Trasferimento con precedenza. Se non si ottiene si rimane nell’attuale scuole di titolarità

Irene – Salve,  Sono una docente di scuola superiore di II grado e vorrei chiedere trasferimento ad altro istituto nella stessa città. Godo dei benefici della legge 104/92 avendo uno stato di handicap con connotazione di gravità e una grave invalidità. Vorrei sapere se chiedendo trasferimento in altro istituto, devo prima accertarmi se vi è posto e se la domanda potrebbe  non essere accettata in caso non vi fosse disponibilità di posti. Inoltre, essendo passata di ruolo nel 2012 nella vecchia classe di concorso A050, vorrei sapere se potrei chiedere trasferimento in un liceo per insegnamento del latino, ex classe di concorso A051, in cui sono abilitata e in cui ho insegnato per cinque anni fino al passaggio di ruolo. Ringrazio e saluto cordialmente.

Ore funzionali quando si è in servizio in più scuole. Il riferimento è ancora il CCNL 2007

Docente – Spettabile redazione, con l’avvio dell’anno scolastico siamo alle prese con le varie attività funzionali all’insegnamento, ancora privi di un piano delle attività. Le stesse sono particolarmente gravose per chi ha 2 o 3 sedi, la soluzione è quella di decidere a quali riunioni partecipare….ma esiste una priorità? Inoltre, approvato i piani della attività, generalmente invio ai rispettivi DS una PEC con indicate le attività alle quali parteciperò fino al raggiungimento delle 40 ore. Quali sono i riferimenti normativi da utilizzare in base al nuovo contratto 2018? Grazie.

COE restituita al Dirigente scolastico: si scorre la graduatoria di istituto per l’intera cattedra

DSGA – L’ Ufficio scolastico provinciale di X allineandosi a quanto disposto nella  nota X  dell’ Ufficio scolastico Regionale x  ha disposto che, per il conferimento delle supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche per posti che non sia stato possibile coprire con il personale incluso nelle graduatorie ad esaurimento, provvederà per l’intera cattedra, anche COE,  il dirigente scolastico  che gestiste la cattedra. Mentre in caso di sostituzione del docente nominato sulle predette C.O.E. ciascuna scuola provvede autonomamente alla copertura della propria frazione di ore  Ciò premesso si C H I E D E  un Vs. autorevole parere in merito alle suddette circolari.

Chi ha uno spezzone al 30/6 non può lasciare per una cattedra intera

Lena – Buon pomeriggio, sono un’insegnante di TERZA FASCIA. Sono iscritta per le classi di concorso A026, A040,A041, A020,A060. Per il triennio 2017/20 ho fatto domanda nella provincia di Bologna e la rete mi ha assegnato uno spezzone di 8 ore per la classe di concorso A026 (matematica). Le vorrei chiedere se mi arriva una convocazione per una cattedra intera su un’altra classe di concorso posso accettare 1) solo 10 ore di completamento alle 8 ore già scelte? O 2)Posso accettare l’intera cattedra e lascio lo spezzone su cui già sto lavorando? Grazie di ogni risposta che mi potrà dare.

Il registro firme per la rilevazione della presenza dei docenti non ha valore se non opportunamente deliberato

Edoardo – Buongiorno, nella mia scuola è stato predisposto un registro per firmare  l’ora d’ingresso nella scuola dei docenti. Si può proporre in sede di  collegio docenti la votazione per la sua abolizione? Esiste una  giurisprudenza che analizza e valuta casi del genere? A me pare che tale  registro firme equivalga al cartellino.

I trasferimenti sono regolati da precise regole stabilite per Contratto

Lapo  – Buongiorno, scrivo per chiedervi un parere su una questione che, a fronte di una logica lineare e priva di complicazioni, é destinata probabilmente a scontrarsi invece con una realtà le cui dinamiche sono regolate dalla burocrazia. Sono neoimesso in ruolo (anno di prova) per l’a.s. 2018/2019 classe A019 (ex A037 storia e filosofia) con assegnazione presso il Liceo di una provincia. Un mio ex-collega (lavoravamo insieme in una scuola privata) immesso in ruolo tre anni fa il quale lavora attualmente presso un liceo di un ‘altra  provincia in cui mi interessa lavorare mi fa sapere che in questa stessa scuola esiste una cattedra di storia e filosofia scoperta che la dirigenza scolastica ha difficoltà ad assegnare. Esiste qualche modo, qualche escamotage, per poter essere trasferiti dalla mia attuale sede in una provincia alla sede che mi interessa nell’altra provincia? Grazie, come sempre, per la generosa disponibilità che dimostrate. Cordiali saluti.

