Graduatoria interna di istituto: quali docenti sono inseriti in coda a prescindere dal punteggio?

Chiara – Gentile redazione, sono una docente di ruolo nella scuola primaria (sostegno) e vorrei effettuare il passaggio di ruolo su posto comune alla scuola secondaria di primo grado. Premetto di essere in possesso di tutti i requisiti (anno di prova superato, vincolo quinquennale sul sostegno trascorso ed abilitazione alla classe di concorso per la quale richiedo il passaggio di ruolo), il mio dubbio è il seguente: dal momento che parteciperò alla mobilità, qualora non dovessi ottenere il passaggio di ruolo,verrei comunque inserita in coda nella graduatoria d’Istituto in cui mi trovo ormai da anni, come tutti coloro che partecipano alla mobilità o manterrei la mia posizione nella graduatoria interna d’istituto, in quanto non sono stata soddisfatta nella richiesta di passaggio di ruolo?

Punteggio di continuità: bastano 180 giorni nell’a.s. di riferimento

Ivana – Buongiorno Gentilissimi, vi scrivo per porvi un quesito in merito al punteggio di continuita’: il punteggio si accumula con almeno 180 giorni di servizio all’anno? Mi spiego meglio. Io sono docente di ruolo dal 2012/13. Dal 2013/14 lavoro  nella stessa scuola. Il prossimo anno vorrei chiedere trasferimento in una scuola piu’ vicina a casa mia, visto che una collega che insegna la mia stessa disciplina andra’ in pensione. In questi anni ho sempre svolto almeno 190 giorni di servizio, ma ho dovuto chiedere dei  brevi periodi di aspettativa non retribuita per motivi familiari. Questa aspettativa mi annulla la continuità? Oppure basta il fatto di aver lavorato 180 gg nell’anno scolastico per tenere il punteggio? Grazie mille.

Graduatoria interna di istituto: quali criteri per punteggio di continuità e per figlio minore?

N.L.  – Sono un docente in ruolo dal 2013/14 che ha ottenuto l’assegnazione provvisoria nell’attuale scuola di titolarità (II grado) nel 2015/16 e poi la titolarità dal 2016/17. Inoltre i primi giorni di marzo 2018 è nata la mia prima figlia. A proposito della Graduatoria interna di Istituto la segreteria sostiene che: 1) non mi spetta il punteggio (2 punti) di continuità nella scuola per l’anno di servizio svolto in assegnazione provvisoria “perché hanno sempre fatto così”, (a mio avviso spettano in quanto la tabella di attribuzione recita “… anni di servizio di ruolo nella scuola di attuale titolarità senza soluzione di continuità…”, cioè la titolarità deve necessariamente sussistere per l’anno in cui si effettua la dichiarazione, mentre non lo richiede esplicitamente per gli anni pregressi svolti nella medesima istituzione); 2) non mi può essere riconosciuto il punteggio per il figlio (4 punti) perché nato dopo il 31/12/2017. E’ corretta la non attribuzione di questi 6 punti operata dalla segreteria?

Graduatorie interne di istituto sostegno Secondaria I grado: sono distinte in base alle tre tipologie di sostegno (EH-CH-DH)

Giuseppina“La specializzazione polivalente conferisce ai docenti della scuola secondaria I e II grado il titolo per l’insegnamento sul sostegno relativamente alle tre tipologie (EH – CH – DH) per le quali nella secondaria II grado non vi è alcuna distinzione a livello di organico e graduatoria interna di istituto”

Con questa premessa posso coesistere, nella mia scuola secondaria di I grado,  due graduatorie interne? Una per psicofisici e una per vista?  A quale articolo di legge mi posso appellare per il ricorso visto che io sono perdente posto? Grazie

Assegnazione provvisoria: quali conseguenze per la graduatoria interna nella scuola di titolarità?

S.C. – Sono docente di scuola secondaria di II grado. ottenendo l’assegnazione provvisoria desideravo sapere la situazione che si viene a creare nella graduatoria interna della scuola di titolarità. Chiaramente con l’assegnazione perdo il punteggio per la continuità ma il rimanente punteggio posseduto viene valutato interamente nella graduatoria interna oppure sono considerato, nel rientro della mia scuola, come ultimo arrivato e quindi posto in coda? La ringrazio della sua  attenzione. Cordiali saluti

Il perdente posto che partecipa al trasferimento a domanda non ha nessuna precedenza. Chiarimenti

Silvana  – Non mi è molto chiaro: se il docente soprannumerario partecipa al trasferimento a domanda alla pari  con  chi ha prodotto domanda volontaria. Quali sono i vantaggi del docente soprannumerario? In che modo può precedere chi fa domanda volontaria?  Grazie.

