Trasferimento con precedenza. Se non si ottiene si rimane nell’attuale scuole di titolarità

Irene – Salve,  Sono una docente di scuola superiore di II grado e vorrei chiedere trasferimento ad altro istituto nella stessa città. Godo dei benefici della legge 104/92 avendo uno stato di handicap con connotazione di gravità e una grave invalidità. Vorrei sapere se chiedendo trasferimento in altro istituto, devo prima accertarmi se vi è posto e se la domanda potrebbe  non essere accettata in caso non vi fosse disponibilità di posti. Inoltre, essendo passata di ruolo nel 2012 nella vecchia classe di concorso A050, vorrei sapere se potrei chiedere trasferimento in un liceo per insegnamento del latino, ex classe di concorso A051, in cui sono abilitata e in cui ho insegnato per cinque anni fino al passaggio di ruolo. Ringrazio e saluto cordialmente.

Passaggio di ruolo da Infanzia a Primaria: indispensabile abilitazione e anno di prova superato

Giulia – Le chiedo cortesemente di aiutarmi a sciogliere questo mio dubbio: sono insegnante nella scuola dell’infanzia, assunta da graduatoria di merito (nell’ a.s. 2015/16) in quanto risultata vincitrice del concorso a cattedra 2012. Ho effettuato e superato  l’anno di prova. Posso chiedere il passaggio di ruolo alla scuola primaria? La ringrazio anticipatamente.

I trasferimenti sono regolati da precise regole stabilite per Contratto

Lapo  – Buongiorno, scrivo per chiedervi un parere su una questione che, a fronte di una logica lineare e priva di complicazioni, é destinata probabilmente a scontrarsi invece con una realtà le cui dinamiche sono regolate dalla burocrazia. Sono neoimesso in ruolo (anno di prova) per l’a.s. 2018/2019 classe A019 (ex A037 storia e filosofia) con assegnazione presso il Liceo di una provincia. Un mio ex-collega (lavoravamo insieme in una scuola privata) immesso in ruolo tre anni fa il quale lavora attualmente presso un liceo di un ‘altra  provincia in cui mi interessa lavorare mi fa sapere che in questa stessa scuola esiste una cattedra di storia e filosofia scoperta che la dirigenza scolastica ha difficoltà ad assegnare. Esiste qualche modo, qualche escamotage, per poter essere trasferiti dalla mia attuale sede in una provincia alla sede che mi interessa nell’altra provincia? Grazie, come sempre, per la generosa disponibilità che dimostrate. Cordiali saluti.

Domanda di trasferimento e preferenze: prevale la scelta dell’ambito o della scuola?

Graziella – Sono una docente di ruolo nella provincia di SR dal 2011, tramite concorso ordinario del 1999.  Anche quest’ anno ho presentato domanda di trasferimento interprovinciale nella mia provincia di residenza CT  per ricongiungimento del coniuge, optando per le cinque scuole, ma l’esito è stato negativo.. La mia domanda è la seguente: ai fini di un trasferimento interprovinciale prevale la scelta dell’ambito o delle cinque scuole? Grazie

Trasferimento: posso escludere nella domanda le cattedre di potenziamento?

Daniela – Sono un’insegnante di lettere nella scuola secondaria di primo grado. Ho prodotto ad aprile domanda di trasferimento volontario e sono finita mio malgrado su posto di potenziamento. A questo punto a fronte della mia attuale situazione le chiedo:

1- per “uscire” da questo posto devo rifare domanda di trasferimento?

2- Come avere la certezza di non finire nuovamente su un posto di potenziamento?

Ritengo che sulla domanda di trasferimento un posto di potenziamento dovrebbe essere un’opzione da richiedere o meno per evitare di ritrovarselo inaspettatamente…

Grazie

Trasferimento da sostegno a posto comune: è prevista una specifica aliquota riservata a questo movimento?

C.I. – Sono un docente di sostegno e quest’anno ultimerò il vincolo quinquennale.  Per il prossimo anno scolastico ero intenzionato a presentare domanda di trasferimento da sostegno a posto comune, però non ho capito come funzioni precisamente il tutto. Ho chiesto a diversi sindacalisti ma nessuno ha saputo darmi delle spiegazioni soddisfacenti. La mia intenzione era chiedere il trasferimento su posto comune con mobilità interprovinciale (e in subordine a livello provinciale). So che nell’ordine di priorità i docenti di sostegno vengono dopo i trasferimenti dei colleghi che sono già su materia.

