Il completamento orario può avvenire solo per lo stesso profilo

Scuola – Buongiorno ci occorrerebbe sapere se, un collaboratore scolastico di ruolo con part- time di 18 ore, possa completare l’orario di servizio accettando un incarico nel profilo professionale di Assistente Amministrativo, o addirittura come docente. Noi crediamo che non ci possa essere commistione fra i diversi profili, ma non abbiamo riferimenti normativi. Restiamo in attesa di una vostra cortese risposta. Cordiali saluti.

Non si può lasciare un incarico di 4 ore al 30/6 per altro di 18 ore. Si ha titolo al solo completamento orario

Alessandro – Buona Sera, vorrei sapere se accettando uno spezzone di 4 ore al 30 giugno al Serale, Continuerei a ricevere convocazioni da altre scuole?  Potrei accettare 18 ore da altra scuola diurno fino a l’8 giugno? o posso solo completare al 30 giugno? Il quesito nasce dal fatto che,sarei destinatario di 4 ore al 30 giugno in un serale, ma sarei in posizione utile su un’altra scuola su 18 ore al diurno fino a l’8 giugno sulla materia strutturata nel seguente modo(4 ore sulle classe e 14 di potenziamento), altre 18 fino al 30 giungo (8 sulle classe e 10 di potenziamento),e destinatario di convocazione sul sostegno poichè da incrocio sono arrivati al mio punteggio, tutto ciò sempre dalla stessa scuola. Spero di ricevere risposta prima possibile ringraziandovi anticipatamente della cortese attenzione.

Incarico al 30/6 e aspettativa per motivi di studio

Renata – vorrei alcune delucidazioni in merito all’aspettativa per motivi di studio.ho una supplenza su sostegno al 30.6 in Regione diversa e lontana rispetto a quella dove sto frequentando il corso di abilitazione sul sostegno. Se il Dirigente scolastico dovesse concedermela, perché potrebbe negarmela, giusto? 1) il punteggio mi verrà riconosciuto? 2) avrò diritto alla retribuzione? 3) è possibile richiederla solo per un paio di mesi? E se rientro 90 giorni prima del termine del contratto avrò  diritto alla disoccupazione? Grazie. Cordiali saluti.

Riduzione oraria per allattamento e docente di sostegno. Chiarimenti

Silvia – Buongiorno sono un’insegnante di sostegno nella scuola secondaria di I grado e ho un bimbo di 5 mesi. Sono rientrata a lavoro già da settembre e ho richiesto la riduzione di orario per allattamento. Premetto che ho 18 ore su un caso di autismo. È arrivata la supplente pretendendo di poter accorpare le 5 ore di allattamento in 2 giorni. So che non si può fare ma lei insiste perché viene da lontano e per un’ora al giorno sarebbe troppo economicamente. Cosa posso fare? Grazie mille.

Aspettativa per assegno di ricerca per un supplente con contratto al 30/6

Francesca – vorrei una consulenza in merito alla possibilità di aspettativa per motivi di ricerca. Quest’anno ho fatto il primo inserimento in III fascia e sono stata convocata per una supplenza fino al 30 giugno (4 ore). Poichè lavoro all’università già da tempo, vorrei partecipare al bando per un assegno di ricerca annuale. Sono a conoscenza che l’assegno di ricerca è incompatibile con contratti dipendenti, per cui il mio dubbio è questo: se accetto la convocazione fino a 30 giugno, e poi risulto vincitrice di assegno di ricerca, posso chiedere l’aspettativa per motivi di ricerca? in tal caso, potrò conseguire almeno il punteggio previsto? oppure, poichè avrei un contratto a tempo determinato, l’aspettativa comporta sia la mancanza di retribuzione che di punteggio? Grazie mille.

