La proroga al supplente già in servizio va disposta anche per le ore di allattamento

Assistente amministrativa  – il mio quesito è questo: ho un’insegnante di ed. fisica a 18 ore che attualmente è in astensione facoltativa al 30% ed è sostituita da una supplente temporanea. Fra qualche giorno la titolare rientrerà in servizio chiedendo però l’orario ridotto per allattamento fino al compimento dell’anno di vita del bambino che è l’11 giugno 2019. Quindi mi trovo ad avere a disposizione uno spezzone orario fino al termine delle attività didattiche, come devo procedere per nominare il supplente? – devo proporre la supplenza all’attuale supplente per continuità didattica? – devo nominare attingendo nuovamente dalla graduatoria  e quindi tramite convocazione SIDI? Cordiali saluti.

Supplenza su una COE: Solo se esaurite le GAE la scuola deve convocare per l’intero posto non trattandosi di supplenza breve. Lo conferma una FAQ del SIDI

Dirigente scolastico – Nel nostro Istituto Comprensivo si è resa disponibile una supplenza  temporanea su una COE 10 ore più 2. Il contratto che si stipula col docente può essere unico pur essendo  l’orario d’insegnamento strutturato su più scuole o come riporta il  regolamento delle supplenze art. 7 comma 6 ciascuna scuola procede  autonomamente per le ore di rispettiva competenza? Il docente può completare l’orario in altre scuole prestando servizio su  4 comuni facilmente raggiungibili? si ringrazia. distinti saluti.

Supplenze ATA: completamento orario e art. 59

Assistente amministrativo – vorrei sapere: andando a scorrere la graduatorie di 3^ fascia di assistente amm.vo per una convocazione di 6 ore settimanali su posto in organico di fatto fino al 30/06/2019, mi chiedo: 1) I docenti a tempo parziale presenti in graduatoria potrebbero completare l’orario di servizio con queste 6 ore di A.A. 2) Un coll. Scol.co di ruolo può accettare un incarico di A.A. solo per un giorno a settimana? Grazie mille.

Il completamento orario può avvenire esclusivamente nell’ambito di una sola provincia. Anche se da MAD

Giustina – Salve, le scrivo per una consulenza. Sono iscritta in terza fascia e ho un contratto di 7 h fino al 30 giugno (tramite una convocazione di terza fascia) e  ho ricevuto una convocazione da mad da parte di una scuola di un’altra provincia fino al 30 giugno di 11 h.E’ possibile accettare il completamento da una provincia diversa e da mad? Grazie.

COE restituita al Dirigente scolastico: si scorre la graduatoria di istituto per l’intera cattedra

DSGA – L’ Ufficio scolastico provinciale di X allineandosi a quanto disposto nella  nota X  dell’ Ufficio scolastico Regionale x  ha disposto che, per il conferimento delle supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche per posti che non sia stato possibile coprire con il personale incluso nelle graduatorie ad esaurimento, provvederà per l’intera cattedra, anche COE,  il dirigente scolastico  che gestiste la cattedra. Mentre in caso di sostituzione del docente nominato sulle predette C.O.E. ciascuna scuola provvede autonomamente alla copertura della propria frazione di ore  Ciò premesso si C H I E D E  un Vs. autorevole parere in merito alle suddette circolari.

Chi ha uno spezzone al 30/6 non può lasciare per una cattedra intera

Lena – Buon pomeriggio, sono un’insegnante di TERZA FASCIA. Sono iscritta per le classi di concorso A026, A040,A041, A020,A060. Per il triennio 2017/20 ho fatto domanda nella provincia di Bologna e la rete mi ha assegnato uno spezzone di 8 ore per la classe di concorso A026 (matematica). Le vorrei chiedere se mi arriva una convocazione per una cattedra intera su un’altra classe di concorso posso accettare 1) solo 10 ore di completamento alle 8 ore già scelte? O 2)Posso accettare l’intera cattedra e lascio lo spezzone su cui già sto lavorando? Grazie di ogni risposta che mi potrà dare.

