Trasferimento d’ufficio: con quali criteri viene disposta l’assegnazione della scuola di titolarità?

Maria – Ho bisogno di un chiarimento in merito al trattamento dei soprannumerari trasferiti d’ufficio:  spetta a loro l’assegnazione della sede  prima dei trasferimenti a domanda volontaria,  ma  verrà assegnata loro la prima sede libera più vicina a quella di titolarità ( come sarebbe auspicabile) o la prima sede libera partendo dalla prima scuola dell’ambito ( in questo caso molto distante dalla sede di titolarità)?

Trasferimenti provinciali: sono i primi movimenti nella sequenza operativa e vengono disposti su tutti i posti vacanti nella provincia

Maria – Sono entrata di ruolo quest’anno a 90 Km dalla mia residenza, ad aprile ho fatto domanda di trasferimento nella stessa provincia dove ho insegnato quest’anno e dove risiedo. Ho inserito come prima scelta una scuola dove quest’anno vi era una cattedra vacante, data ad assegnazione provvisoria. Vorrei chiederti, questa cattedra vacante sarà sicuramente disponibile per il trasferimento provinciale? Il trasferimento provinciale è il primo movimento che avviene? Grazie

Docente soprannumerario: nessuna precedenza per passaggio di cattedra nella scuola di titolarità

Alessandra – Sono titolare di COE per A-20 e sono risultata perdente posto, dunque il 14 giugno ho presentato domande cartacee di mobilità. Si tratta di 1 domanda di trasferimento e 2 passaggi di cattedra (per A-27 ed A-26). Nella compilazione ho dato precedenza al passaggio di cattedra verso A-27, presente nell’Istituto di attuale titolarità. Come verranno considerate le mie domande? Nel passaggio di cattedra questa disponibilità di ore in altra classe di concorso ma nello stesso Istituto mi darà qualche precedenza? Grazie per la cortese attenzione

Trasferimento da sostegno a materia dopo mobilità interprovinciale: quale vincolo devo rispettare?

Andrea – Sono un docente in attesa di conoscere il risultato della domanda di trasferimento interprovinciale. Sono inoltre nel quarto anno sul Sostegno dopo il ruolo. Le chiedo dunque: se per l’anno scolastico 2018/2019 otterrò il trasferimento potrò poi, per l’anno scolastico 2019/2020 chiedere il passaggio su materia? Lo chiedo perché mi risulta che, secondo le regole attualmente in vigore, una volta ottenuto il trasferimento è obbligatorio restare per tre anni nella nuova sede. Distinti saluti e grazie in anticipo per la risposta

Trasferimento su ambito: è possibile rinunciare al movimento ottenuto?

Valeria – Sono un’insegnante della scuola secondaria di primo grado, classe di concorso A022. Quest’anno sono in anno di prova e ho fatto domanda di trasferimento indicando le 5 scuole e l’ambito di mio interesse.
Volevo sapere se ottenessi il trasferimento non in una delle scuole da me indicate ma in una dell’ambito molto scomoda da raggiungere rispetto a dove abito (sono senza macchina e devo spostarmi con i mezzi pubblici), potrei rinunciare al trasferimento e rimanere nella scuola dove sono adesso? Premetto che quando ho presentato la domanda di trasferimento non sapevo ancora di essere soprannumeraria nella mia scuola, ma non so se sarò perdente posto. Spero di ricevere una risposta a breve e grazie anticipatamente. Distinti saluti.

Domanda condizionata: il rientro nella scuola di ex-titolarità non può essere disposto su una COE se non richiesta

Stefano – Chiedo da sei anni di rientrare nella sede di ex titolarità, quest’anno si è formata una cattedra orario esterno, 14 h + 4h di completamento in una scuola del comune. Nella domanda di trasferimento non ho indicato la scelta per le COE, ho diritto comunque a rientrare su questa cattedra come ex titolare? Grazie.

Perdente posto, domanda condizionata e passaggio di cattedra. Chiarimenti

Maria – ho prodotto nel mese di aprile domanda di trasferimento per la scuola secondaria di secondo grado per la mia classe di concorso di titolarità A020.  In contemporanea ho inoltrato anche domanda di passaggio di cattedra, dando a quest’ultima priorità rispetto a quella di trasferimento.  In data odierna mi hanno comunicato di risultare sovrannumeraria per la mia classe di concorso nella mia scuola.  Vorrei sapere se la domanda di trasferimento cartacea che andrò ora a compilare, modifica la precedenza che ho dato al passaggio di cattedra richiesto in aprile.  Ed inoltre cosa comporterebbe se presentassi una domanda di trasferimento condizionata? Cordiali saluti.