Interruzione di gravidanza e calcolo della malattia. Chiarimenti

DarioMia moglie ha una supplenza come c.s “nomina su avente diritto” era in gravidanza ma una settimana fa si purtroppo ha dovuto avuto un aborto, con intervento chirurgico Quale è Il periodo che può usufruire di malattia? -va considerata malattia normale…quindi 30 GG ? -oppure come ha specificato  l’INAIL, nelle circolari n. 48/1993 e n. 51/2001, ha riconosciuto che le assenze per interruzione di gravidanza avvenuta entro il 180° giorno dall’inizio della gestazione, non si cumulano con precedenti o successivi periodi di malattia e che non sono quindi computabili nel periodo massimo previsto dalla normativa contrattuale per la conservazione del posto di lavoro (c.d. periodo di comporto).

Il completamento orario è possiblile solo se utilmente collocati nelle graduatorie

Lidia  – Salve! sono una docente iscritta nella seconda fascia per la scuola dell’infanzia, di recente ho accettato una supplenza su sostegno fino al 30/06 di 12,50 perché quasi certa di poter completare l’orario con un’altra mezza cattedra su posto comune rimasta vuota nella stessa scuola, invece informandomi più in là con la segreteria mi dicono che anche se ho diritto al completamento devono lo stesso riconvocare dalla prima fascia, quindi entro a questo punto in confusione perché non riesco a capire allora il diritto dove sta! in quali casi è possibile averlo o non averlo? Vi prego di darmi delle delucidazioni.

ITP e ricorso pendente. Convocabilità con clausola risolutiva

Dirigente  – Gentilissimo ufficio di consulenza, con la presente si tornano a chiedere ulteriori delucidazioni sulla controversa questione delle convocazioni da graduatorie d’istituto degli insegnanti tecnico-pratici inseriti in seconda fascia, con riserva. Il nostra istituto, in ottemperanza a quanto disposto dalla nota 37381 del 29-08-2017 laddove cita “E’ possibile conferire incarichi a tempo determinato con apposizione di clausola risolutiva condizionata alla definizione nel merito del giudizio pendente, ai docenti risultati destinatari di pronunce giudiziali favorevoli in forza delle quali, il disposto inserimento con riserva nelle graduatorie ad esaurimento o di istituto, risulti configurato dal giudice come pienamente anticipatorio di tutte le utilità ad esso connesse”, sta richiedendo ai docenti interessati copia del provvedimento giudiziale che configuri la loro posizione di destinatari di pronunce giudiziali. Arrivano al nostro ufficio diffide da parte di docenti che, non avendo ricevuto ordinanze/decreti giudiziali hanno soltanto prodotto ricorso al TAR o al Presidente della Repubblica e chiedono di essere convocati da seconda fascia. Pur sembrando chiara la nota MIUR del 29 agosto 2017, in considerazione del fatto che si succedono, da parte delle scuole, interpretazioni e comportamenti differenti, si chiede consulenza in merito. Si ringrazia per la preziosa collaborazione Cordiali saluti.

Congedo parentale dopo obbligatoria

Valentina –  Buongiorno, sono inserita in III fascia e ho due figlie (una di 2 anni e una di 3 mesi), attualmente sono in maternità obbligatoria fino ad inizio novembre. Sto ricevendo proposte di supplenza fino al 30 giugno. Prima di accettare volevo sapere se, una volta conclusa la maternità obbligatoria, posso richiedere il congedo parentale per 6 mesi (relativo ad una figlia) ed eventualmente attaccare a questi altri mesi di congedo parentale (relativo all’altra figlia). Grazie e saluti.

Completamento orario tra ordini diversi di scuola

Francesca – Sono stata chiamata per una supplenza di sostegno di 12/18 ore fino al 30/06 presso una scuola secondaria di primo grado. Volevo chiedervi è possibile completare con eventuali ore di sostegno su una scuola secondaria di secondo grado accettando 6 ore? Inoltre qualora mi dovesse arrivare una convocazione per ore 18 settimanali sempre su sostegno da un’altra scuola posso accettarle siano esse al 30/06 o al 31/08.

