Docente titolare su cattedra orario esterna: può essere assegnato su cattedra interna presente in organico, se priva di titolare

Clara – Ho presentato domanda di mobilità su COI presso la mia città di residenza dove so che si libererà una COI per il trasferimento di un docente della mia disciplina. In tale Istituto ci sono due cattedre: una COI occupata dal docente con 104 che andrà via e una COE non ex novo. Il mio dubbio è il seguente: avrò il diritto di occupare la COI o il docente interno potrebbe avere la precedenza nell’occuparla? Grazie per l’attenzione, confido in una vostra risposta

Cattedra Orario esterna ex-novo: criteri per la sua attribuzione, possono essere coinvolti anche i docenti con precedenza 104

Giovanna – Sono docente di educazione fisica in una scuola secondaria di primo grado. L’anno prossimo nella mia scuola verrà formata una classe in meno, quindi si prospetta il seguente quadro: 1 cattedra di 18 ore ed una di 16 con completamento in altra scuola dello stesso comune. Nella mia scuola c’è una collega con la 104 con meno punti di me e più giovane di età. La collega ha comunque la precedenza e quindi sono io che devo spostarmi oppure, visto che il completamento sarebbe nello stesso comune, la precedenza dovuta alla L. 104 non ha validità? Vorrei delucidazioni. Grazie

Organico e spezzone residuo nella secondaria II grado: è possibile salvaguardare titolarità docente con orario non inferiore alle 15 ore

Virgilio – Sono un insegnante tecnico-pratico nella secondaria dall’87, sono stato dichiarato soprannumerario con 14h. Ho sempre saputo che la titolarità si perde sotto 9h.
Vorrei sapere se è ancora così o no. In caso affermativo potrebbe indicarmi la normativa e l’art. corrispondente? Grazie infinite

Docente soprannumerario: la sua titolarità non può essere salvaguardata utilizzando le ore liberate da altro docente in part-time

Antonio –  Insegno Lettere in una Scuola Secondaria I Grado, oggi ho ricevuto la chiamata del DS che mi ha comunicato che sono perdente posto e che entro giovedì dovrò produrre domanda di trasferimento. Nella mia  scuola però quest’anno si è formata una classe in più per cui ci sono 10 h di lettere in organico di diritto + 8 ore in organico di fatto che derivano da un part-time. Data la situazione  è legittimo che l’ufficio Scolastico mi dichiari  perdente posto preferendo assegnare le ore ad un insegnante di ruolo di un’altra scuola che deve completare la cattedra? Ho chiamato l’Ufficio Scolastico regionale, ma mi hanno detto che loro si attengono a quanto risulta dal sistema informatico. Cosa posso fare per evitare il trasferimento? Chi decide le COE? Spero che qualcuno possa darmi una mano. Grazie infinite

Vincolo quinquennale sul sostegno: se non superato niente mobilità su posto comune, fatta eccezione per i trasferiti sul sostegno da posto comune con domanda condizionata

Martina – Una docente entrato di ruolo sul sostegno diversi anni fa , in altra provincia, che chiede trasferimento su posto di lingua inglese e lo ottiene nella provincia di residenza, poi chiede assegnazione provvisoria , per avvicinarsi a casa ulteriormente , sempre su sostegno, l’anno successivo ottiene un secondo trasferimento sul sostegno, infine…quest’anno fa il passaggio su posto comune (e lo ottiene) poiché nel frattempo ha la 104 personale.

Presidente commissione esame I grado: il docente che sostituisce il DS non deve essere membro della commissione come docente di classe terza

Simone – A proposito di un articolo apparso oggi sul vostro sito con oggetto Presidente Esame di Stato terza media…la presidenza per il collaboratore del DS dice che deve appartenere all’ordine della secondaria ma non che non deve essere membro del consiglio di classe. Nelle fonti che avete citato non c’è nessun richiamo a questo, d’altra parte il vicepresidente della commissione e della sottocommissione (che assume in caso di impossibilità la presidenza) non è un membro del consiglio di classe? Cordiali saluti

