Mobilità professionale: per fare domanda di passaggio di cattedra e passaggio di ruolo è necessario aver superato l’anno di prova

Giorgio – Ho ottenuto il passaggio di ruolo quest’anno sulla classe di concorso A011 (provenendo dalla A022) e sto svolgendo nuovamente l’anno di prova. Posso fare domanda di passaggio di cattedra per la A013 già da quest’anno o devo prima concludere l’anno di prova e dunque potrò richiederlo solo nel 2019? Grazie

Trasferimento tra ambiti diversi: nessun anno di prova per il docente che lo ottiene

Fabio – Sono un docente di Lingua Inglese, immesso a ruolo l’anno scolastico scorso. Ho superato con successo l’anno di prova nel corso di tale a.s. (2016-17) presso un IC facente parte dell’ambito territoriale X. Ora mi accingo a cominciare il prossimo anno scolastico nello stesso istituto, ma vorrei trasferirmi in una scuola più vicina a casa. Ci sono un paio di scuole che sono più vicine a casa mia ma restano in un ambito territoriale diverso (ambito Y). Come posso procedere? Il procedimento richiede lo svolgimento di un altro anno di prova come per il passaggio di ruolo alle superiori? Grazie in anticipo!

Trasferimento da ambito a scuola: il docente che ottiene il movimento non deve firmare un nuovo contratto con la scuola

Maria Grazia – Dopo tanto precariato, sono stata immessa in ruolo nel 2015 con la legge 107. Ho richiesto ed ottenuto il trasferimento da ambito a scuola.  E’ possibile che il mio contratto rimanga quello triennale, lo stesso che avevo nella scuola dove ero finita con la chiamata diretta? Nella mia nuova scuola ho firmato finora la sola presa di servizio, null’altro. In segreteria mi dicono che non c’è bisogno di nessun altro contratto, rimanendo valido quello precedente (triennale!). Fiduciosa nella vostra competenza in materia, attendo con ansia il vostro parere. Cordiali ringraziamenti e auguri di buon lavoro.

Passaggio di cattedra sui Licei musicali. Chiarimenti

Docente – Gentile redazione, sono titolare come docente di musica di II grado e nello stesso tempo abilitata per l’insegnamento di strumento musicale. Ho svolto lo scorso anno servizio di ruolo (in cui sono titolare) di musica ma utilizzata dal dirigente scolastico per delle ore su strumento.  Potevo richiedere il passaggio di cattedra sui Licei musicali considerata come docente già in servizio per lo strumento?

Preferenze per futura mobilità: sarà il CCNI 2018/19 a stabilire quante e quali potranno essere

Tina – Sono un’insegnante della scuola primaria con contratto triennale su ambito.  L’anno scorso avrei potuto presentare domanda di mobilità per richiedere titolarità su scuola ma per timore di capitare chissà dove non l’ho presentata. E’ possibile inoltrare la domanda anche quest’anno?  Grazie per l’attenzione.

Quale mobilità dopo passaggio di ruolo?

Maria Letizia – Ho ottenuto il passaggio dí ruolo dalla Scuola Primaria alla Scuola Secondaria di I grado lo scorso 4 luglio. Ora sono in anno di prova. Nella prossima mobilità dovrò chiedere il trasferimento obbligatoriamente o solo se voglio? E posso chiedere il passaggio di ruolo alla Scuola Secondaria di II grado? Grazie infinite della pazienza e della professionalità.

Vincolo sul sostegno: il computo del quinquennio comprende anche l’anno di decorrenza giuridica della nomina in ruolo?

Carlo – Sono un docente di scuola secondaria di secondo grado, immesso in ruolo sul sostegno nel mese di marzo 2014 con decorrenza giuridica della nomina retroattiva al 1/09/2013. In tale anno scolastico avevo nomina a tempo determinato sulla materia.  Avrei bisogno si sapere come deve essere considerato l’anno di immissione in ruolo su sostegno, insegnando la materia, ai fini del superamento del vincolo quinquennale. Più semplicemente, il 2013 mi verrà calcolato come anno su sostegno e quindi nel 2018 potrò chiedere il trasferimento sulla materia? Grazie

Trasferimento da sostegno a materia: il prossimo anno sarà possibile fare richiesta per la stessa scuola di titolarità?