Trasferimento: si può chiedere nella scuola in cui si è in servizio per assegnazione provvisoria?

Gina – Sono un’insegnante della scuola dell’infanzia, in ruolo dal 2016/2017. Volevo cortesemente sapere se, facendo domanda di AP per una scuola Y per l’anno 2018/2019, potessi poi inoltrare  domanda di mobilità per la stessa scuola ad aprile 2019 per acquisire la titolarità, nel caso che l’AP fosse andata a buon fine. Grazie

Docente soprannumerario e mobilità: il suo movimento precede quelli a domanda soltanto se è un trasferimento d’ufficio

Maria Luisa – Durante la procedura dei trasferimenti il perdente posto (con domanda condizionata) ha precedenza rispetto a chi produce domanda volontaria e ha punteggio superiore? Se fossi trasferita con domanda condizionata in una scuola dove mi troverò bene sono obbligata l’anno successivo a produrre domanda di trasferimento oppure posso scegliere di rimanere dove mi hanno trasferito (perdendo ovviamente il punteggio di continuità). Grazie

Passaggio di cattedra: è un movimento volontario e la domanda non può essere condizionata

Maria – Sono perdente posto nella scuola secondaria superiore e devo fare domanda di trasferimento. Ho alcuni dubbi in merito e spero tanto che tu mi possa aiutare visto che ho pochissimo tempo per presentare la domanda. Posso presentare domanda condizionata per passaggio di cattedra? Nel comune di servizio c’è un posto in una classe di concorso e in una scuola diversa dalla mia. In questo modo riuscirei (forse) a stare nel comune di servizio o nelle sue vicinanze e non perderei il punteggio della continuità. Posso fare domanda di passaggio cattedra condizionata scegliendo le cinque scuole su province diverse?

Mobilità: quale differenza c’è tra titolare su scuola o incaricato su scuola?

Daniela – Sono una docente della scuola dell’Infanzia che ha ottenuto il trasferimento interprovinciale da Salerno a Napoli.  Ero titolare su ambito con incarico triennale presso un istituto comprensivo
Con l’attuale mobilità ho ottenuto il trasferimento sulla mia prima preferenza espressa in modo puntuale e leggo “incaricato su scuola”. C’ è differenza con “titolare su scuola “? Grazie

Mobilità e punteggio titoli: la SISS non può essere valutata

Elisabetta – Nel 2017 ho richiesto la mobilità all’ambito di Como, sede di titolarità, e allegando il modulo, Modello integrativo titoli, mi sono stati assegnati 5 punti per la SSIS. Nel 2018 stessa trafila presso l’USP di Campobasso, ma i 5 punti non mi sono stati assegnati. E’ possibile che due sedi periferiche del MIUR abbiano comportamenti diversi, e in tal caso come posso oppormi e/o fare ricorso. Grazie

Perdente posto riassorbito su altra tipologia di sostegno. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno. Una docente di sostegno di scuola primaria del nostro istituto, titolare su posto CH, è stata dichiarata sovrannumeraria perché l’alunna che seguiva è in classe quinta e quindi passerà alla scuola secondaria; non ci sono altri casi CH nella scuola. La docente ha presentato domanda di trasferimento condizionata ed è stata trasferita su posto EH, sempre nel nostro istituto. Nel bollettino dei trasferimenti si legge: “riassorbimento sulla scuola su tipologia di posto diversa dalla titolarità – non ultimo entrato”. Nella graduatoria interna delle docenti di sostegno su posto EH questa docente va inserita in coda o in base al punteggio? Cosa si intende per “non ultimo entrato”? Il problema si pone in quanto tra i posti EH del nostro organico di diritto ce n’è uno a scavalco con un altro istituto e non è chiaro quale docente della graduatoria debba prendere il posto a scavalco. Si chiede cortesemente di avere un riferimento normativo per dirimere la questione. Grazie per la consulenza.

Mobilità interprovinciale: con quale ordine si dispongono trasferimenti e passaggi di ruolo?