Punteggio di continuità in un IIS: come si calcola? Chiarimenti

Maria – Io e una mia collega abbiamo spulciato tutte le risposte che avete fornito in relazione alla continuità didattica, ma manca un tassello che due colleghe vogliono far valere: dal 2013/14 siamo un Polo con ITC IPS IPSIA E ITI; la graduatoria unica l’abbiamo dall’anno 16/17. Prima di diventare polo unico ITC e IPS per alcuni anni sono stati un unico istituto, ma con codici meccanografici diversi e per trasferirci (siamo in tre in questa situazione) da una scuola all’altra abbiamo dovuto fare regolare domanda di trasferimento. Ora due colleghe pretendono la continuità all’interno di quel plesso, anche se si sono spostate dall’IPS all’ITC con due codici diversi, e quindi vogliono la continuità all’interno dell’intero Polo. Io riterrei di no. Chi ha ragione? Grazie se vorrete rispondere

Strumento musicale nella secondaria I grado: si può insegnare solo nei corsi ad indirizzo musicale

Giuseppe – Sono  insegnante di chitarra presso un Istituto Comprensivo  comprendente diversi plessi ubicati in comuni differenti. Il corso di strumento musicale è effettuato presso il plesso A, scuola che alcuni anni fa è stata accorpata all’Istituto Comprensivo. La mia domanda è la seguente: è possibile insegnare strumento musicale anche negli altri plessi dell’ Istituto Comprensivo o possiamo farlo solo nel plesso dove è sempre stato presente? Grazie

Docente su COE con tre scuole: potrà chiedere miglioramento cattedra se previsto nella contrattazione integrativa regionale

Silvia – Sono titolare nella disciplina A245 nella città in cui abito di COE con titolarità nella  scuola principale con sole 6 ore e completo con altre due scuole di cui una(dove non ho titolarità) fuori città, più un’altra sempre nella mia città di residenza ma sempre 6 ore: totale 18 ore con tre sedi. Visto il disagio dell’avere tre sedi già per il terzo anno consecutivo e visto che dovranno assegnare( in utilizzazione o assegnazione provvisoria) un’intera cattedra  nella mia stessa città  nella mia disciplina(A245 scuola secondaria di primo grado), mi chiedo se io potrei fare domanda di utilizzazione o assegnazione provvisoria pur non avendo presentato quest’anno nessuna domanda di trasferimento. All’ USP dove mi hanno fatto la COE mi hanno detto che non posso, cosa mi dici? Mi sembra strano oltre che ingiusto. Rimango in attesa della tua sempre gentile risposta.

Docente trasferito d’ufficio su COE: il prossimo anno potrà essere assegnato su una COI se non sarà ultimo nella graduatoria interna di istituto

Gianluca – Sono un docente che quest’anno (a.s. 2017/18) è stato trasferito d’ufficio dalla mia ex scuola di titolarità ad un altra su una COE  in quanto perdente posto. Da precisare che io non avevo  prodotto domanda volontaria neanche dopo aver appreso la mia condizione di perdente posto. A partire dall’a.s 2018/19 nella scuola in cui sono stato trasferito  non sarò più ultimo in graduatoria. Volevo sapere se dovrò lo stesso rimanere su COE sebbene sono stato trasferito d’ufficio, ovvero non avessi prodotto l’anno precedente, domanda di trasferimento volontaria ne tantomeno scelto cattedre con orario esterno, o andrà all’ultimo in graduatoria interna di istituto. Grazie

Docente titolare su COE: può essere riassorbito su COI solo nella scuola di titolarità e non in quella di completamento

Chiara  – Sono titolare in anno di prova su una COE 16+2 in una scuola secondaria di secondo grado. Sulla scuola in cui sono titolare (dove ho le 16 ore) il prossimo anno non si creeranno le condizioni per far sì che la cattedra diventi interna: il numero di classi prime rimarrà lo stesso e non si perderanno classi negli altri anni; inoltre non ci saranno pensionamenti sulla mia classe di concorso. Le 16 ore dunque dovrebbero rimanere pressoché invariate. Nella scuola di completamento tuttavia ci sarà un pensionamento: posso avere la precedenza ad essere assorbita lì su questa cattedra interna anche se non ho la titolarità?