Docente soprannumeraria. Come avviene l’assegnazione di una sede

Docente – Mi rendo conto di porre la domanda anzitempo ma vorrei iniziare a farmi un’idea. Ho ottenuto il trasferimento su coe ed è probabile che, per l’a.s. 2019/20 sarò dichiarata sovrannumeraria essendo la scuola in forte contrazione. Poiché sono attualmente in ruolo nella secondaria di secondo grado ma ho un buon numero di anni tra preruolo e ruolo alle medie il mio punteggio in graduatoria d’istituto è nettamente inferiore a quello della mobilità pertanto. Se mi trovassi a fare domanda da sovrannumeraria e non volessi condizionare la domanda (quindi andare via nonostante le condizione di sovrannumero venisse a cessare) concorrerei, per la volontaria, con il mio punteggio o con quello della graduatoria di istituto? Grazie mille.

Servizio sul sostegno e punteggio: in quali casi non si può valutare “doppio”?

Andrea – Sono un docente di Storia e Filosofia in servizio sul Sostegno e attualmente nell’ultimo anno del vincolo quinquennale. Appena possibile chiederò il passaggio su materia e un trasferimento. Vorrei dunque chiedervi: Ogni anno sul Sostegno da diritto a 12 punti, ogni anno su materia a 6. I punti che ho fino ad ora accumulato lavorando sul Sostegno saranno calcolati integralmente sia se avrò un trasferimento su Sostegno sia su materia? Oppure avrò 12 punti per anno se sarò trasferito su un posto di Sostegno e 6 se sarò trasferito sulla materia?

Passaggio di cattedra nella stessa scuola di titolarità: si perde il punteggio di continuità maturato?

Paola – Sono un’insegnante di Matematica Applicata  in un Liceo Scientifico Scienze Applicate. Vorrei sapere se, facendo domanda di passaggio di cattedra (Matematica) nello stesso Istituto di titolarità perdo il punteggio di continuità nella graduatoria interna d’Istituto. Inoltre, se nella domanda di passaggio, si indica come scuola scelta il solo Istituto di titolarità, c’è la possibilità che venga assegnata anche un’altra scuola anche se non indicata? Grazie

Mobilità e punteggio ricongiungimento coniuge: il punteggio spetta per scuole ubicate nel comune di residenza del coniuge

Stefania – Sono una docente su posto normale che ha chiesto trasferimento interprovinciale,ottenendolo su scuola (da me scelta in fase di domanda). Risiedo in un’altra regione, diversa da quella in cui sono stata trasferita, e il prossimo anno vorrei fare ulteriore domanda di mobilità per ricongiungimento al coniuge, il quale lavora (ma non risiede) nel comune in cui ho ottenuto trasferimento. Per ottenere il punteggio di ricongiungimento il prossimo anno, mio marito dovrà assumere la residenza nel comune dove sono stata trasferita?O così facendo perdo l’opportunità del ricongiungimento poiché lui risiederebbe nel comune presso cui si trova la scuola di mia attuale titolarità? Ringrazio anticipatamente per il tempestivo aiuto!

Trasferimento scuola secondaria I grado: è nell’ Istituto Comprensivo e non nel singolo plesso

Giovanna – Ho chiesto trasferimento su scuola media dove sapevo essere andata in pensione docente di lingue nella succursale della suddetta scuola. Mi trovo ad avere avuto il trasferimento nella sede centrale dato che nel frattempo un docente ha chiesto di essere spostato dalla sede centrale alla cattedra in succursale..Cosa posso fare per avere il posto per cui ho fatto domanda? Grazie

Mobilità e precedenza per assistenza a genitore disabile: vale solo per il trasferimento, ma non per il passaggio di ruolo

Marco – Ho chiesto passaggio di ruolo dalla scuola secondaria di secondo grado alla scuola secondaria di primo grado ma il mio trasferimento non e’ stato soddisfatto.
Avendo genitore disabile mi chiedo se non avevo diritto ad una precedenza e quindi di ottenere il passaggio di ruolo  , visto che ho indicato come possibile scuola di trasferimento anche quella dove risiede mio padre e la cattedra era disponibile. Grazie

Docente neo-immesso: se non svolge anno di prova potrà partecipare, l’anno successivo, alla mobilità solo per grado di istruzione e classe di concorso di titolarità

S.S. –  Volevo chiedervi una cosa importantissima. Domani sono convocata per immissione in ruolo. Se prendo servizio 1 settembre e chiedo aspettativa posso poi fare lo stesso domanda di mobilità o assegnazione anche senza aver fatto il periodo di prova. Grazie

Alle immissioni in ruolo vanno il 60% delle disponibilità. Chiarimenti

Giorgio – sono un docente di Cagliari immesso in ruolo nel 2015 nella classe A021 di geografia, a Fiumicino, trasferito a Empoli, poi a Nuoro e quest’anno a Bosa. Nella mia classe di concorso vi erano due posti che sono stati assegnati uno alle GAE  e uno al concorso ordinario, mentre a me è stato negato il trasferimento nella mia provincia. E’ tutto corretto oppure vi possono essere gli estremi per un ricorso? Grazie infinite per la cortese disponibilità