Davide – In merito agli esiti delle procedure di mobilità 2018, un docente proveniente infanzia  con passaggio di ruolo interprovinciale ha la precedenza rispetto  ad un  docente con punteggio superiore ma con movimento/trasferimento interprovinciale ? Ringrazio in anticipo per la cortese attenzione, porgo distinti saluti

Domanda di trasferimento per docente soprannumerario: preferenze e punteggio nella domanda condizionata, chiarimenti

Daniela – Sono una docente a tempo indeterminato di scuola secondaria di secondo grado. Mi è stato verbalmente anticipato che quest’anno sarò in soprannumero e perdente posto. Intendo fare domanda di trasferimento condizionata non appena riceverò la comunicazione ufficiale di sopranummerarietà dalla scuola. Chiedo cortesemente alcuni chiarimenti sulla domanda condizionata:

Il perdente posto che partecipa al trasferimento a domanda non ha nessuna precedenza. Chiarimenti

Silvana  – Non mi è molto chiaro: se il docente soprannumerario partecipa al trasferimento a domanda alla pari  con  chi ha prodotto domanda volontaria. Quali sono i vantaggi del docente soprannumerario? In che modo può precedere chi fa domanda volontaria?  Grazie.

Trasferimento e punteggio: si valutano titoli e requisiti posseduti entro il termine di presentazione della domanda

Francesca – Compilando la domanda di mobilità di quest’anno mi sono stati assegnati 6 punti per il ricongiungimento al coniuge, residente nel comune dove vi è la scuola che ho segnato nelle preferenze e in cui poi ho ottenuto il trasferimento. Una volta scaduti i termini di presentazione della domanda io e mio marito abbiamo avuto l’improvvisa esigenza personale di cambiare residenza, questo annulla i punti ricevuti per il ricongiungimento al coniuge oppure ci si basa unicamente sulla situazione famigliare antecedente allo scadere della presentazione della domanda di mobilità? Grazie mille, cordiali saluti.

Cattedra orario esterna: per diventare titolare nella scuola di completamento si deve chiedere trasferimento

Giuseppe – Quest’anno essendo perdente posto , l’ufficio scolastico è riuscito a creare una COE con 12 ore nella sede A dove ho la titolarità e altre 6 in un’altra scuola B. Il prossimo anno scolastico, a causa della diminuzione degli alunni , la cattedra sarà spostata con 12 ore nella sede B che avrà la titolarità e 6 ore nella A. Quando avverrà questo il sottoscritto deve produrre domanda di mobilità a causa del cambiamento di titolarità tra A e B ? Grazie

Docente soprannumerario che ha già presentato domanda di trasferimento online: può scegliere se presentarla cartacea o confermare quella già inviata

O.L. – Sono un docente risultato soprannumerario, mi hanno detto che devo rifare la domanda di mobilità cartacea perché la precedente è stata annullata, vorrei chiedervi, considerando la nuova domanda cartacea, se posso inserire l’abilitazione sul sostegno presa a maggio. Grazie

Mobilità interprovinciale – Come si valutano le preferenze? Quale movimento prevale?

Franco – Gradirei sapere (se possibile), per le nomine interprovinciali, se il posto richiesto è disponibile in più scuole posso sceglierlo tra quelli che ho elencato nella domanda di mobilità? Oppure mi verrà assegnato il primo disponibile (secondo la mia scelta) senza poi verificare se nelle altre sedi è disponibile il posto?
Se ho fatto domanda di trasferimento su materia interprovinciale e anche passaggio di ruolo interprovinciale  quale è prioritario?
Grazie per il supporto professionale che profondete a larghe mani. Cordialmente

Docente soprannumerario: la sua domanda di trasferimento viene valutata con priorità sulle altre?

Silvana – Nella mia scuola c’è una collega perdente posto dichiarata soprannumeraria, poi ci sono io che per la stessa classe di concorso (A028) perdo 6 ore quindi avendo una COE ho fatto domanda di trasferimento volontario. Quello che vorrei sapere, se abbiamo messo entrambe come prima preferenza la stessa scuola a chi andrà tale cattedra? Premetto io ho un punteggio maggiore. Grazie

Trasferimenti interprovinciali: sono disposti sul 30% dei posti residui, sia posto comune che sostegno, dopo i trasferimenti provinciali

Lidia – Sono una docente di scuola primaria di ruolo. Ho chiesto il trasferimento interprovinciale, ma non l’ho ottenuto. So che per i trasferimenti interprovinciali sono riservati il 30% dei posti disponibili. Mi chiedevo il 30% dei posti di sostegno più quelli della comune, oppure il 30% dei posti disponibili su sostegno e 30% dei posti disponibili sulla comune?