Lasciare una supplenza breve per altra al 30/6 o 31/8

Dalila –  Salve,  ho accettato una supplenza temporanea di 18 ore nella mia classe di concorso sino al 19/12/2018. Qualora fossi convocata per una supplenza al 30 giugno o al 31 agosto è possibile chiudere il contratto precedente e accettarne uno nuovo? Sono certa che fino all’anno scolastico precedente questo fosse possibile. Mi chiedo se ciò è valido anche per l’anno scolastico 2018/2019. Grazie mille, rimango in attesa di una risposta.

Supplenze e rifiuto nomina conferita dalle graduatorie di istituto. Quali sanzioni

Riccardo  – vi scrivo per un dubbio che non mi da pace. Mi sono arrivate delle proposte di supplenza al 30 giugno, una di 2 ore in un paesino lontano 40 km da dove abito, e una a 25 km di 6 ore sempre fino al 30 giugno. Poiché sono spezzoni, ed economicamente svantaggiosi, come posso declinare queste supplenze senza sanzioni? Grazie, Riccardo.

Rientro anticipato del titolare. Si rispetta la scadenza del contratto al supplente in servizio

Scuola – Gentilissimi, un’insegnante ha chiesto congedo biennale fino al 31/05/2019. Viene stipulato il contratto con il supplente dal 17/09/2018 al 31/05/2019. Se durante l’anno scolastico dovessero venire meno le condizioni per usufruire del congedo (decesso dell’assistito) il supplente dovrà essere revocato o rimarrà in servizio fino alla scadenza del contratto? Si ringrazia per la consulenza e si porgono distinti saluti.

Neo imesso in ruolo e art 36. Si può da qualsiasi graduatoria

Francesca  – Buongiorno, sono una docente neo immessa in ruolo da GAE cl. conc. A011. Posso avvalermi dell’art.36, aspettativa per motivi di lavoro nel comparto scuola, per incarico conferito da GAE cl. conc. A022 oppure A012 stessa provincia? Posso dunque recarmi alle prossime convocazioni del provveditorato e ambire ad una supplenza al 30/06 o al 31/08? Ovvero il conferimento dell’incarico deve avvenire esclusivamente da graduatoria di istituto? In questo secondo caso, posso accettare convocazione da prima fascia graduatoria d’istituto su classe comune ( chiaramente diversa da quella in cui ho preso il ruolo) o devo aspettare una chiamata, per esempio, da graduatoria incrociata di terza fascia su sostegno senza titolo? In definitiva, il conferimento di supplenza deve obbligatoriamente avvenire da seconda e terza fascia di graduatoria d’istituto?  Grazie.

Indennità di maternità dopo il termine del contratto. Chiarimenti

Cristina  – Buongiorno, sono un’insegnante con scadenza contratto il 30 giugno scorso e  da marzo sono in maternità a rischio per complicanze. Ora che il contratto è terminato , vorrei sapere se dovrò fare domanda naspi oppure continuare a trasmettere all’asl di competenza il certificato di maternità a rischio. Bisogna inoltre comunicare qualcosa all’inps?  Grazie. Buon lavoro.

Contratto per gli esami al supplente che ha partecipato agli scrutini. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente – approfittiamo della Sua disponibilità per chiedere un consiglio. Il nostro docente di Lingua Inglese della scuola secondaria di I grado si è assentato per malattia dal 14 maggio al 13 giugno 2018 per cui abbiamo provveduto a nominare il supplente il quale ha prestato servizio fino al termine delle lezioni il 12 giugno ed ha anche partecipato agli scrutini della classe terza in giorno 13 giugno. Il consiglio che Le chiediamo è questo: – a chi tocca partecipare agli esami che iniziano con la riunione preliminare il giorno 15 giugno al supplente o al titolare che nel frattempo è rientrato in servizio il 14 giugno? – nel caso toccasse al supplente il contratto va stipulato dal 15 fino al termine degli esami o solo per i giorni di effettivo servizio? Vista l’urgenza Le chiediamo, se possibile, una sollecita risposta. Si ringrazia e si porgono cordiali saluti.