Assegno di ricerca e supplenza di 6 ore

Pietro – Salve, grazie anche al vostro fantastico blog, so della possibilità di accettare incarichi di supplenza durante il periodo di fruizione di un assegno di ricerca, andando direttamente in aspettativa non retribuita. Mi è chiaro che questo è possibile solo per incarichi fino al 30/06 o  31/08, e che dà diritto al riconoscimento giuridico del servizio, vale ad dire, all’accreditamento dei corrispettivi punti per il successivo aggiornamento della graduatoria. La mia domanda è la seguente: in modo informale mi è stato riferito che vi è anche un ulteriore limite alle supplenze per le quali è possibile richiedere l’aspettativa, oltre al sopra citato termine al 30/06 o oltre, fissato in un numero di ore settimanali minimo pari a 6. Questo dettaglio vi risulta corretto? Vi ringrazio per l’attenzione.

Maternità ed effetti economici e giuridici del contratto

Docente – Buongiorno, sono una docente iscritta in III fascia delle graduatorie d’istituto.  A inizio settembre ho accettato un contratto a tempo determinato di 12 ore fino al 30/06.  Sono incinta e la data prevista del parto è fine gennaio. Volevo chiedere come vengono  considerati ai fini retributivi, ai fini del punteggio ed ai fini del concorso  per l’abilitazione previsto nel 2018 rispettivamente i seguenti periodi: 1. il periodo di gravidanza obbligatoria (5 mesi, 2 antecedenti il parto ed i 3 successivi); 2. l’eventuale periodo di astensione anticipata per gravidanza a rischio; 3. l’eventuale periodo di maternità facoltativa successiva alla maternità obbligatoria. Visto che il mio contratto scade il 30/06, successivamente a tale data non avrò più diritto a percepire la maternità facoltativa fino al compimento dell’anno del bambino? Ringrazio anticipatamente dell’attenzione.  Cordiali saluti.

Ore eccedenti oltre le 18 anche a chi svolge potenziamento

Sono un docente di ruolo presso un liceo scientifico, questo  anno scolastico 2017/2018 la mia cattedra è stata così strutturata: 14 ore in classe e 4 su potenziamento per eventuali progetti o sostituzione oraria. In seguito mi sono state conferite altre 2 ore in eccedenza nello stesso istituto. Dopo un mese mi viene contestato dai miei colleghi l’attuale contratto perché non mi sono state assegnate tutte le 18 ore in aula quindi non potrei accettare le 2 ore in eccedenza. Gentilmente vorrei sapere qual è la normativa esatta. Grazie

I docenti iscritti con riserva con un giudizio pendente devono essere convocati

Scuola – Dovendo provvedere a coprire dei posti di scuola primaria, si è provveduto a fare delle convocazioni fino a nomina avente diritto, non avendo l’ATP ancora esaurito le graduatorie. Non abbiamo convocato gli aspiranti in graduatoria che avevano la lettera R riserva, cosi come succedeva negli anni passati, in seguito abbiamo ricevuto un ricorso di un aspirante incluso in prima fascia, che fare? Tante grazie.

Art. 36: docente di ruolo può accettare supplenza solo nella scuola, non in altri comparti

Tarcisio – buongiorno, sono docente di strumento musicale di scuola secondaria di primo grado… con contratto di lavoro a tempo indeterminato in servizio presso X… essendo lo stesso inserito in apposita graduatoria per il conferimento di incarichi di lavoro a tempo determinato (legge nazionale 138/2013) nel comparto afam (oramai ex comparto)… con la presente.. in virtù della nuova divisione dei comparti da 12 a 4…  rientrando la scuola  nel nuovo comparto della conoscenza/aprile 2016(istruzione.. università.. scuola.. afam..).. chiedo: -possibilità di utilizzare l art. 36 del ccnl che prevede l impiego del docente per un massimo di 3 anni a tempo determinato nello stesso comparto scuola… ma visto che ora lo stesso comparto scuola non esiste più… è possibile usare tale art per un ordine e grado superiore all interno dello stesso comparto (quindi comparto della conoscenza) … a tal riguardo.. nello specifico.. un contratto a tempo determinato nelle istituzioni afam ovvero nei conservatori? se possibile… gradirei una delucidazione in merito…grazie. 