Aspettativa per motivi personali o di famiglia. Quando si può chiedere un ulteriore periodo?

Rosaria   – Buongiorno sono una docente a tempo indeterminato A046. Per gravi motivi familiari ho richiesto nell’anno scolastico 2017/2018 aspettativa non retribuita dal 25 settembre 2017 fino al 28.02.2018 rientrando in servizio per il restante anno scolastico e per il corrente anno scolastico dal 02 ottobre 2018 fino al 31.01.2019. Vorrei sapere quanti mesi di aspettativa posso ancora chiedere e se con il servizio prestato ho diritto all’attribuzione dei 6 punti del servizio per anno scolastico 2017/2018.
Grazie per la consulenza. Distinti saluti.

Lasciare una supplenza breve per altra al 30/6 o 31/8

Dalila –  Salve,  ho accettato una supplenza temporanea di 18 ore nella mia classe di concorso sino al 19/12/2018. Qualora fossi convocata per una supplenza al 30 giugno o al 31 agosto è possibile chiudere il contratto precedente e accettarne uno nuovo? Sono certa che fino all’anno scolastico precedente questo fosse possibile. Mi chiedo se ciò è valido anche per l’anno scolastico 2018/2019. Grazie mille, rimango in attesa di una risposta.

Permesso per allattamento: spetta anche al docente in part time indipendentemente dall’orario settimanale

Docente –  quest’anno ho chiesto ed avuto un part time di 12h articolato su 4 gg lavorativi e che sino a giugno ha usufruito della riduzione oraria per l’allattamento.  Adesso, con il part time di 12h mi hanno detto che non ho più diritto all’allattamento secondo la circolare inps 95/2006 che stabilisce che non si ha riduzione se inferiore a 13h….è vero?

Supplenze e rifiuto nomina conferita dalle graduatorie di istituto. Quali sanzioni

Riccardo  – vi scrivo per un dubbio che non mi da pace. Mi sono arrivate delle proposte di supplenza al 30 giugno, una di 2 ore in un paesino lontano 40 km da dove abito, e una a 25 km di 6 ore sempre fino al 30 giugno. Poiché sono spezzoni, ed economicamente svantaggiosi, come posso declinare queste supplenze senza sanzioni? Grazie, Riccardo.

Docente soprannumeraria. Come avviene l’assegnazione di una sede

Docente – Mi rendo conto di porre la domanda anzitempo ma vorrei iniziare a farmi un’idea. Ho ottenuto il trasferimento su coe ed è probabile che, per l’a.s. 2019/20 sarò dichiarata sovrannumeraria essendo la scuola in forte contrazione. Poiché sono attualmente in ruolo nella secondaria di secondo grado ma ho un buon numero di anni tra preruolo e ruolo alle medie il mio punteggio in graduatoria d’istituto è nettamente inferiore a quello della mobilità pertanto. Se mi trovassi a fare domanda da sovrannumeraria e non volessi condizionare la domanda (quindi andare via nonostante le condizione di sovrannumero venisse a cessare) concorrerei, per la volontaria, con il mio punteggio o con quello della graduatoria di istituto? Grazie mille.

Gravi patologie e certificazione da presentare per le visite ambulatoriali/specialistiche ricondotte alla grava patologia

Docente – buongiorno, sono un insegnante di Scuola Primaria invalido, con handicap in situazione di gravità e beneficiario della legge sulle gravi patologie in quanto soggetto a terapia salvavita. L’istituto Comprensivo in cui lavoro è senza Dirigente Scolastico da 5 anni e i vari Reggenti che si sono succeduti mi hanno richiesto, ogni anno, certificazioni diverse per le visite ambulatoriali\ospedaliere correlate alla Grave patologia. Il nuovo DS reggente, insediatosi a settembre, mi richiede, per tali visite, il certificato telematico con specifica “gravi patologie” ma il mio medico si rifiuta di farmelo in quanto la certificazione deve, secondo lui, essere prodotta dalla struttura sanitaria dove ho fatto la visita. Io sono preso in mezzo e non so come comportarmi. Ringrazio anticipatamente per qualunque indicazione potrete fornirmi.

