Pensionato a far data dal 01/09/2014 , si chiede se il sottoscritto ha diritto o meno allo scatto stipendiale per il periodo dal 01/01/2014 al 31/08/2014

Epifanio – Pensionato a far data dal 01/09/2014 senza aver maturato l’ultimo scatto stipendiale (scatto 35) per il blocco al 31/12/2013, si chiede se il sottoscritto ha diritto o meno allo scatto stipendiale per il periodo dal 01/01/2014 al 31/08/2014 e quali azioni intraprendere per l’eventuale recupero degli arretrati.Ringrazio anticipatamente per l’attenzione riservata al problema. Distinti saluti

Scatto alla fascia stipendiale successiva, prevista per dicembre 2019

Flaviano  – Buongiorno,  vorrei un chiarimento riguardante il periodo di pensionamento e gli scatti di anzianità. Sono docente di scuola media ed a settembre 2019 dovrei andare in pensione anticipata con 43 anni 6 mesi di servizio compreso il servizio militare ed il riscatto della laurea.  A dicembre 2019, però, raggiungerei l’ultimo gradone di anzianità con conseguente aumento dello stipendio di circa 150€.  La domanda è: se vado in pensione a settembre (obbligo per il personale della scuola) non mi verrà mai riconosciuto lo scatto di dicembre 2019?  Se decidessi di rimanere in servizio ancora un anno (e quindi a settembre 2020) varrebbero i presupposti per il pensionamento anticipato o sarei costretto ad attendere la pensione di vecchiaia oltre i 67 anni?

Anzianità utile ai fini giuridici ed economici al 1/9/2001 (dopo il superamento del periodo di prova)

Maria – Buongiorno,  sono un’insegnante di scuola primaria  – immessa in ruolo  con decorrenza giuridica nell’a.s. 2000/2001 con decorrenza economica nell’a.s. 2001/2002.  Ho 2 anni di servizio di pre-ruolo.  Lo scatto della fascia 15-20 l ho avuto ad ottobre 2014 (3 anni scolastici dopo secondo i miei calcoli). Inoltre la nuova dicitura sul cedolino per lo scatto della fascia 21-27 riporta 31 agosto 2020. Sempre dai miei calcoli il 21esimo anno di servizio inizierà nell anno scolastico 2018/2019. Ho allegato in formato doc una tabella riassuntiva della situazione. A chi devo segnalare questo errore?  Con quale modalità? Vi ringrazio anticipatamente per la vostra consulenza. Cordiali saluti.

Gradirei sapere a che gradone di appartenenza saro’ collocato sono un docente diplomato immesso in ruolo con decorrenza giuridica il 1/9/92015

Docente  – Gradirei sapere a che gradone di appartenenza saro’ collocato sono un docente diplomato immesso in ruolo con decorrenza giuridica il 1/9/92015 ed economica il 1/7/2016, con 15 anni di pre-ruolo. ho richiesto alla scuola di titolarita’  la ricostruzione di carriera, partita finalmente in questi giorni. a che gradone saro’ collocato? grazie

Ho 62 anni, 32 di servizio come docente laureato nella scuola e 5 di lavoro presso azienda privata da tempo equiparati a fini pensionistici

Tino – Salve, Ho 62 anni, 32 di servizio come docente laureato nella scuola e 5 di lavoro presso azienda privata da tempo equiparati a fini pensionistici (totale 37 anni). Nelle tabelle di aumenti e arretrati da voi pubblicate rientro nella fascia 28-34 oppure +35? Non mi è assolutamente chiaro! Grazie.

Docente di scuola media in pensione anticipata (42 anni di contributi) dal 1/9/2016

Giuseppa   – Sono una docente di scuola media in pensione anticipata(42 anni di contributi)dal 1/9/2016. Desidero sapere se col 2018 mi sarà attribuito lo scatto di anzianità che ho maturato nel 2016,ma che è stato bloccato dal governo e che mi consentirebbe di passare dalla fascia stipendiale 28  con cui sono andata in pensione alla fascia34. Attendo risposta.

La buonuscita viene liquidata dopo un anno dalla pensione?

Livia – assistente amministrativa preso un Istituto superiore, vorrei chiedere un’informazione: sono nata il 20/03/1953 quindi al 31/08/2018 ho 65 anni di età ed un’anzianità contributiva di 41 anni e 10 mesi … dovrei essere messa in pensione d’ufficio…la richiesta è ” devo fare domanda di pensione o è la scuola che deve fare tutte le pratiche ? La buonuscita viene liquidata dopo un anno dalla pensione?