Esclusione dalla graduatoria interna di istituto per assistenza genitore disabile: si applica solo se provincia di assistenza e provincia di titolarità coincidono

Angelo – Vorrei sapere se si è esclusi categoricamente a precedenza su graduatoria interna, in condizione di 104 per assistenza al genitore con residenza fuori provincia dalla scuola di titolarità, o  se ci sono delle condizioni particolari che ammettono tale esclusione. Anticipatamente si ringrazia per vostra immediata risposta.

Graduatoria interna di istituto: punteggio aggiuntivo di 10 punti, quando si perde?

Alberto – Alla lettera D) dell’anzianità  di servizio sono previsti 10 punti per coloro che nel corso di un triennio non hanno presentato domanda di trasferimento dalle operazioni di mobilità per la.s. 2000/01 e fino all’a.s. 2007/08.
Io ho presentato domanda di trasferimento per l’anno scolastico successivo.
Vorrei sapere se ho diritto ai 10 punti, visto che per più di un triennio, nella fascia prevista, non ho fatto domanda di trasferimento. Cordialmente.

Graduatoria interna di istituto: è indispensabile per l’individuazione dei docenti soprannumerari

Leonardo – Nella mia scuola non é stata predisposta né pubblicata alcuna graduatoria interna. I termini sono decorsi e quindi scaduti e temo che si possa andare in contrazione. I giorni passano ma noi docenti non abbiamo notizie. Che fare?
P.S. Quest’anno sono arrivati da noi parecchi colleghi trasferiti quindi ora più che mai sarebbe necessaria tale graduatoria.
Grazie per la risposta che vorrete pubblicare.

Per essere esclusi dalla graduatoria interna la disabilità del genitore deve avere carattere permanente

Cristina – Buongiorno,  sono stata immessa in ruolo quest’anno ed  ed ho goduto dei benefici della legge 104/92 per assistere mia madre. La certificazione dell’INPS richiedeva revisione nel mese di luglio e l’appuntamento è già fissato per il 30/07/2018. Posso essere esclusa dalla graduatoria per l’individuazione dei perdenti posto  anche se la certificazione di mia madre non è ancora permanente? Aspettando una cortese risposta le porgo distinti saluti.

Anche il neo immesso in ruolo deve essere inserito nella graduatoria interna di istituto. Chiarimenti per la scuola

Dirigente scolastico – Abbiamo nel Ns. Istituto in servizio una docente di scuola secondaria di I grado che sta svolgendo il periodo di prova. La suddetta docente è stata immessa in ruolo il 01/09/2017, ha assegnazione incarico triennale presso il nostro istituto ed è titolare nell’ambito 013 della provincia di Roma. Deve essere inserito nelle graduatorie di Istituto ed eventualmente dichiarato perdente posto?

Graduatoria interna di istituto: viene aggiornata ogni anno e per i titoli (esclusi concorso ed esami) il punteggio massimo è di 10 punti

Erica – Sono una docente a tempo indeterminato di lingua inglese, nella scuola secondaria II grado.  La mia domanda riguarda la graduatoria interna d’istituto e chiedo:

-ogni quanti anni viene aggiornata?

-per la valutazione dei titoli, si possono raggiungere massimo dieci punti..ma questo per sempre oppure ogni volta che si aggiorna la graduatoria? per capirci, potrei accumulare altri punti in titoli da usare nel prossimo aggiornamento oltre a quelli che ho?

Ringrazio anticipatamente

Graduatoria interna di istituto e punteggio continuità: si valuta per la scuola di titolarità/di incarico o per il comune di titolarità

Michele – Sono un docente di ruolo di scuola secondaria di secondo grado. Sono entrato in ruolo nel 2015 e nell’anno scolastico 2015/2016 ho svolto e superato l’anno di prova in sede provvisoria nel mio comune di residenza. Dall’a.s. 2016/2017 sono stato trasferito dal’ambito territoriale alla mia sede definitiva sempre nel comune di residenza. Quest’anno nel compilare la dichiarazione per la graduatoria interna di istituto ho dichiarato 1 punto per la continuità nel comune (per l’a.s. 2015/2016) e 2 punti per la continuità su scuola (per l’a.s. 2016/2017). Il punteggio di continuità sul comune mi è stato negato in quanto su sede provvisoria per anno di prova, vorrei avere un vostro parere in merito. Grazie

Graduatoria interna di istituto: per la scuola di titolarità si valuta sia il punteggio di servizio che quello di continuità se maturato

Giuseppe – Sono un docente di ruolo presso liceo linguistico,volevo chiederle a proposito della graduatoria interna se al fine del punteggio si calcola solo l’anno di servizio o anche la continuità. In segreteria mi hanno detto che valgono solo i 6 punti di continuità e nient’altro. Sono rimasto perplesso. Come funziona? Grazie per la cortese risposta.

