Passaggio di ruolo: il neoimmesso potrà chiederlo dopo aver superato anno di prova

Antonella  – Sono entrata di ruolo come docente di scuola primaria dopo aver superato il concorso titoli ed esami DDG 82/2012 con decorrenza giuridica 1/9/2014 e decorrenza economica 1/9/2015. Abilitata all’insegnamento della lingua inglese nelle scuole medie e superiori (ho conseguito il TFA nel 2015 per le classi di concorso A345 e A346) mi interesserebbe fare il passaggio da scuola primaria a scuola secondaria di primo o secondo grado. Potrei cortesemente sapere di quanti anni è il vincolo temporale dopo essere stati immessi in ruolo prima di poter tentare il passaggio di ruolo? Ringrazio anticipatamente. Distinti saluti

Passaggio di ruolo per “ritornare” nel precedente grado di titolarità: il docente non dovrà svolgere una seconda volta l’anno di prova

Giulio – Sono un docente di Italiano assunto in ruolo nel 2015 alle superiori fuori dalla provincia di residenza e ho svolto con decreto di conferma in ruolo l’anno di prova. Per avvicinarmi a casa ho fatto nel 2017 un passaggio di ruolo alle medie e sto svolgendo anno di prova. Adesso vorrei sapere, avendo abilitazione per insegnare italiano alle scuole superiori e avendo già svolto l’anno di prova in quel l’ordine di istruzione, posso fare domanda per l’anno 2018/2019 di passaggio di ruolo alle scuole superiori?

Passaggio di ruolo: è un movimento tra ordini o gradi diversi di istruzione

Riccardo – Ho avuto il passaggio di ruolo dalla scuola secondaria di 1° grado (A049) alla scuola secondaria di 2° grado (A048). Due anni fa ho fatto l’anno di prova e formazione per la A049. Chiedo se devo fare ancora l’anno di formazione oltre all’anno di prova, visto che il mio passaggio di cattedra è un passaggio di grado e non di ordine, rimanendo nella scuola secondaria. Per precisare meglio il mio pensiero, se avessi fatto un passaggio dalla scuola primaria alla secondaria capirei il dover ripetere l’anno di prova e formazione, ma rimanendo sulla scuola secondaria, non basta solo l’anno di prova? Grazie

Mobilità per docente con incarico triennale: potrà chiedere passaggio di ruolo per il 2018/19?

Fabio – Sono un docente di Lingua Inglese, immesso a ruolo l’anno scolastico scorso. Ho un contratto triennale presso la scuola secondaria di I grado in cui sto lavorando ma sto pensando di passare a una secondaria di II grado. Come presento domanda di mobilità? Con che tempistiche? Dove trovo la modulistica? Grazie in anticipo

Passaggio di ruolo all’interno di un Istituto Comprensivo: nessuna garanzia di ottenere il movimento richiesto per docente titolare nello stesso Istituto

Liliana – Sono un’insegnante della scuola dell’infanzia che vorrebbe fare il passaggio di ruolo alla primaria nel medesimo Istituto comprensivo, nel quale il prossimo anno scolastico si libereranno 5 posti. Essendo già insegnante presso questo circolo, per continuità ho qualche sicurezza sull’ assegnazione?

Trasferimento da sostegno a materia: nessuna precedenza per il docente che chiede la stessa scuola di titolarità

Doriana – Farò domanda di trasferimento sulla singola scuola, sono una docente di Ed. Fisica,  ho la L.104 con invalidità del 67% e 230 punti di anzianità,  le chiedo, se un docente interno alla scuola da me chiesta, attualmente su sostegno chiede il trasferimento su materia, ma a meno punti di me, chi ha la precedenza? La ringrazio

Requisiti richiesti per il passaggio di ruolo

Valentina – Sono laureata in lingue e letterature straniere moderne dal 1993, sono però entrata in ruolo nel 2001 nella scuola primaria in seguito al concorso ordinario del 2000 pertanto non ho potuto partecipare al concorso abilitante. La mia ds dice che potrei comunque chiedere mobilità per passaggio di ruolo alla secondaria di primo grado, perlomeno nello stesso Istituto. Io credo che non sia possibile poiché non ho conseguito l’abilitazione per suell’ insegnamento e quell’ ordine di scuola. Potete chiarirmi le idee?

