Docente soprannumerario trasferito d’ufficio: ha sempre diritto a rientrare con precedenza nella scuola di ex-titolarità?

Maria – Sono una docente di scuola superiore, dichiarata soprannumeraria  nel 2017,pur avendo più punti di due colleghe  della mia stessa classe di concorso ossia la A012. La scuola di ex-titolarità mi ha spiegato che avendo la titolarità al serale per dieci ore dovevo andare via. Pertanto sono stata trasferita d’ufficio in un ‘altra scuola a 60 km di distanza dal comune in cui risiedo e in cui si trova la scuola di precedente titolarità.

Cattedra orario esterna diurno+serale: esistono precisi criteri per formulare l’orario?

Francesco – Sono un docente di scuola secondaria II grado con COE per quest’anno scolastico 2018/2019. La mia cattedra oraria è formata da 9 ore presso la scuola di titolarità (diurno) e 9 ore presso altra scuola di completamento (serale).

La mia scuola di titolarità ha stabilito la distribuzione delle 9 ore su tre giorni (tre mattine) ed avrei gradito che la mia scuola di completamento mi potesse organizzare le altre 9 ore su due pomeriggi .

Invece la mia scuola di completamento (serale) mi ha comunicato che procederà all’articolazione delle 9 ore su tre pomeriggi e dunque avrò un giorno in cui presterò servizio la mattina presso la scuola di titolarità ed il pomeriggio presso quella di completamento.

Scuola secondaria I grado e cattedra A022: non si possono attribuire le due ore di Geografia in una classe a due insegnanti diversi

Chiara – Sono docente di lettere in un Istituto secondario di primo grado, con contratto di 17 ore a tempo determinato. Mi è stato spiegato che l’incarico di 17 ore è sempre stato legato all’unica classe con tempo prolungato al pomeriggio: quest’anno è stato invece affidato ad una collega di ruolo, con 18 ore di contratto. L’ora a lei mancante è stata “recuperata” da una delle ore di mia competenza in quella classe: in sostanza ora la collega ed io ci troviamo a dividere letteralmente una stessa materia, programma e valutazioni (1h+1h di geografia). È legalmente fattibile? Mi sembra impossibile accettare questa spartizione. Grazie per la consulenza

Cattedra Orario Esterna: è possibile completare su altra classe di concorso o diversa tipologia di posto?

Ornella – Sono una docente con 20 anni di servizio presso un Liceo di Scienze umane che improvvisamente si vede mandare una mail dalla scuola in cui si vede assegnato uno spezzone di 6 ore in un comune a 50 km dalla propria città. Ho chiesto se potevo completare la cattedra nella mia scuola sotto forma di disposizione, potenziamento o sostegno, visto che possiedo anche il diploma di specializzazione, ma niente. Io a 60 anni non me la sento di viaggiare. Vorrei sapere se si può fare qualcosa

Punteggio anno di servizio sul sostegno per docente titolare su posto comune: si valuta 6 punti o 12 punti?

Carla – Sono una docente di ruolo su posto comune nella scuola secondaria di secondo grado, non abilitata al sostegno.
Mi è stato chiesto di seguire, per le nove ore a disposizione settimanali, un alunno con sostegno, per l’intero anno scolastico.
Mi chiedo e Vi chiedo se il punteggio da inserire a fine anno sarà di 6 punti o di 12.
Vi ringrazio e Vi porgo cordiali saluti.

Incarico triennale: interessa esclusivamente i docenti con titolarità su ambito territoriale

Daniela – Come vincitrice di concorso, nel 2017 sono stata individuata titolare d’ambito e ho stipulato un contratto triennale con un’istituzione scolastica. Nel maggio 2018, in seguito a domanda volontaria, ho ottenuto trasferimento presso un’istituzione scolastica ottenendo titolarità su scuola. Volevo chiederle se la nuova scuola di titolarità deve sottopormi un nuovo contratto triennale. Spero lei possa aiutarmi. Confidando in una sua risposta, la ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

Titolarità su ambito o su scuola? Non bisogna confondere contratto di assunzione con incarico triennale

