Ferie ATA part-time: la formula di calcolo

Diana In relazione all’articolo di orizzonte scuola relativo all’oggetto, intenderei conoscere la formula di calcolo delle ferie per il personale ATA in part time verticale (3 giorni lavorativi settimanali su 5 per un totale di 22 ore settimanali). Tale formula é  stata omessa nell’articolo citato di cui sopra. Ringrazio e porgo Distinti saluti

Personale ATA: lo straordinario è sempre retribuito

Marisa – Buongiorno, Vorrei sapere se le ore di straordinario fatte durante l’anno scolastico 2017-2018 possono obbligarmi a prenderle come ferie ho un contratto annuale fino al 30 giugno come collaboratrice scolastica e  ho fatto tante ore di straordinario dicendomi che mi sarebbero state retribuite invece adesso si parla farmele prendere come ferie posso farlo?  Grazie 

Graduatoria interna ed esclusione per chi ha una disabilità personale. Chiarimenti

Scuola – Al fine della compilazione della graduatoria interna del personale ATA  per l’individuazione dei sovranumerari, si chiede se il personale beneficiario della legge 104 per se stesso, ma residente in provincia diversa da quella di titolarità, ha diritto all’esclusione dalla suddetta graduatoria. Si ringrazia fin d’ora Cordiali saluti.

Supplenza ATA: la proroga su malattia

Anna – Buonasera ho un contratto in scadenza con contratto a tempo determinato come assistente tecnico in sostituzione di un AT che ha presentato certificato sino a tutto il 18 luglio. Mi è stata comunicata proroga, ma mi hanno riferito al 30 giugno. Mi chiedo: essendo stata nominata per sostituzione sulla base del primo certificato medico, la proroga perché viene fissata dal Preside al 30 giugno e non alla scadenza del certificato? Attendo grazie per la risposta. 

Personale ATA: orario di servizio e deroghe per motivi familiari

Caterina – Buongiorno. Sono un’ Assistente Amministrativa di ruolo presso un Liceo. Ho urgentemente bisogno di un gentile parere…  Sono mamma di 3 figli piccoli in età scolare, i quali non vanno a scuola di sabato e non so a chi affidarli. Mio marito è all’estero per lavoro.  Per cui, stavo pensando di fare richiesta di orario flessibile, così da essere libera il sabato. Considerando mia situazione personale, il DS potrebbe non accogliere la mia richiesta? Nell’attesa di un gentile riscontro porgo distinti saluti.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Caterina, il comma 2 dell’art. 51 del CCNL scuola/2007 afferma che: In sede di contrattazione integrativa d’istituto saranno disciplinate le modalità di articolazione dei diversi istituti di flessibilità dell’orario di lavoro, ivi inclusa la disciplina dei ritardi, recuperi e riposi compensativi sulla base dei seguenti criteri:

  • l’orario di lavoro è funzionale all’orario di servizio e di apertura all’utenza;
  • ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane;
  • miglioramento della qualità delle prestazioni;
  • ampliamento della fruibilità dei servizi da parte dell’utenza;
  • miglioramento dei rapporti funzionali con altri uffici ed altre amministrazioni;
  • programmazione su base plurisettimanale dell’orario.

La soluzione, quindi sta nella contrattazione d’istituto. Infatti è la contrattazione che stabilisce la rotazione dei turni di servizio tra tutte le unità dello stesso profilo. Al tempo stesso, nel contratto d’istituto, vanno esplicitate tutte le deroghe, a favore di alcune categorie di personale che, a richiesta, possono essere esclusi o beneficiare di un orario più favorevole ( studenti lavoratori, genitori con figli molto piccoli, portatori d’handicap ecc.)

Pertanto provi a sentire l’RSU del suo istituto, in modo da avviare un confronto con DS e DSGA, per assegnargli un orario “benevolo” alle sue esigenze.

Supplenza in aspettativa art. 59: il requisito è l’annualità della supplenza, indipendentemente se si tratta di organico di diritto o di fatto

Franca – Graduatorie III fascia ATA: supplenza ex art. 59 Gentile Redazione, sono una collaboratrice scolastica che sta  usufruendo dell’ aspettativa ex art. 59 per  contratto a tempo determinato da ass. tecnico  fino al 30/06/2018.  L’anno prossimo è previsto una supplenza su titolare in congedo 104.
Volevo chiedere se l’aspettativa ex art59 può accettare questa tipologia di supplenza che verrà espletata dal 01 settembre 2018 al 30 giugno 2019?