Mobilità da sostegno a posto comune: quali preferenze sarà possibile esprimere?

Michela – Sono un’insegnante di sostegno di ruolo da 5 anni. Ho cercato un po’ di informazioni ma non ho trovato nulla di chiaro, quindi vi chiedo un aiuto. Sto valutando il passaggio a posto comune dal sostegno, se quest’anno scolastico decidessi di farlo, mi sposterei su ambito o su scuola? Sarebbe una mobilità o un trasferimento? Grazie  mille!

Docente trasferito da materia a sostegno: per tornare su materia dovrà aspettare cinque anni

Anna – Sono una docente di Geografia Economica, abilitata alla classe di concorso A039, entrata in ruolo nel 2011. Purtroppo per mancanza di cattedre sono stata negli anni assegnata a varie scuole della provincia, spesso anche molto lontane dal luogo di residenza. Nel 2015 ho fatto domanda di trasferimento, come di prassi, ma chiedendo anche l’opzione per l’insegnamento sul Sostegno, volendo avvicinarmi per gravi motivi di salute. Ho ottenuto il trasferimento in città sul sostegno, poiché non vi erano cattedre di geografia. E’ nota l’annosa questione che riguarda l’atipicità’ di questa disciplina, a cui accedono docenti provenienti da diverse classi di concorso. Ora vengo a conoscenza della sentenza del TAR che destina a tale insegnamento solo i docenti abilitati con classe di concorso A039 Geografia.

Docente neo-immesso che non ha svolto anno di prova: potrà chiedere comunque trasferimento da posto comune a sostegno

Angela – Sono docente di scuola secondaria di secondo grado entrata in ruolo giuridicamente nel 2015/2016, ma economicamente dal 1 settembre 2016. Lo scorso anno sono stata in congedo parentale e non ho potuto svolgere l’anno di prova. Quest’anno sto frequentando il corso di specializzazione sul sostegno e essendo in aspettativa non retribuita non riuscirò a svolgere l’anno di prova.

Trasferimento ottenuto: il docente potrà rinunciare al movimento?

Manuela – Vorrei porre una domanda in merito ad i trasferimenti..Vi illustro la mia situazione: io e mio marito siamo di ruolo in provincia di Roma dal 2011 e vorremmo trasferirci a Potenza, la nostra città di origine. La domanda è la seguente: se solo uno dei due riesce ad ottenere il trasferimento potrebbe rinunciare e rimanere nella provincia di Roma? Distinti saluti

Mobilità: titoli culturali che danno punteggio

Nicoletta – Sono un’insegnante di sostegno presso scuola primaria in ruolo da due anni. Sono un po’ confusa riguardo i titoli culturali. Sono laureata in Scienze della formazione Primaria quadriennale e ho una precedente laurea quadriennale in Scienze dell’Educazione. Ho un’idoneità conseguita a seguito di superamento del concorso per titoli ed esami a posto di Personale Educativo nei Convitti. Ho 3 corsi forcom da 1500 ore e un corso di perfezionamento post-laurea della durata di un anno accademico conseguito presso l’Università degli studi di Bari. Vi domando:ho raggiunto il numero massimo per il punteggio relativo ai titoli? posso fermarmi? se no, quanti punti mi mancano e cosa mi suggerite di fare per raggiungere il massimo?

Passaggio di ruolo interprovinciale: il docente che lo ottiene non ha alcun vincolo di permanenza triennale nella nuova provincia di titolarità

Donatella–  Salve sono una docente che ha ottenuto passaggio di ruolo interprovinciale a luglio 2017 . Dal 01/09/2017 ho preso servizio preso la scuola , essendo nell’anno di prova nel nuovo ordine di scuola, volevo sapere se nella mobilità 2018/2019 posso chiedere trasferimento provinciale e interprovinciale o sono vincolata al triennio pur  non essendo una neo immessa ? Grazie per la consulenza.

Docente neo-immesso in ruolo e anno di prova non svolto: a quali movimenti potrà partecipare?