D.L. – Sono stato assunto a settembre 2015 presso un IIS dove ho superato anno di prova ed ho firmato contratto di assunzione . Nel 2016 son stato trasferito in un IIS di altra Regione e qui sto a tutt’oggi. Appena arrivato nel 2016 nella nuova scuola chiesi in segreteria di firmare contratto triennale ma mi dissero che era inutile perché valeva quello già firmato all’atto dell’assunzione. La richiesta di firmare contratto l’ho rifatta anche anno scorso ma puntualmente mi rispondono con un sorriso che non è necessario. Sono un po’ preoccupato di sta cosa anche perché leggo che forse da dicembre 2018 divento titolare di sede essendo titolare di ambito ma leggo anche  che il contratto decorre dal 2016 anno in cui come detto sopra non l’ho firmato. Mi scuso per la lungaggine. Cordiali saluti

Cattedra orario esterna diurno+serale: deve essere assegnata al docente con titolarità nella sede principale della cattedra

Francesco – Spett.le redazione di OS, spero possiate aiutarmi a chiarire la seguente questione. Nel caso in cui un istituto avesse un corso serale e un corso diurno, l’organico dei docenti sarebbe unico? Ad esempio, il dirigente scolastico potrebbe assegnare un docente di ruolo del diurno al serale? Se fosse disponibile una cattedra orario esterno diurno/serale, ad esempio 10 ore diurno e 8 ore serale, il dirigente potrebbe affidare a un docente del diurno tale cattedra, ma non una composta da 8 ore nel diurno e 10 ore nel serale? È corretto?  Vi ringrazio in anticipo e porgo distinti saluti.

Docente soprannumerario trasferito a domanda condizionata: per il rientro nella scuola di ex-titolarità deve risultare cattedra vacante nell’organico dell’autonomia

Cecilia – Lo scorso anno scolastico mi ha vista perdente posto e quindi sono stata assegnata ad una nuova scuola avendo il prodotto domanda di trasferimento condizionata….. ora nella mia scuola si è reso disponibile un posto in organico di fatto ma io non ho prodotto domanda di utilizzazione mi chiedo ho diritto a rientrare sul mio posto di titolarità? Potrei rientrare il prossimo anno scolastico? Grazie

Istituto Comprensivo e punteggio di continuità: lo spostamento del docente da un plesso ad un altro non interrompe la continuità nell’Istituto

Francesca -Vorrei sapere se lo spostamento da un plesso ad un altro dello stesso Istituto Comprensivo comporta la perdita del punteggio di continuità e se si può fare domanda di utilizzazione per un altro Istituto Comprensivo anche senza precedente domanda di trasferimento non giunta a buon fine, come per l’assegnazione provvisoria. Grazie

Istituto di Istruzione Superiore e assegnazione dei plessi: in che modo incide la legge 104/92?

Giuliana – Buonasera,vi sarei grata se poteste darmi alcuni chiarimenti riguardo l’applicazione della legge 104 nella particolare situazione di seguito illustrata. Ai fini dell’attribuzione delle cattedre, la scuola avente unico codice meccanografico con graduatoria interna unica risultante dall’accorpamento di due licei (classico e linguistico/scienze umane), ma con due edifici distanti 800 m l’uno dall’altro, viene considerata sede unica? La collega che ha minor punteggio di me ma usufruisce della legge 104, può essere assegnata a classi che non sono nell’edificio dove lei ha abitualmente insegnato o lo spostamento da un edificio all’altro deve essere considerato spostamento di sede e pertanto non compatibile con l’applicazione della legge 104? Grazie della vostra disponibilità e dell’aiuto prezioso che ci date

Anno di prova: ancora confusione sui docenti tenuti a svolgerlo

Viviana – Gentilissimi, quest’anno ho ottenuto passaggio di cattedra, da A012 a A011. Ho letto più volte che questo non determina da parte mia l’obbligo di svolgere l’anno di prova  e formazione per la nuova classe di concorso di titolarità, ma la mia dirigente sostiene di sì, così ha nominato un tutor da affiancarmi. Mi potete dare i recenti riferimenti normativi di quanto sostenuto da me, in modo da replicare alle sue affermazioni?
Grazie