In alternativa alla totalizzazione e alla ricongiunzione c’è  il “cumulo”

Docente  – Sono un insegnate di Religione Cattolica.  Al 31/08/1999 ho maturato, per lavoro prestato presso  aziende private, 21 anni di servizio. Dal 01/09/1999  ad oggi insegno ininterrottamente nella scuola media superiore con incarico annuale. Sono nato il 03/10/1956. Gentilmente chiedo: non avendo fatto la ricongiunzione contributiva (troppo onerosa) – potrò totalizzare i contributi versati nei due enti (IPS E INPDAP) e quando potrò lasciare il lavoro?  Vi ringrazio della vostra gentile e gradita risposta. Buon lavoro.

Tempistica di liquidazione del TFS

Assistente amministrativa  – vorrei chiedere un’informazione: sono nata il 20/03/1953 quindi al 31/08/2018 ho 65 anni di età ed un’anzianità contributiva di 41 anni e 10 mesi … dovrei essere messa in pensione d’ufficio…la richiesta è ” devo fare domanda di pensione o è la scuola che deve fare tutte le pratiche ?? La buonuscita viene liquidata dopo un anno dalla pensione?

Assegnazione provvisoria nel II grado per docente titolare nel I grado: spetta il maggiore trattamento economico previsto dalla normativa

Loredana –  Sono titolare in una scuola secondaria di I grado, per quest’anno scolastico ho chiesto ed ottenuto l’assegnazione provvisoria in una scuola secondaria di II grado.
Sul cedolino compare come sede di servizio la scuola Secondaria di I grado e lo stipendio è quello di una scuola secondaria di I grado.
Ho chiesto in segreteria e mi hanno risposto che è così perché sono in assegnazione provvisoria. Quindi mi viene riconosciuto il servizio ma non lo stipendio e quindi sul cedolino non vi è traccia di quest’anno di servizio. L’unica cosa che dimostra che sto lavorando in una scuola secondaria di II grado è il contratto di servizio che loro mi rilasciano. Mi può dire se è realmente così? Grazie

Il “cumulo” non è da confondersi con l’istituto del ricongiungimento dei servizi ai sensi della L. 29/1979

Assistente Amm.va – a seguito di domanda di ricongiunzione art. 2 L.29/79 (lavoro presso privati, disoccupazione,contributi volontari, maternità, supplenze) presentata nel 2002, mi è stata riconosciuta dall’INPS nel settembre 2014 la ricongiunzione di anni 11 ecc. ai fini del diritto e anni 11 ecc. ai fini della misura del trattamento di quiescenza, cui corrisponde un onere di €. 7.927, 86 per cui sto provvedendo ratealmente e terminerò nel 2023. Una collega ha sentito che ora la ricongiunzione è GRATUITA.  Anche lei ha lavorato sia presso privati che presso il Comune, la Pretura, con periodi di disoccupazione e supplenze varie. E’ vero quanto le hanno detto che ora  la ricongiunzione non è più onerosa? e per chi sta pagando? In attesa di cortese riscontro, la saluto cordialmente. grazie 1000.

Retribuzione della malattia con contratto al 30/6 e contratto per supplenza breve

Scuola – Buongiorno, si sottopone alla Vostra attenzione il seguente quesito : insegnante di scuola primaria a tempo determinato con due contratti contemporanei in due diverse scuole e posti diversi: uno su posto comune per 12 ore per sostituzione personale assente maternità (codice contratto N15); uno su posto di sostegno per 12 ore fino al termine delle attività didattiche (codice contratto N11). Quale trattamento economico si deve applicare per le assenze di malattia vista la contemporaneità dei due contratti giuridicamente diversi? In attesa di Vostro un gentile riscontro si porgono cordiali saluti.

Nomina in ruolo e differimento della presa di servizio

Collaboratore scolastico –  inserito nelle graduatorie provinciali di Roma dal 2011 e precaria dal 2006 2007. Dopo 11 anni quest’anno finalmente prenderò il ruolo dato che sono tra le prime in graduatoria provinciale. Il fatto è il seguente: ai primi di giugno ho avuto un incidente mi sono rotto purtroppo il braccio destro. Frattura grave frattura scomposta con intervento chirurgico l’inserimento di un chiodo endomidollare. La guarigione completa è molto lunga infatti dovrò poi forse riposarmi.. ho cominciato a fare riabilitazione e fisioterapia. Il contratto Annuale scade appunto il 31 agosto. Dopodiché appunto dovrò prendere il ruolo però purtroppo sono in malattia premetto che non è un infortunio mi hanno detto che posso delegare qualcuno a prendermi il ruolo, però purtroppo il periodo di prova e la retribuzione slitteranno finché io non potrò r andare a lavorare vorrei sapere e avere conferma di questo.