Elisa – Gent.ma redazione di orizzonte scuola, sono una docente di scuola secondaria entrata di ruolo a settembre 2017. Quest’anno sarò in maternità e inizierò quindi ad insegnare effettivamente a settembre 2018. La scuola nella quale ho preso il ruolo non è vicina a casa mia e la mia intenzione è quella di chiedere un’assegnazione provvisoria o un trasferimento appena possibile… posso richiederle già quest’anno? Sono obbligata a sostenere il periodo di prova nella scuola nella quale ho preso il ruolo? Ringrazio per l’attenzione

Mobilità professionale: per fare domanda di passaggio di cattedra e passaggio di ruolo è necessario aver superato l’anno di prova

Giorgio – Ho ottenuto il passaggio di ruolo quest’anno sulla classe di concorso A011 (provenendo dalla A022) e sto svolgendo nuovamente l’anno di prova. Posso fare domanda di passaggio di cattedra per la A013 già da quest’anno o devo prima concludere l’anno di prova e dunque potrò richiederlo solo nel 2019? Grazie

Trasferimento tra ambiti diversi: nessun anno di prova per il docente che lo ottiene

Fabio – Sono un docente di Lingua Inglese, immesso a ruolo l’anno scolastico scorso. Ho superato con successo l’anno di prova nel corso di tale a.s. (2016-17) presso un IC facente parte dell’ambito territoriale X. Ora mi accingo a cominciare il prossimo anno scolastico nello stesso istituto, ma vorrei trasferirmi in una scuola più vicina a casa. Ci sono un paio di scuole che sono più vicine a casa mia ma restano in un ambito territoriale diverso (ambito Y). Come posso procedere? Il procedimento richiede lo svolgimento di un altro anno di prova come per il passaggio di ruolo alle superiori? Grazie in anticipo!

Trasferimento da ambito a scuola: il docente che ottiene il movimento non deve firmare un nuovo contratto con la scuola

Maria Grazia – Dopo tanto precariato, sono stata immessa in ruolo nel 2015 con la legge 107. Ho richiesto ed ottenuto il trasferimento da ambito a scuola.  E’ possibile che il mio contratto rimanga quello triennale, lo stesso che avevo nella scuola dove ero finita con la chiamata diretta? Nella mia nuova scuola ho firmato finora la sola presa di servizio, null’altro. In segreteria mi dicono che non c’è bisogno di nessun altro contratto, rimanendo valido quello precedente (triennale!). Fiduciosa nella vostra competenza in materia, attendo con ansia il vostro parere. Cordiali ringraziamenti e auguri di buon lavoro.

Passaggio di cattedra sui Licei musicali. Chiarimenti

Docente – Gentile redazione, sono titolare come docente di musica di II grado e nello stesso tempo abilitata per l’insegnamento di strumento musicale. Ho svolto lo scorso anno servizio di ruolo (in cui sono titolare) di musica ma utilizzata dal dirigente scolastico per delle ore su strumento.  Potevo richiedere il passaggio di cattedra sui Licei musicali considerata come docente già in servizio per lo strumento?

Preferenze per futura mobilità: sarà il CCNI 2018/19 a stabilire quante e quali potranno essere

Tina – Sono un’insegnante della scuola primaria con contratto triennale su ambito.  L’anno scorso avrei potuto presentare domanda di mobilità per richiedere titolarità su scuola ma per timore di capitare chissà dove non l’ho presentata. E’ possibile inoltrare la domanda anche quest’anno?  Grazie per l’attenzione.

Quale mobilità dopo passaggio di ruolo?

Maria Letizia – Ho ottenuto il passaggio dí ruolo dalla Scuola Primaria alla Scuola Secondaria di I grado lo scorso 4 luglio. Ora sono in anno di prova. Nella prossima mobilità dovrò chiedere il trasferimento obbligatoriamente o solo se voglio? E posso chiedere il passaggio di ruolo alla Scuola Secondaria di II grado? Grazie infinite della pazienza e della professionalità.

Vincolo sul sostegno: il computo del quinquennio comprende anche l’anno di decorrenza giuridica della nomina in ruolo?

Carlo – Sono un docente di scuola secondaria di secondo grado, immesso in ruolo sul sostegno nel mese di marzo 2014 con decorrenza giuridica della nomina retroattiva al 1/09/2013. In tale anno scolastico avevo nomina a tempo determinato sulla materia.  Avrei bisogno si sapere come deve essere considerato l’anno di immissione in ruolo su sostegno, insegnando la materia, ai fini del superamento del vincolo quinquennale. Più semplicemente, il 2013 mi verrà calcolato come anno su sostegno e quindi nel 2018 potrò chiedere il trasferimento sulla materia? Grazie