Leonardo – Gentile redazione, sono un docente di sostegno in una scuola secondaria di primo grado. Ho maturato cinque anni di ruolo sul sostegno e quest’anno vorrei fare domanda di passaggio di cattedra dal sostegno a materia per il prossimo anno scolastico. Mi trovo molto bene nella mia scuola di titolarità e sono anche residente nello stesso comune (so che anche questo è importante ai fini della precedenza nei trasferimenti).

Mobilità futura e preferenze esprimibili nella domanda: sarà possibile acquisire titolarità su scuola?

Cristina – Sono una docente di lettere di ruolo dal 2001 nella scuola secondaria di primo grado. Vorrei sapere se chiedendo ed ottenendo il passaggio di ruolo alla secondaria di secondo grado finirei negli ambiti territoriali, oppure avrei la titolarità nella scuola ottenuta. Grazie per il vostro aiuto!

Assegnazione provvisoria dopo passaggio di ruolo: si può chiedere solo nel nuovo grado di titolarità

Mariella – Sono un’insegnante di ruolo di scuola Primaria. Vorrei fare domanda di passaggio di ruolo alla Secondaria I grado, sempre nello stesso comune di titolarità, dove ho più possibilità di ottenerlo. Vorrei sapere se è possibile, una volta ottenuto il passaggio di ruolo, fare domanda di assegnazione provvisoria lo stesso anno.

Docente trasferito nel corrente anno scolastico: l’anno prossimo può chiedere di nuovo trasferimento per ritornare nella scuola di precedente titolarità?

Anna – Sono una docente di ruolo di scuola di secondo grado che aveva il posto di titolarità  su scuola. Quest’anno ho fatto domanda di trasferimento in un’ altra scuola e l’ho ottenuto come titolare su scuola. Volevo sapere se l’ anno prossimo potrei far domanda di ritornare nella scuola di precedente titolarità. Quali sono i rischi e le conseguenze? Grazie

Trasferimento da posto comune a sostegno: chiarimenti su anno di prova e sequenza operativa

Monia – Sono stata assunta con la legge 107 del 2015 il primo dicembre 2015 classe di concorso A046 Diritto ed Economia. Dopo l’anno di prova ho avuto l’assegnazione nel comune X. Io risiedo in una provincia diversa. Ho conseguito l’abilitazione sul sostegno e l’anno scolastico 2016/2017 ho ottenuto l’assegnazione provvisoria sul sostegno nella mia provincia di residenza. Quest’anno 2017/2018 non ho ottenuto il trasferimento né assegnazione provvisoria su posto comune o di sostegno per cui sono rimasta nel comune di titolarità con la mai cattedra di Diritto.

Passaggio di ruolo: chiarimenti su requisiti, precedenze, preferenze e anno di prova

Manuela – Sono una insegnante entrata di ruolo nel 2004 per la scuola primaria. Nell’a.s. 2006/2007 ottengo passaggio di ruolo verso la scuola dell’infanzia. Insegno da 10 continuativi nella scuola dell’infanzia, attuale sede di titolarità. Per il prossimo anno 2018/2019, a seguito di pensionamenti, vorrei richiedere nuovamente passaggio di ruolo ma questa volta verso la scuola primaria. Essendo decorsi già 10 anni dal precedente passaggio di ruolo, posso rifarlo?

Graduatoria interna di istituto: nessuna differenza tra i docenti titolari nella scuola in seguito a movimenti diversi

Anna – Il docente che ottiene il passaggio di cattedra in un altro istituto, nella graduatoria interna viene comunque dopo chi  ha ottenuto il semplice  trasferimento? Anche se ha un punteggio maggiore? Quindi ha  buone possibilità di essere dichiarato soprannumerario? Grazie in anticipo.

Trasferimento da sostegno a posto comune: il docente che lo ottiene può chiedere l’anno successivo di essere trasferito di nuovo sul sostegno

Antonia  –  Sono un’insegnante di scuola primaria che il precedente anno scolastico ha chiesto trasferimento da posto di sostegno a posto comune. Vorrei sapere se l’anno prossimo eventualmente volessi, potrei chiedere di ritornare su posto di sostegno. Effettuare quindi nuovamente il passaggio. Grazie

Trasferimento volontario: può essere disposto solo rispettando le richieste fatte dal docente nella domanda