Retribuzione del sabato e della domenica anche oltre il 30/6

Scuola – Buongiorno, devo prorogare un contratto fino al 30.06.2017 a una supplente di scuola dell’infanzia su assenza della titolare in astensione obbligatoria per puerperio. Premetto che la supplente è su questo posto dal 17.10.2016. Prorogando il contratto fino al 30/06/2017  che è venerdì devo riocnoscerle anche il sabato e la domenica successivi alla scadenza del contratto? In questo caso si va oltre il 30.06.207 termine lezioni scuola dell’infanzia. Cordiali saluti.

fasce stipendiali attuali così come previsto dal CCNL del 4/8/2011

Maria  – Gent.ma Redazione, sono una docente di scuola secondaria di primo grado e vorrei  sottoporvi un quesito relativo alla mia ricostruzione di carriera. Sono entrata di ruolo l’1/09/2014 con retrodatazione giuridica nel 2013.Gli anni di servizio preruolo sono stati da me svolti su altro ordine di scuola (sostegno nella scuola  primaria) con incarichi annuali così distribuiti: 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013 e 2013-2014 (anno in cui ho ricevuto la nomina giuridica nella scuola secondaria di primo
grado). Dopo il superamento dell’anno di prova ho avviato richiesta di ricostruzione di carriera, il cui procedimento risulta completato. Infatti nell’ultimo cedolino compare come data di scadenza per la progressione economica quella del 31/08/2019. Ora vorrei sapere da voi se il calcolo della ricostruzione sia davvero corretto? e se il  primo gradone di anzianità va da 0 a 8 anni, come mai la scadenza non è prevista per il 31/08/2018 (compimento dell’ottavo anno) anziché 2019? Confidando in un vostro puntuale riscontro in merito, ringrazio e saluto cordialmente.

Mutamenti in materia di scatti che si sono susseguiti negli ultimi anni

Luigi – ass.te amm.ivo a T.I., ha nella propria busta paga, la data di scadenza del gradone 21, il 31/03/2021 e che senza il provvedimento di blocco del governo per gli anni 2012 e 2013, lo scrivente sarebbe passato al gradone successivo il 31/03/2019; premesso che l’anno 2012 è stato restituito e quindi, riconosciuta la progressione economica per anzianità prevista dal contratto vigente e che l’anno 2013 rimane il provvedimento di blocco del governo, si chiede cortesemente di sapere se la data di scadenza del gradone un refuso di stampa o il provvedimento del governo ha restituito un anno di anzianità ma rimangono i due anni di blocco per il passaggio al gradone successivo?

Fascia stipendiale 9/14 con decorrenza settembre 2017.

Michela –  Vorrei porti una domanda riguardo alla mia situazione lavorativa. Sono stata immessa in ruolo il 31 agosto 2011 con 4 anni di preruolo. Non mi hanno ancora fatto la ricostruzione della carriera. Nel mio Cedolino stipendiale appare : ka05 scadenza 31 agosto 2021. La mia domanda è: oltre allo scatto stipendiale ho diritto ad arretrati o no? Grazie anticipatamente.

Anticipo del TFR per ristrutturazione della prima casa

Tiziana  – Scusate, io ho da ristrutturare una casa, avrei bisogno di sapere se per noi docenti ( io in servizio di ruolo da 30 anni) è  previsto l’ anticipo del TFR per ristrutturazione della prima casa. Ho chiesto alla segretaria, ma non mi sa dare una risposta sicura. Leggendo la normativa sul web sembra di si, però  in segreteria dicono, secondo loro, solo cessione del quinto oppure anche anticipo se si ha Espero
Io non ci capisco molto, mi potete aiutare, grazie!

La misura della pensione e della buonuscita sarà determinata con lo stipendio in godimento al 31/8/2017

Marcello   – Buongiorno, sono un assistente amm.vo e maturo il diritto alla pensione con 42 anni e 10 mesi contributivi al 31/08/2017. Ho 32 anni di servizio di  ruolo più 3 anni di pre ruolo e 8 presso privati già riscattati. Essendo attualmente da cedolino  in fascia/classe 28  scadenza e passaggio alla classe 35 al 31/12/2017, quanto perdo di pensione e tfs cessando  il 31/08/2017? Posso poi recuperare gli arretrati della classe 28-35 una volta andato in pensione? Grazie, profondamente grazie per la risposta. Cordiali saluti