Mobilità 2018/19 per i docenti immessi in ruolo nell’a.s. 2017/18: regole uguali per titolari su scuola e titolari su ambito

Claudia – Vorrei un chiarimento riguardo alla mobilità, che mi tocca anche personalmente. Secondo la legge 107/2015 i docenti neo-immessi 2017-2018 avevano la facoltà di presentare domanda di trasferimento. Chi è neo-immesso su ambito, è stato anche vincolato a una scuola, e quindi ha potuto chiedere “trasferimento”? Per i neo-immessi che chiedono trasferimento NON vale la necessità del superamento dell’anno di prova?  Grazie.

Mobilità sul sostegno per docente titolare su materia: diversi requisiti per utilizzazione, assegnazione provvisoria e trasferimento

Elisabetta – Volevo chiedere se, essendo in ruolo su materia non in possesso di specializzazione su sostegno ma avendo due anni pieni di servizio su sostegno, posso chiedere utilizzazione o assegnazione provvisoria annuale su sostegno nello stesso comune dove lavoro. Sono passata in ruolo nel settembre 2018. Se dovessi in futuro prendere la specializzazione di sostegno, qualora escano dei corsi abilitanti, potrei chiedere trasferimento da materia a sostegno? Grazie in anticipo per la risposta.

Trasferimento non ottenuto: chiarimenti sui criteri di valutazione delle domande

Michela – Sono docente di sostegno della scuola secondaria di II grado, trasferita in fase C in Veneto ma residente in Umbria. Da due anni chiedo trasferimento interprovinciale, senza successo. Quest’anno invece che per l’Umbria l’ho chiesto per la provincia di Arezzo dove c’erano più posti disponibili, ma non sono stata trasferita. Ho scoperto che un’altra docente con punteggio maggiore al mio, ha ottenuto il trasferimento su Arezzo pur avendola espressa come seconda opzione, mentre io che l’ho espressa come prima opzione non ho avuto il trasferimento. L’algoritmo dà precedenza al punteggio o alle preferenze espresse? Ti ringrazio per i chiarimenti che saprai darmi. Un cordiale saluto.

Trasferimento e passaggio di cattedra nella sequenza operativa: il trasferimento precede il passaggio a prescindere dal punteggio dei docenti

D.F. – Quest’anno  gli insegnanti di Sostegno hanno la precedenza se insegnano sostegno per il tramite della loro classe di concorso? Nel senso se un docente di sostegno è nella classe di concorso A054 Storia dell’arte, può passare su storia dell’arte? Hanno precedenza per questo passaggio, superando chi ha fatto domanda di passaggio di cattedra  da Lettere, con vari anni di anzianità di servizio, su A054 Storia dell’arte ? Ho un punteggio elevato per passare su Storia dell’arte, ma non mi è stato concesso il passaggio perché la docente di sostegno  pur avendo un  punteggio basso mi supera . E’ giusto cosi? Aiutatemi a capire! Grazie

Trasferimento e passaggio di cattedra provinciali: con quale ordine si dispongono i movimenti?

Marina – Gentilissimi, ho fatto domanda di mobilità provinciale e non ho ottenuto il movimento richiesto, sono stata preceduta da docente con punteggio inferiore che ha chiesto trasferimento all’interno della stessa provincia, chiedo pertanto se il movimento di trasferimento precede quello di passaggio di cattedra. Grazie

Assegnazione provvisoria dopo passaggio di ruolo dal I grado al II grado: in quale grado di istruzione posso chiederla?

Maria Teresa –  Ho ottenuto quest’anno il passaggio di ruolo dalla secondaria di 1° alla secondaria di 2° grado. Volevo chiedervi se ho comunque la possibilità di chiedere l’assegnazione provvisoria, e per quale grado di scuola. In caso di risposta positiva, l’anno di prova sarebbe rimandato? Grazie e cordiali saluti

Docente soprannumerario e mobilità: cosa significa la dicitura “trasferimento d’ufficio”?

Anna Rosa – Sono un’insegnante di sostegno risultata soprannumeraria. Ho fatto domanda condizionata esprimendo 5 preferenze ma mi è stata assegnata una sede diversa. Volevo chiedere se è per questo motivo che nel file pubblicato sul sito ATP Roma risulta la dicitura “trasferimento d’ufficio” e, soprattutto, se resta la possibilità derivante dalla domanda condizionata di poter tornare nella mia scuola di provenienza quest’anno e per 8 anni, come previsto. Ringraziando anticipatamente per l’attenzione, porgo cordiali saluti