Punteggio di continuità: criteri di valutazione nella graduatoria interna di istituto. Chiarimenti

Viviana – Vorrei dei chiarimenti riguardo la graduatoria interna docenti. Ho svolto l’anno di prova dopo l’immissione in ruolo in un istituto superiore del comune X; l’anno successivo ho ottenuto la sede definitiva, in seguito a mobilità, nello stesso istituto; quest’anno è il terzo anno che insegno consecutivamente sempre nello stesso istituto.  Una mia collega ha effettuato il mio stesso percorso, in più lei ha insegnato sempre nello stesso istituto l’anno prima che arrivassi io, come precaria, incaricata dal provveditorato. Quanto spetta di punteggio di continuità sia a me sia alla collega? Grazie della disponibilità

Gli ex DOS maturano la continuità ma non il bonus dei 10 punti

Assistente amministrativa–  presso una scuola superiore di II grado e ai fini della predisposizione della graduatoria interna d’istituto dei docenti di sostegno chiedo  quanto segue : è corretto attribuire il punteggio aggiuntivo di 10 punti anche ai docenti di sostegno ex DOS titolari solo dall’a.s. 2016/17 ? Nel periodo di maturazione del bonus ( 2000/2001 – 2007/08 ) i docenti di sostegno  DOS  venivano utilizzati negli istituti con preferenze di sede espresse nel mod. J11. Nelle graduatorie compilate dagli UST fino all’ a.s. 2015/16 era attribuito solo il punteggio della continuità nella scuola dall’ a.s. 2003/04  ma non il punteggio aggiuntivo. Ringrazio per l’attenzione e confidando in una risposta porgo distinti saluti.

Graduatoria interna di istituto: docenti con parità di precedenza e punteggio, come vengono posizionati per attribuzione COE ex-novo nello stesso comune?

Francesco – Due miei colleghi sono beneficiari di legge 104 uno per assistenza al genitore e l’altro per assistenza al fratello. Sono collocati nella graduatoria con lo stesso punteggio. Nel caso di una cattedra molto probabile ex-novo esterna con completamento nel comune a chi deve essere  attribuita dei due visto che hanno lo stesso punteggio. La ringrazio infinitamente.

L’anno di ruolo nel I grado è valutato la metà per chi è di ruolo nel II grado

Annamaria – Buonasera, sono passata in ruolo, prima sul sostegno nella scuola secondaria di 1° grado per un anno, poi sulla materia, nella scuola secondaria di 2° grado (che è il mio attuale ruolo di appartenenza). Quale sarà il punteggio attribuito per l’anno di ruolo svolto sul  sostegno nella scuola secondaria di 1° grado, nella graduatoria d’istituto a.s. 2017/2018? Vi ringrazio anticipatamente ed attendo Vs. riscontro.

I 10 punti del bonus si perdono a seguito di trasferimento provinciale

Assistente Amministrativo –  vorrei dei chiarimenti su quando si perde il punteggio aggiuntivo maturato in un triennio dall’A.S. 2001-2008. Mi spiego meglio:   a.s. 2000/2001 domanda di  mobilità volontaria ottenuto trasferimento per l’a.s. 2001/2002 In servizio presso questo Istituto dal 01/09/2001 fino all’anno 2005/2006. Trasferimento ottenuto per domanda mobilità provinciale volontaria presso altro Istituto a.s. 2006/2007. Si mantiene il punteggio maturato?

Chi si trasferisce da posto di sostegno a posto comune è ultimo arrivato. Anche se la scuola non cambia.

Sabrina – Sono una neo-immessa in ruolo e ho un dubbio circa la graduatoria interna appena pubblicata dal mio istituto in cui riscontro anomalie riguardanti il punteggio di candidati che hanno effettuato il passaggio di cattedra da sostegno a posto comune ma non sono stati inseriti in coda come invece avvenuto per altre classi di concorso ( perché in questo modo io risulto l’ultima ma dopo una collega che ha fatto suddetto passaggio).  Vorrei capire se i neoimmessi vanno inseriti in graduatoria interna in coda anche rispetto a chi ha fatto passaggio da sostegno a posto comune, sempre quest’ anno, e quale sia la normativa a riguardo. Grazie.