Lasciare una supplenza conferita dalle GI per altra supplenza conferita dalle GAE

Francesca – Salve vorrei sottoporle il seguente quesito: ho ricevuto una proposta d’incarico fino al 31/08 presso la scuola dell’infanzia (sostegno) in cui non sono però abilitata. A breve tuttavia riceverò convocazione da gae per stipula di contratto su gae primaria sostegno, dove posseggo l’abilitazione. La mia domanda è se potrò usufruire del giorno per presentarmi alle convocazioni e se potrò lasciare in caso di contratto stipulato da gae nonostante la scadenza del 30/06 e non del 31/08. Spero di essere stata chiara. Cordialmente.

Permesso per matrimonio docente a tempo determinato. Chiarimenti

Daniela Maria  – volevo chiedere un’informazione in merito al congedo matrimoniale, io sono stata convocata per svolgere supplenza in Storia dell’Arte dal 25/09/2017 al 30/06/2017, ma mi sposerò il 09/10/2017 volevo chiedere se potevo godere del congedo matrimoniale. E se qualora la risposta fosse si, i quindici giorni di congedo sarebbero consecutivi o devo escludere sabato e domenica? Certa di una Vostra risposta Vi porgo cordiali saluti.

Non si può lasciare una supplenza al 30/6 per altra supplenza al 30/6.

Scuola – Salve sono un’assistente amministrativo di ruolo, una docente ha accettato da noi 9 ore di sostegno nella scuola sec. di I grado fino al 30/06/2018 , era una cattedra intera, ma un docente prima di lei ha accettato 9 ore e quindi lei ha dovuto accettare il restante, ha avuto un’altra convocazione in un’altra scuola, la cattedra è di 18 ore fino al 30/06/2018 può lasciare la nostra supplenza per prendere l’altra o deve completare l’orario?

Interdizione per gravi complicanze e contratto di supplenza. Chiarimenti.

Stefania  – Buonasera, avrei necessità abbastanza urgente di un chiarimento: in data odierna (18/09/2017) ho preso servizio presso un Istituto scolastico (sostegno fino al 30/06) ed ho compilato e firmato tutta la documentazione richiesta TRANNE IL CONTRATTO.  Dal momento che sono ai primi mesi di gravidanza e dovendo viaggiare per raggiungere i plessi scolastici, nel pomeriggio ho voluto sentire il parere della mia ginecologa, la quale mi ha caldamente consigliato assoluto e immediato riposo, per svariati motivi legati alla mia personale situazione, pertanto mi ha rilasciato un foglio in cui palesa la necessità che io stia da subito a casa poiché la mia gravidanza è a rischio.  Ora, la domanda è questa: avvisando domani in segreteria della mia impossibilità a proseguire con l’incarico, rischio il licenziamento (perdendo quindi diritti e tutele delle maternità) per il fatto di non aver ancora firmato un contratto , oppure posso stare tranquilla? Attendo al più presto Vostre notizie. Grazie per l’attenzione. Cordiali saluti,

Art. 36 personale docente. Il dirigente non può negare la possibilità di svolgere la supplenza

Cristina  – Buongiorno, sono una docente di ruolo di scuola primaria. Quest’anno con l’aggiornamento delle Graduatorie d’Istituto ho raggiunto le prime posizioni in terza fascia nella scuola superiore di secondo grado. Vorrei accettare una supplenza annuale al 30/06 o al 31/08 avvalendomi l’art 36 del CCNL/2007. Le lezioni sono già iniziate e le richieste di supplenza incalzano. La DS della mia scuola potrebbe opporsi a questa scelta, vorrei sapere quali sono le modalità  per lasciare il mio incarico e per accettare la supplenza senza correre rischi disciplinari. Ringrazio per la disponibilità. Cordialmente.

Cattedra libera al 30/6. E’ Possibile lasciare lo spezzone? Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno gentili esperti, in merito a quanto indicato in oggetto vi chiedo con urgenza un chiarimento relativo alla seguente situazione: Una maestra ha preso dalla GAE un incarico su posto comune per 12 ore settimanali al 30-06-2018  poiché non c’erano più posti interi. Ieri si è liberato nella mia scuola un posto per 24 ore settimanali al 30-06-2018 a seguito di assegnazione provvisoria. 1)  devo proporle il posto 2)  Può chiedere il completamento? Rimango in attesa di riscontro . Grazie per la collaborazione.