Vincolo quinquennale sul sostegno: nel computo si considera anche l’anno scolastico in corso

Chiara – Sono entrata in ruolo sul sostegno nell’anno scolastico 2014/ 15 vorrei sapere se a aprile 2019 potrò chiedere trasferimento su materia ovvero se ho terminato il vincolo quinquennale sul sostegno. Alla Cisl mi hanno detto che dovrò aspettare ancora un anno perché nelle domande di trasferimento non si calcola l’anno in  corso ma io sapevo che secondo l’art 26 comma 4 ai fini del computo  si calcola l’anno in corso. In pratica vorrei sapere se potrò chiedere trasferimento su materia a aprile 2019 0 2020. Grazie ancora

Organico ed esubero: la tipologia di cattedra di servizio (COI oppure COE) incide sull’individuazione del docente soprannumerario?

Laura – Sono un’insegnante di lettere di scuola sec. di primo grado. Quest’anno ho ottenuto il trasferimento da sostegno a posto comune su COE (12 ore interne + 6 fuori, riassorbite all’interno come organico di fatto su part time); insieme a me ha ottenuto il trasferimento su COI anche una collega che ha molti meno punti di me. Nel caso in cui l’anno prossimo dovessero verificarsi casi di docenti perdenti posto, chi tra noi due rischierebbe il trasferimento? Ringrazio anticipatamente dell’attenzione. Cordiali saluti.

Presa di servizio 2018/19: sono tenuti a farla anche i docenti in assegnazione provvisoria nel 2017/18

Antonietta – Sono una docente in attesa di assegnazione provvisoria, ho bisogno di sapere come devo comportarmi nel caso non riesca ad ottenerla, se andare o meno il 1 settembre per la presa di servizio, visto che la sottoscritta, nell’anno scolastico 2016/2017, ha fatto la presa di servizio e anno di docenza presso la scuola di titolarità. L’anno scorso invece ho ottenuto l’assegnazione provvisoria in altra provincia. Se non ottengo quest’anno scolastico l’assegnazione devo presentarmi cmq il 1 settembre presso la scuola titolare o posso evitare?

Cattedra orario esterna confermata in organico: deve essere attribuita allo stesso docente a prescindere dal suo punteggio

Pierluigi – Sono docente di musica scuola media, titolare da sei anni. Dal 2016 ho una cattedra intera sul potenziamento. Stamattina mi hanno comunicato che una mia collega (dal 2016 titolare sulla stessa scuola con cattedra con completamento su altra scuola) ha diritto i avere cattedra intera mentre io devo prendere quella spezzata, questo perché lei ha più punti insegnando da più anni. Vorrei sapere se ha questo diritto. Da quello che ho letto io ha diritto a cattedra intera solo se libera. Grazie

Docente soprannumerario trasferito a domanda condizionata: per rientrare nella scuola di ex-titolarità deve liberarsi una cattedra nell’organico dell’autonomia

Silvia – A fine anno scolastico passato sono stata dichiarata perdente posto, ho compilato domanda di mobilità condizionata e nei trasferimenti usciti a fine giugno sono stata trasferita in una delle scuola che avevo messo tra le 5 preferenze. Ora accade che nella mia scuola di titolarità una mia collega, in data 24 agosto, sia stata convocata da altra graduatoria e abbia accettato, liberando di fatto un posto nella mia scuola di titolarità. La domanda è: è possibile che per il prossimo anno scolastico 2018-2019 venga richiamata nella mia scuola di titolarità? Se si è verosimile pensare che tale procedura avvenga già dai primi mesi di scuola? Grazie

Precedenza nella mobilità con legge 104 per assistenza genitore disabile: è indispensabile la connotazione di gravità certificata dall’art.3 comma 3

D.D. – Io che sono figlio di una donna portatrice di handicap (comma 1 art. 3), con percentuale dell’80%, posso accedere a qualche beneficio per graduatorie scolastiche? Penso, per esempio, a trasferimenti, assegnazioni provvisorie, o casi di soprannumerarietà. Ringrazio in anticipo per la risposta