Valutazione dell’anno scolastico in corso: non si può per mobilità e graduatoria interna di istituto, ma si può per vincolo quinquennale sul sostegno

Giuseppe – Il prossimo anno sarà il quinto anno di docenza di scuola superiore secondaria II grado sul sostegno e, quindi, mi verrà conteggiato come anno in corso. Ma, chiedo, nella graduatoria interna di istituto mi dovrà essere conteggiato? Dovrò metterlo oppure no? Grazie.

Organico e cattedre: sparisce una cattedra interna per contrazione oraria, se non si costituisce una COE ci sarà un docente soprannumerario

Ilaria – Avrei bisogno di delucidazioni in merito alla mia situazione scolastica. Sono docente di lettere presso scuola secondaria di I grado e risulto perdere 10 ore sulle 18 della mia cattedra, per contrazione di organico visto che una prima quest’anno non si è formata. Sono in attesa della notifica da parte del Dirigente. In questo caso, come si procederebbe? Dovrò fare domanda di trasferimento (condizionata, visto che intenderei rimanere nella scuola) o è l’USP a trovare la scuola di completamento? Inoltre, nella scuola è prevista una cattedra di potenziamento su musica. Potrei completare le ore mancanti da questo potenziamento o, essendo una materia non affine, questo non è possibile farlo?  Grazie e cordiali saluti

Docente con precedenza 104 per assistenza genitore disabile: deve essere sempre escluso dalla graduatoria interna di istituto?

Luigi – Vorrei sapere se un docente che è titolare in un Istituto sito nel Comune A e che, ai sensi della Legge 104, assiste il genitore disabile che risiede nel Comune B, precisando che entrambi i Comuni A e B sono nello stesso ambito, abbia o meno il diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto per
l’individuazione dei soprannumerari. Se sì, a quali condizioni e quali sono i riferimenti normativi? Se no, perché? Grazie infinite

Punteggio di continuità nel comune: si valuta per il comune di titolarità, ma non per quello di servizio in seguito ad AP

Teresa –  Il mio quesito riguarda la graduatoria interna, sono stata titolare per due anni in Calabria ma non ho mai preso servizio nella scuola calabrese in quanto nei due anni ho avuto assegnazione provvisoria senza soluzione di continuità (dal 1/9 al 31/8) nel comune di Roma. Il terzo anno ottengo trasferimento a Roma. La domanda è: nella graduatoria interna i due anni precedenti possono essere valutati come continuità nel comune di Roma? Grazie per la vostra presenza. Saluti

Cattedra orario esterna ex-novo: può essere assegnata anche a docente con precedenza Legge 104/92

Giulia – Sono doce nte di sostegno in una scuola secondaria di primo grado e quasi sicuramente soprannumeraria. Nella mia scuola c’è una collega con la 104 con meno punti di me, in caso risultassi perdente posto solo per 9 ore, mi risulta che sia lei a completare le ore altrove, purché il completamento sia nello stesso comune. Vorrei conferma o smentita di ciò.Grazie

Punteggio di ricongiungimento: spetta nel comune viciniore in assenza di scuole richiedibili nel comune di ricongiungimento

Elvira – Sono una docente di scuola superiore II grado e vorrei sapere se ho diritto ai 6 punti per ricongiungimento familiare, la mia scuola sostiene che non ho diritto perché esiste un comune più vicino alla residenza familiare, la segreteria della scuola viciniore mi ha detto che non è così perché nel loro istituto ci sono, dipende dagli anni, o 2 o 4 ore della mia materia ragione per cui la sede più vicina è quella attuale.
La scuola in cui insegno dice che per avere diritto ai 6 punti dovrei chiedere il trasferimento sul comune più vicino  e solo dopo non averlo ottenuto posso chiedere i 6 punti. Chi ha ragione?

Contrazione in organico e docente soprannumerario: influisce la tipologia di cattedra (COI oppure COE) nella quale è in servizio?

S.R. – Probabilmente quest’anno ci sarà una contrazione d’organico, premetto che  sono stata immessa in ruolo nel corrente anno scolastico su cattedra interna  (COI) e un mio collega è stato immesso  anche’esso in ruolo su cattedra esterna (COE) ed ha un punteggio maggiore. Volevo sapere chi dei due sarà dichiarato soprannumerario? Grazie per una celere risposta in merito.