Il personale della scuola portatore di handicap grave ha diritto alla riduzione oraria giornaliera

Antonia– Gentile redazione,vorrei gentilmente avere qualche delucidazione dei diritti per chi è in possesso della legge 104 personale. Una collega con la  legge 104 personale pretende di farla valere per la scelta dell’orario di servizio scolastico. IL Dirigente scolastico può accogliere questa richiesta? Grazie ,cordiali saluti.

Rientro anticipato del titolare. Si rispetta la scadenza del contratto al supplente in servizio

Scuola – Gentilissimi, un’insegnante ha chiesto congedo biennale fino al 31/05/2019. Viene stipulato il contratto con il supplente dal 17/09/2018 al 31/05/2019. Se durante l’anno scolastico dovessero venire meno le condizioni per usufruire del congedo (decesso dell’assistito) il supplente dovrà essere revocato o rimarrà in servizio fino alla scadenza del contratto? Si ringrazia per la consulenza e si porgono distinti saluti.

Permessi per il personale ATA. Quali novità

Scuola – buongiorno, si richiede un parere sull’argomento dei  permessi orari per legge 104  e motivi personali o familiari. Dall’art. 31 del CCNL /2018 si evince che detti permessi possono essere fruiti dal personale ATA. Per i docenti  vale lo stesso? Inoltre si chiede se per il personale ATA  è consentito oltre i 3 giorni di permesso per motivi personali /familiari fruire di altri 6 giorni da trasformare in ferie (come per i docenti). In attesa si ringrazia.

L’operazione di docenti senza titolo di sostegno è l’ultima sequenza delle assegnazioni provvisorie

Gabriella  – posto di sostegno nella scuola primaria. Osservando la graduatoria di A.P. di Infanzia ho notato di essere inserita nella graduatoria di POSSIBILE SOSTEGNO. Altresi’, di essere stata scavalcata da colleghe che hanno il titolo di sostegno su altre classi di concorso dove sono titolari e che le stesse sono state inserite   nella graduatoria di sostegno dell’infanzia e non nella graduatoria del POSSIBILE SOSTEGNO. Chiedo se sia legittimo che docenti specializzati sul sostegno per altre classi di concorso abbiano la precedenza. Ringraziando, porgo i più  Cordiali saluti.

Neo imesso in ruolo e art 36. Si può da qualsiasi graduatoria

Francesca  – Buongiorno, sono una docente neo immessa in ruolo da GAE cl. conc. A011. Posso avvalermi dell’art.36, aspettativa per motivi di lavoro nel comparto scuola, per incarico conferito da GAE cl. conc. A022 oppure A012 stessa provincia? Posso dunque recarmi alle prossime convocazioni del provveditorato e ambire ad una supplenza al 30/06 o al 31/08? Ovvero il conferimento dell’incarico deve avvenire esclusivamente da graduatoria di istituto? In questo secondo caso, posso accettare convocazione da prima fascia graduatoria d’istituto su classe comune ( chiaramente diversa da quella in cui ho preso il ruolo) o devo aspettare una chiamata, per esempio, da graduatoria incrociata di terza fascia su sostegno senza titolo? In definitiva, il conferimento di supplenza deve obbligatoriamente avvenire da seconda e terza fascia di graduatoria d’istituto?  Grazie.

Primo anno del bambino: riduzione allattamento dopo un periodo di congedo parentale

Daniela – sono un’insegnante di scuola primaria, neo immessa in ruolo, ma con anno di prova gia’ fatto e superato   (una lunga storia)…. diventata madre l’11aprile.  Il quesito che vorrei porti è il seguente : posso usufruire del congedo parentale da settembre a novembre e della riduzione di orario per allattamento da dicembre in poi? Sono in crisi, non so che scelta fare perché il bambino è ancora piccolo e la sede assegnatami non è proprio dietro  l’angolo, purtroppo… Ringraziandoti per la cortese collaborazione porgo i miei più cordiali saluti.