Mansioni Assistente Tecnico beneficiario di 2° posizione economica

Donato – Agli assistenti tecnici destinatari di seconda posizione economica possono essere assegnate ulteriori e più complesse mansioni; il CCNL però, a parte la collaborazione con l’Ufficio Tecnico della scuola, non indica nè specifica quali possono essere queste mansioni. Potrebbe dare qualche chiarimento in merito? In particolare : ad un assistente tecnico con titolo TF04 (diploma di chimica industriale) di area AR23 assegnato su laboratorio di chimica possono essere affidate mansioni che comportano interventi su macchine informatiche e multimediali  (computer, LIM etc.) nelle aule ed in altri ambienti della scuola al di fuori del laboratorio assegnato ? Può essere affidato il compito di supporto alle commissioni d’esame? Nel ringraziare anticipatamente per la risposta, porgo distinti saluti. Donato, assistente tecnico di chimica.

Art 59 e perdita della titolarità. Dopo quanti anni? Chiarimenti per la scuola

Scuola – Gentile Redazione, una collaboratrice scolastica ha usufruito di aspettativa ex art. 59 per accettare contratti a tempo determinato da ass. amm.va  fino al termine delle attività didattiche nei seguenti periodi dal 15.12.2015 al 30.6.2016 dal 5.9.2016 al 31.7.2017 dal 6.9.2017 al 30.6.2018 Alla luce di quanto scritto all-art. 59 del CCNL  IL PERSONALE ATA PUO ACCETTARE…….. CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO…….MANTENENDO SENZA ASSEGNI COMPLESSIVAMENTE PER TRE ANNI LA TITOLARITA DELLA SEDE si chiede  se quest’anno la collaboratrice  in questione  dovrà presentare domanda di mobilità per il 2018/19  per riacquisire la titolarità su una sede. Grazie per l-attenzione e la disponibilità. UFF. PERSONALE

Art. 59 ATA: la perdita di titolarità e il principio della temporizzazione

MaurizioSalve sono collaboratore scolastico di ruolo sto facendo supplenze come AT dopo i tre anni che usufruisco dell art. 59 cosa succede perdo il ruolo come cs aspettando le supplenze come AT ?  e poi una volta che passo di ruolo come AT mantengo il gradone di appartenenza come cs cioe’ tutti Gli anni di servizio che ho maturato  li perdo o inizio da 0 ? Grazie

Supplenza ATA: codice SIDI per incarichi fino al 30 giugno

Lucia Buongiorno, vi scrivo sperando in un vs. cortese riscontro in merito ad una informazione di cui ho bisogno. Vorrei sapere  in quale categoria di contratto,  (cioè se un N01 o N11) rientra una persona, assunta  in data 13/12/2017 a T.D.come C.S. fino al 30/06/2018 presso un istituto di Pistoia in  sostituzione di  una persona che ha accettato un incarico di assistente amministrativo presso altro istituto,  dal 6/12/2017 fino al 30/06/2018.  Cordiali saluti

Assegnazione provvisoria e residenza del familiare. Chiarimenti

Guglielmo – Buongiorno – Sono un assistente amministrativo di ruolo che ho la titolarità in una scuola della Sicilia. Mia moglie ha la titolarità in Lazio come Docente. Ho una Domanda da porle : Posso io chiedere Assegnazione Provvisoria ATA in Lazio dove mia moglie lavora senza necessariamente dover cambiare residenza ?    Grazie anticipatamente. Cordiali saluti.

Supplenza ATA art. 59: chiarimenti durata contratti (dopo il 31.12)

Dirigente Scolastico – Gentile Redazione, abbiamo un quesito da risolvere in tempi brevi relativamente alla tipologia di supplenza da assegnare. Una nostra collaboratrice scolastica di ruolo viene nominata a gennaio da altra scuola come assistente amministrativa su posto lasciato scoperto da titolare in aspettativa per motivi di famiglia da ottobre al 30/06/2018. I due quesiti sono: