sostituisce una collega che vive in Puglia e che ha chiesto il trasferimento. Qualora la suddetta insegnante lo ottenesse, la cattedra verrebbe assegnata dal provveditorato o dal dirigente scolastico dell’istituto?

PS) La supplenza per il momento finirebbe il 30 novembre…

Mobilità da sostegno a posto comune: quali preferenze sarà possibile esprimere?

Michela – Sono un’insegnante di sostegno di ruolo da 5 anni. Ho cercato un po’ di informazioni ma non ho trovato nulla di chiaro, quindi vi chiedo un aiuto. Sto valutando il passaggio a posto comune dal sostegno, se quest’anno scolastico decidessi di farlo, mi sposterei su ambito o su scuola? Sarebbe una mobilità o un trasferimento? Grazie  mille!

Docente trasferito da materia a sostegno: per tornare su materia dovrà aspettare cinque anni

Anna – Sono una docente di Geografia Economica, abilitata alla classe di concorso A039, entrata in ruolo nel 2011. Purtroppo per mancanza di cattedre sono stata negli anni assegnata a varie scuole della provincia, spesso anche molto lontane dal luogo di residenza. Nel 2015 ho fatto domanda di trasferimento, come di prassi, ma chiedendo anche l’opzione per l’insegnamento sul Sostegno, volendo avvicinarmi per gravi motivi di salute. Ho ottenuto il trasferimento in città sul sostegno, poiché non vi erano cattedre di geografia. E’ nota l’annosa questione che riguarda l’atipicità’ di questa disciplina, a cui accedono docenti provenienti da diverse classi di concorso. Ora vengo a conoscenza della sentenza del TAR che destina a tale insegnamento solo i docenti abilitati con classe di concorso A039 Geografia.

Docente neo-immesso che non ha svolto anno di prova: potrà chiedere comunque trasferimento da posto comune a sostegno

Angela – Sono docente di scuola secondaria di secondo grado entrata in ruolo giuridicamente nel 2015/2016, ma economicamente dal 1 settembre 2016. Lo scorso anno sono stata in congedo parentale e non ho potuto svolgere l’anno di prova. Quest’anno sto frequentando il corso di specializzazione sul sostegno e essendo in aspettativa non retribuita non riuscirò a svolgere l’anno di prova.

Cattedre nell’ organico dell’autonomia : cattedra esterna trasformata in cattedra interna solo in presenza di nuova disponibilità oraria

Patrizia – Sono un’insegnante di Francese nella scuola secondaria di primo grado. Sono titolare in un I.C. con dodici ore settimanali e completo in un altro I.C con sei ore. Vorrei sapere se è possibile completare il mio orario nella mia scuola di titolarità, con 6 ore di potenziamento. Il mio D.S. non avrebbe nulla in contrario. Cosa devo fare? Grazie infinite

Assegnazione provvisoria: sarà sempre possibile chiederla nella provincia di titolarità?

Enrico – Cortesi esperti, pur essendo di ruolo nella provincia di Chieti, il prossimo anno vorrei chiedere assegnazione provvisoria per ricongiungermi con mia moglie, visto che insegno a oltre 50 km dalla sua residenza nella medesima provincia. Se sarà riconfermata l’ultima normativa, l’avere già il ruolo nella provincia di residenza del mio coniuge può impedirmi di chiedere assegnazione presso una scuola più vicina della stessa provincia? Un ringraziamento per il vostro utilissimo servizio