Rientro dopo il 30 aprile: il titolare che rientra a disposizione può essere impiegato per gli scrutini se il supplente è assente

Scuola – Spettabile Redazione, la presente per un’informazione in merito alla seguente situazione: – abbiamo nominato un supplente fino all’8 giugno in quanto il docente titolare si è assentato tutto l’anno ed è rientrato dopo il 30 aprile. Il docente supplente ha presentato un certificato di malattia fino all’8 giugno. Gli scrutini delle classi in cui presta servizio il docente verranno fatti il 13 giugno e pertanto al docente supplente spetta la proroga del contratto. Si chiede cortesemente di sapere se, nel caso in cui il docente  supplente rimanesse ulteriormente assente per malattia, gli scrutini possano essere fatti dal docente titolare. Cordiali saluti, Segreteria Amministrativa,

Rientro dopo il 30 aprile: il caso del titolare che rientra nelle classi intermedie ma non in quelle terminali. Chiarimenti per la scuola

Scuola – La titolare rientra dopo il 30 aprile, con assenza inferiore a 150 gg ma superiore a 90. per cui non va nella classe terminale, ma va nelle classi intermedie. alla supplente che continua il servizio nella classe terminale, spetta la proroga per l’intero orario o solo per le ore svolte nella classe terminale?

Indennità di maternità fuori nomina. E’ garantito l’80% dell’ultimo stipendio ricevuto

Paola –  Sono insegnante di terza fascia con contratto fino al 30 giugno.  La data presunta del parto è il 30 settembre. Quindi l’ottavo mese ha inizio il 31 luglio. Posso stipulare con la scuola lo stesso il contratto senza nomina e percepire l’indennità di maternità al 80% anche per il mese da 1 a 31 luglio?  Non mi è chiaro.  Grazie.

Il contratto per gli scrutini deve ricomprendere il sabato e la domenica. Chiarimenti

Danilo – Salve,  Sono un supplente con incarico dal 9/10/2017 fino al termine delle lezioni (con contratto fatto ogni tre mesi) su maternità (N15) per 14h in un istituto superiore, (gli scrutini saranno durante le lezioni), dal 12/04/2018 ho avuto il completamento  orario di 4h in un altro istituito superiore sempre su maternità, ma il termine del contratto è il 07/06/2018 perché è il mio ultimo giorno di lezione, e mi hanno detto che mi faranno un contratto di due giorni per gli scrutini cioè 11/06/18 al 12/06/18 escludendo quindi i giorni che vanno dal 08/06/18 al 10/06/18. È corretto che non mi vengano pagati il sabato e la Domenica? E corretto che il contratto non termini al termine delle lezioni?  Volevo sapere se la segreteria ha torto, e i riferimenti  normativi.  Grazie mille.

Proroga al solo supplente in effettivo servizio. Chiarimenti per la scuola

Assistente Amministrativa – Buongiorno, sono un’A.A. e, non avendo trovato risposta nelle Faq al mio problema, scrivo per richiedere una consulenza in merito a  RDL da instaurare con  docenti di religione con supplenza breve e saltuaria per il periodo riferito a svolgimento di scrutini ed esami nella scuola secondaria di 1°. Descrizione della situazione: -Docente titolare assente dall’inizio dell’anno scolastico – la prima  supplente che è stata individuata  risulta assente anch’ella dall’inizio dell’anno scolastico e , al momento, sino al 12 giugno p.v.  (suppl. A) – il supplente individuato sulla supplente A è  in servizio  dall’inizio dell’anno scolastico ed è stato nominato come facente parte della commissione d’esame (suppl. B) DOMANDA: –  Il  contratto per gli   esami  spetta ad entrambi i supplenti? – Qualora il supplente A dovesse rientrare dopo il 12 giugno  chi è tenuto a fare parte della commissione d’esame e quindi ad ottenere l’instaurazione  RDL, il supplente A o il supplente B? Resto  in attesa di risposta e ringrazio anticipatamente.