Pasquale – Ho ottenuto un trasferimento interprovinciale da Roma a Napoli su ambito. Nella mia domanda di trasferimento avevo chiesto di non essere utilizzato su cattedre di comuni diversi. Nella mail del 20 luglio da parte del MIUR, in cui mi comunicavano l’ottenuto trasferimento vi è solo il nome della scuola in cui ho preso servizio il 1 settembre. Fino a stamattina nessuna comunicazione che facesse pensare ad un incarico in più scuole. Al momento dell’assegnazione classi scopro che dovrei completare 6 ore in un istituto lontanissimo in un altro comune. E miracolosamente oggi pomeriggio mi arriva una mail datata 31 agosto del CSA di Napoli, inviatami dalla segreteria della mia scuola, in cui mi si dice che ho 12 ore nella scuola dove ho già preso servizio, e che pensavo fosse l’unica, e 6 in altro comune. A questo punto mi chiedo è possibile fare questo? Possono assegnarmi due scuole su comuni diversi nonostante io abbia espressamente richiesto nella domanda di trasferimento la mia volontà di non voler insegnare su scuole di comuni diversi? Grazie

Trasferimento da posto comune a posto di sostegno. Non bisogna ripetere l’anno di prova

Alessandro – Buoni giorno sono un insegnante di scuola secondaria di secondo grado neo immesso in ruolo sulla materia con incarico triennale . Posseggo anche il titolo di specializzazione sul sostegno. Dopo aver fatto l’anno di prova sulla materia posso passare a insegnare sostegno l’anno successivo? Se si dovrò fare l’anno di prova anche sul sostegno? Grazie.

Il docente in assegnazione provvisoria può accettare una supplenza in altro ordine di scuola o classe di concorso

Lucia  – sono una docente di ruolo nella classe A022. Ho ottenuto l’assegnazione provvisoria proprio in questa classe di concorso. Le chiedo: è possibile rinunciare all’assegnazione provvisoria ottenuta per accettare un incarico di supplenza (sono iscritta nelle graduatorie di istituto per la classe A012). Non riesco a risolvere questo dilemma. La ringrazio per l’aiuto che vorrà darmi. Con stima

Trasferimento all’interno di un IIS: si perde il punteggio di continuità?

Anna Rita – Gentilissimi, nell’anno scolastico 2014-2015 ho richiesto ed ottenuto il trasferimento dall’Istituto Professionale all’Istituto Tecnico della stessa Scuola (unica scuola-unificata per dimensionamento, con diversi indirizzi, ognuno con codice meccanografico differente) nella quale insegno da circa 20 anni. Ovviamente ho perso i punti di continuità di servizio, perché si trattava di domanda di trasferimento volontaria. Un collega, docente DOP, è rientrato in sede nello stesso anno scolastico (2014-15) su Istituto Tecnico, invece che Istituto Professionale dove era stato dichiarato perdente posto (scuola di precedente titolarità). La cattedra era disponibile in entrambi gli indirizzi.

Trasferimento su specifica scuola: il docente non sarà interessato da chiamata diretta e incarico triennale

Graziella – Sono entrata in ruolo, con titolarità su ambito, nel 2015 con la legge  107. Ho partecipato alla mobilità provinciale 2017/2018 ed ho ottenuto l’agognato trasferimento da ambito a scuola.  Nella tabella di tale mobilità provinciale si legge per me ed altri, provenienti da ambito, “incaricato su scuola”, per altri, provenienti da scuola, “titolare su scuola”. Non è dunque vero, come leggevo sul vostro sito, che il trasferimento su scuola avrebbe annullato  per sempre la titolarità su ambito? Mi devo aspettare di firmare il 1° Settembre un altro contratto triennale? Vi ringrazio di cuore per il sostegno che vorrete darmi.

Valutazione supplenza per i docenti già di ruolo. Art 36 CCNL/2007

Chiara – Buongiorno – sono una docente in ruolo nella scuola secondaria di primo grado. Se per il prossimo anno scolastico accettassi una supplenza annuale nella scuola secondaria di secondo grado (avendo presentato domanda di inclusione delle graduatorie di istituto e avvalendomi dell’articolo 36 del CCNL), come verrebbe poi valutato l’anno ai fini dell’anzianità di servizio, sia nella graduatoria interna di istituto sia nella domanda di mobilità professionale? Come anno prestato in altro ruolo? Grazie per la cortese attenzione.